LA STORIA SIAMO NOI/ Andreotti: Ambrosoli? Se lera cercata

- La Redazione

Nella puntata di stasera de La storia siamo noi Giulio Andreotti dice la sua sulla morte di Giorgio Ambrosoli. Non c’è dubbio che la sua opinione in merito susciterà non poche polemiche.

GiovanniMinoli_R375
Pubblicità

I – Nella puntata di stasera de La storia siamo noi Giulio Andreotti dice la sua sulla morte di Giorgio Ambrosoli.Non cìè dubbio che la sua opinione in merito susciterà non poche polemiche.

La puntata in onda stasera de La storia siamo noi di Giovanni Minoli, su Raidue alle 23.50, provocherà qualche eco scandalizzato. Il programma racconterà di Giorgio Ambrosoli e del crac Sindona. Di come Ambrosoli venne nominato unico commissario liquidatore della Banca Privata Italiana del faccendiere, del contesto in cui Sindona arrivò ai vertici della finanza italiana, grazie alle sue affiliazioni massoniche e mafiose, e di come, la notte dell11 luglio del 79, Ambrosoli fi freddato con quattro colpi di pistola, da un sicario pagato da Sindona, per aver voluto fare fino in fondo il suo dovere, senza compromessi alcuni. IN tutto ciò, una dichiarazione di Giulio Andreotti, raggiunto dal programma, per molti rappresenterà una nota decisamente stonata.

CLICCA >> QUI SOTTO PER LE DICHIARAZIONI DI ANDREOTTI

 
Quando a Giulio Andreotti viene chiesto perché Giorgio Ambrosoli sia stato ucciso, il senatore a vita 7 volte presidente del Consiglio, risponde, senza tradire emozione alcune, come nel suo stile: «Questo è difficile, non voglio sostituirmi alla polizia o ai giudici, certo è una persona che in termini romaneschi se l’andava cercando». Una frase butta lì, certo, Da contestualizzare in rapporto al personaggio, e al fatto che visse in prima persona quegli anni e quegli episodi. E che, semplicemente, avrà lanciato ironia. Di certo, le polemiche non mancheranno.

Pubblicità


Leggi anche: FESTIVAL DI VENEZIA 2010/ 30 anni fa il Leone d’oro a “Una notte d’estate/Gloria” di John Cassavetes, di L. Locatelli

Leggi anche: SCENARIO/ Pansa: Napolitano ci pensi, o si vota o è guerra civile



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori