NCIS LOS ANGELES/ Anticipazioni stasera 3 dicembre 2010 ore 21,05 Rai Due

- La Redazione

Penultimo episodio della prima stagione di NCIS Los Angeles. Una serie che riesce sempre ad avere una vivacità e un interesse notevole, con storie e trame che dimostrano una inesauribile originalità. Anche questa sera NCIS non si smentisce e si dimostra un telefilm vincente

ncisR400
Ncis
Pubblicità

NCIS LOS ANGELES Penultimo episodio della prima stagione di NCIS Los Angeles. Una serie che riesce sempre ad avere una vivacità e un interesse notevole, con storie e trame che dimostrano una inesauribile originalità. Anche questa sera NCIS non si smentisce e si dimostra un telefilm vincente. Sceneggiatura riuscita, personaggi che hanno contatto con la realtà, e di conseguenza una serie certamente riuscita. Passiamo quindi alla puntata del 3 dicembre, tra suspense, azione e tanti imprevisti. La copertura di Callen è saltata. E così lagente non può far altro che tagliare ogni contatto con lNCIS, per evitare problemi più gravi. Dietro a tutta questa vicenda sembra esserci un certo Eugene Keelson.

CLICCA SUL PULSANTE >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE LARTICOLO SU NCIS LOS ANGELES
 

 

 

Pubblicità

NCIS LOS ANGELES – Keelson afferma di avere raccolto informazioni sul passato di Callen. Keelson ha anche una proposta (indecente) da fare a Callen. Tutto quello che ha raccolto lo darà all’agente se lui accetterà di fare una consegna per lui a un gruppo di bulgari. Situazione quindi molto intricata e molto complicata. Callen accetta. Ma i bulgari, credendo che si tratti di Keelson, cercano di ucciderlo. Non è l’unica cosa negativa che gli capita. Infatti mentre Callen si trova in questa situazione così particolare per lui, dove il suo passato e la sua fedeltà alla squadra vengono a trovarsi in conflitto, accade un altro episodio non certo favorevole alla vita e alla carriera dello stesso Callen. Hetty si trova costretta a chiedere a Eric di spegnere tutti i terminali dell’NCIS. Proprio Keelson ha infettato il sistema con un virus. E…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori