LIFE/ Stasera la serie realizzata da Natural History Unit di Bbc su Rete 4. Prima visione italiana

- La Redazione

Stasera su Rete 4 parte la serie tv Life, a cura della Bbc. In prima visione assoluta italiana

life_R375

Life parte stasera in prima serata su Rete 4. E una serie di documentari realizzati da Natural History Unit di Bbc, in prima visione asosluta italiana. Natural History Unit è considerato il più importante dipartimento del mondo di riprese televisive dedicato alla natura e agli animali. Dieci episodi trasmessi due a ogni puntata, girati in alta definizione con un budget mai utilizzato per una serie documentaristica, ben 12 milioni di euro. La serie originale, quella inglese, era introdotta dalla voce di Sir David Attenborough, il più famoso commentatore naturalistico inglese, mentre negli Stati Uniti la voce era quella della presentatrice televisiva Oprah Winfrey.

Per la serie italiana la voce e il volto di Life sono quelli della giornalista Tessa Gelisio, conduttrice di PianetaMare, fondatrice e attuale presidente dellassociazione ambientalista forPlanet, che raccoglie fondi per patrocinare progetti di recupero e preservazione di habitat a rischio. La serie è incentrata sul tentativo di raccontare la lotta per la sopravvivenza di animali e piante, in tutto 130 storie di cui 54 mai in modo così approfondito e dettagliato come questo. Per portare a termine lintera serie, ci sono voluti quattro anni di lavoro.

Particolarissima la tecnologia usata: telecamere ad alta velocità in grado di registrare anche 8mila fotogrammi al secondo. Rendendo visibili particolari fino a oggi impercettibili a occhio nudo, tipo una lucertola che cammina sull’acqua. Life è stata nominata a 6 Emmy Awards, come Outstanding Nonfiction Series, Outstanding Cinematography for Nonfiction Programming, Outstanding Picture Editing for Nonfiction Programming, Outstanding Sound Editing for Nonfiction Programming (Single or Multi-Camera), Outstanding Sound Mixing for Nonfiction Programming, Outstanding Writing for Nonfiction Programming.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori