BALLARO/ Floris: La telefonata di Berlusconi? Ho fatto solo il giornalista

- La Redazione

Giovanni Floris commenta la telefonata in diretta, nel corso della scorsa puntata di Ballarò, di Berlusconi.

BallarC3B2_florisR400
Giovanni Floris (Fotolia)

Giovanni Floris commenta la telefonata in diretta, nel corso della scorsa puntata di Ballarò, di Berlusconi.

Giovanni Floris, dopo la telefonata nel corso della scorsa puntata di Ballarò di Berlusconi, che ha definito il conduttore e gli autori «mistificatori e prepotenti, dice la sua ribadendo di aver solamente «agito da giornalista. E, sul premier che lamentava le continue interruzioni, spiega: «Non è un’accusa nuova per i giornalisti. I politici gradirebbero che le domande non ci fossero: sono viste come un ostacolo all’esposizione. Ma è sbagliato il campo: la regola di Ballarò non è che si “espone”, ma che si risponde alle domande avendo il tempo necessario. E che le risposte generano altre domande.

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE LARTICOLO

 

 In ogni caso, Floris fa presente quella che, secondo lui, è una grave anomalia: il fatto che un presidente del Consiglio telefoni «in diretta tv e, quando sente in arrivo le domande, chiude la comunicazione. Immaginiamo uno Zapatero, una Merkel, persino un Sarkozy fare una cosa simile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori