ASCOLTI TG1/ “Caso Minzolini”: la prima rete perde ascolti, ma il Tg5 la segue. Tvblog confronta i dati

- La Redazione

La “guerra intestina” in Rai sugli ascolti del Tg21 di Minzolini esce clamorosamente allo scoperto e sul direttore fioccano le accuse. Ma il Tg5, a ben vedere, non sta meglio

Minzolini_AugustoR375
Pubblicità

A scatenare la polemica, giovedì, è stato la reazione del direttore del Tg1, Augusto Minzolini, al comunicato del membro Cda Rai Nino Rizzo Nervo, che accusava la gestione dell’attuale direttore di aver prodotto un calo negli ascolti. Ricostruisce tutto Tvblog, da cui prendiamo i dati che sono al centro della discussione. Farebbero testo i dati degli ultimi 5 anni relativi al periodo 1 ottobre-31 marzo. Il Tg delle 20 sotto Augusto Minzolini avrebbe perso 1 milione di ascoltatori, rispetto al primo anno di Riotta (2006-2007). Vale a dire il 4,67% in termini di share, scendendo dunque sotto i 7 milioni di spettatori. Non è andata meglio per le edizioni delle 8 (-6% di share rispetto al primo Riotta) e delle 13.30 (-2,5%). Da cui le accuse di Rizzo Nervo.

Aspra la reazione di Minzolini a Rizzo Nervo: “È un fazioso e non sa leggere i dati. È un uomo ridicolo, fa da sei mesi solo una campagna contro questa testata, io ho contenuto la perdita degli ascolti”. Tanto che è dovuto intervenire il presidente Garimberti, criticando l’atteggiamento di Minzolini: “ si sta perdendo in Rai – ha aggiunto Garimeberti – una buona occasione per tenere il dibattito sulle questioni Rai all’interno delle regole e dei confini aziendali”.

Clicca >> qui sotto per continuare l’articolo sul Tg1 di Augusto Minzolini e la polemica sugli ascolti

Pubblicità

TG1 E TG5 A CONFRONTO – fatto sta che lo scontro continua. Mai dati realmente come stanno? È il puntuale Tvblog ad aver fatto una verifica degli ascolti. Proprio confrontando questi dati, si vede che la situazione è sfumata, ed è vero che il Tg1 ha perso, ma ha perso anche il Tg5, sia pure in misura minore. Infatti, sotto la direzione di Clemente Mimun nel 2005-06 il Tg1 delle 20 era al 31% di share e il Tg5 al 28%.

 

Pubblicità

Nel periodo successivo, quello di Gianni Riotta, il Tg1 è salito al 33%, mentre il Tg5 ha veleggiato intorno 27%. Dopo il calo del 2007-08 (Tg1 al 32%, Tg5 fermo al 27%) sono i dati 2008-09 a mostrare un vistoso calo, ma per entrambe le testate: nel periodo 1 ottobre 2008-31 marzo 2009 il Tg1 scende di poco sotto la soglia del 30%, mentre il Tg5 tocca il 25. Con la gestione di Augusto Mizolini il Tg1 perde un ulteriore 1,47% rispetto al periodo 2008-09, toccando il 28% circa di share, il Tg5 cala anch’esso fino a toccare il 24,66%. “In sostanza – dice Tvblog – il Tg1 rispetto all’annata record del 2006-07 di Gianni Riotta ad adesso ha quindi perso il 4,72%, mentre il Tg5 dal 2005-06 è calato del 3,12%”.

 

Morale: la situazione pare più sfumata di quanto pensino i critici di Minzolini, perché Minzolini ha perso ascolti, ma la concorrenza lo ha “imitato”. Occorrerà probabilmente attendere altri sei mesi per avere dati più certi e la fisionomia di un trend più consolidato, che permetta di leggere meglio i dati attuali. La prudenza, dunque, è d’obbligo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori