PIETRO TARICONE/ Tra i più visti di Youtube i video su Pietro Taricone, anche Facebook dice addio al Guerriero

- La Redazione

La morte dellattore non solo ha incollato alla tv milioni di persone, ma anche sul web è enorme il numero delle manifestazioni daffetto

tariconeR375
Pietro Taricone, protagonista di Baciati dall'Amore

Pietro Taricone – laddio del web, tra Youtube e Facebook Ha colpito e commosso lItalia la morte di Pietro Taricone. Milioni di italiani hanno seguito con apprensione le ultime angoscianti ore di vita dellattore, mentre lottava tra la vita e la morte e poi quando si è diffusa la notizia che il Guerrirero non ce laveva fatta. Non cè stato telegiornale che in questi giorni non abbia parlato della morte di Pietro, dello strazio della mamma, del dolore di Kasia Smutniak, ma anche il popolo del web ha seguito le ultime ore di vita dellattore e sul web continuano i ricordi, gli addii di chi ha conosciuto lex concorrente del Grande Fratello solo attraverso il piccolo schermo.

E da due giorni su Youtube dominano i video su Pietro Taricone, tra i più visti: alcuni sono gli spezzoni dei tg che hanno dato lannuncio del terribile incidente e poi della morte. Altri sono la riproposizioni dei suoi best moment in tv, in particolare lUno contro tutti al Maurizio Costanzo show, altri sono video fatti da utenti per dare il proprio personalissimo addio allattore.

Facebook dà l’addio a Pietro Taricone – Anche su Facebook sono stati tantissimi gli addii a Pietro: la sua pagina conta ora più di 158mila fan e sulla bacheca son tantissime le espressioni di affetto, qualcuna anche di rinnovata incredulità per la disgrazia. Dal pomeriggio in cui si è diffusa la notizia del grave incidente, sono stati tantissimi i link dedicati a Pietro e ancora di più ne sono stati pubblicati dagli utenti del social network dopo che è stata comunicata la morte dell’attore.

 

Unica nota stonata, un link apparso il 29 giugno, che invitava a “fregarsene” (edulcorando l’espressione) della morte di Pietro Taricone. In tantissimi hanno chiesto che il link venisse rimosso. Per rispetto a Pietro e alla sua famiglia, che l’ha perso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori