SUPERQUARK/ Anticipazioni ultima puntata, stasera, 30 agosto 2010. Viaggio nel corpo umano con Piero Angela. Rai Uno ore 21.20

- La Redazione

In prime time lultimo appuntamento della stagione con il programma di divulgazione scientifica condotto da Angela

pieroangela_R375

Superquark, anticipazioni ultima puntata, stasera 30 agosto 2010, Rai Uno ore 21.20 Superquark saluterà tutti i numerosissimi telespettatori italiani, numerosissimi (Superquark ha ottenuto ottimi risultati in termini di ascolti tv), con lultima puntata, che non è in onda nella addizionale collocazione del giovedì sera, ma apre la settimana nella serata di oggi, lunedì. Ancora interessantissimi servizi, documentari e reportage, come sempre presentati dal carismatico e insostituibile ideatore e conduttore del programma, Piero Angela. Nellappuntamento di stasera sarà proposto un percorso dalla giovinezza alla vecchiaia attraverso il documentario Viaggio nel corpo umano. Si affronterà poi il tema della sicurezza aerea in un servizio di Lorenzo Pinna e Gian Marco Mori: secondo le statistiche, in Europa e negli Stati Uniti gli incidenti sono, con un sinistro ogni 5 milioni di voli.

LAgenzia Nazionale per la sicurezza del volo mostrerà quindi la conformazione di una scatola nera e cosa accade durante un volo. Si parlerà di cardiologia con Giovanni Carrada e Andrea Pasquini che dalla Mayo Clinic di Rochester, negli Stati Uniti, seguiranno la sperimentazione di un nuovo dispositivo elettronico per cardiopatici.

Circo Massimo, a Roma, è il più grande edificio dedicato alle gare sportive mai costruito dalluomo: Alberto Angela e Gian Piero Orsingher ne raccontano la lunga storia, dal sesto secolo a.C. ai giorni nostri.

Ancora medicina, per affrontare la pratica dell’autopsia: le nuove tecnologie permettono di esaminare i cadaveri in modo non invasivo, come dimostrerà il reportage proveniente dall’Università di Berna. Accanto all’anatomo-patologo, lavorano ingegneri informatici e matematici. La rubrica “Come si fa” presenterà i segreti dei timpani, strumenti che a percussione presenti nell’orchestra e che sono stati molto apprezzati da Beethoven, Wagner e da grandi compositori del ‘900, come George Gershwin.

 

Cristiano Barbarossa illustrerà poi il lavoro del prestigioso Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro di Roma, dove le tecnologie più moderne della fisica, della chimica e della meccanica si applicano ai dipinti murali, ai quadri, alla ceramica, ai metalli e alla carta. Tutto nel rispetto dei materiali originali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori