IL PECCATO E LA VERGOGNA/ Anticipazioni trama terza puntata, stasera, 8 settembre 2010, Canale 5 ore 21.20. La fuga dei Fontamara

- La Redazione

Continua la fiction con Gabriel Garko e Manuela Arcuri

Pubblicità

Il peccato e la vergogna, anticipazioni trama terza puntata, stasera, 8 settembre 2010, Canale 5 ore 21.10 Il peccato e la vergogna, dopo un esordio esplosivo in termini di ascolti, torna stasera in prime time su Canale 5 con la terza puntata. NellItalia vessata dalle leggi razziali e dalla Seconda guerra mondiale continua il dramma a tinte forti di Nito (Gabriel Garko) e Carmen e stasera vedremo consumarsi la vendetta di Nito ai danni della famiglia Fontamara, che rischia la deportazione. E a proposito di Nito, sta circolando la notizia dellaggressione di cui è stato vittima Gabriel Garko domenica scorsa. Secondo quanto riportato da molti siti, lattore sarebbe stato minacciato da un uomo armato mentre in auto stava facendo ritorno a casa presso i Castelli romani, dopo aver partecipato a una festa.

Alla pagina seguente le anticipazioni e la trama dellepisodio della fiction.

Il peccato e la vergogna, trama terza puntata, 8 settembre 2010 – Canale 5 ore 21.20 – Mentre Nito continua la sua ascesa e viene nominato commissario, Carmen si presenta a Gaeta per informare Giancarlo della sua gravidanza, ma con rabbia e dolore apprende che il giovane rampollo non ha alcuna intenzione di assumersi le proprie responsabilità. Carmen decide allora di vendicarsi, seducendo Giulio, il fratelli di Giancarlo: questi, da sempre innamorato di lei, ben presto le chiede di sposarlo.

 

Pubblicità

Intanto, Francesco e Elena Fontamara preparano la loro fuga in America, attendendo il momento giusto per svelare ai figli la verità sulle loro origini. Sono ebrei e rischiano la deportazione a causa delle leggi razziali Nito intanto seduce Elisa Fontamara. La situazione precipita proprio la sera della festa di debutto in società della piccola Fontamara perchè Nito, ossessionato dall’idea che Carmen sposi Giulio, organizzerà una tragica vendetta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori