CHE TEMPO CHE FA/ Riassunto puntata 16 gennaio 2011 con Gianfranco Fini

- La Redazione

Gianfranco Fini a Che tempo che fa, ospite di Fabio Fazio, parla del caso Ruby ma anche del lavoro dei giovani e del futuro della maggioranza.

fini-fazio-r400
Gianfranco Fini a Che tempo che fa

Che tempo che fa, riassunto puntata 16 gennaio 2011 Gianfranco Fini a Che tempo che fa, ospite di Fabio Fazio, parla del caso Ruby ma anche del lavoro dei giovani e del futuro della maggioranza. «Spero che l’Italia non viva per i prossimi due mesi una sorta di telenovela permanente delle vicende che riguardano Berlusconi e che lascia fuori dalla attenzione di tutti i grandi problemi del Paese, ha osservato Fini a Che tempo che fa.

E il presidente della Camera ha aggiunto che «andare a votare non servirebbe a nessuno ma non lo escludo. Ma se si va a votare è un fallimento per la legislatura e un fallimento anche per il governo Berlusconi. In ogni caso in Italia c’è una Costituzione che affida al Capo dello Stato il compito di sciogliere le Camere dopo aver verificato se non c’è unaltra maggioranza in Parlamento.

 

 

Che tempo che fa, riassunto puntata 16 gennaio 2011 – Anche Antonio Albanese, in arte Cetto La Qualunque, ieri ha partecipato a Che tempo che fa, trasmissione da cui è partito il suo successo di attore comico, ripetendo il suo motto esilarante «liberté egualité e comunquemente e sempremente – ma stasera non credo proprio – sobrieté».

 

Tra gli ospiti infine anche Luca Zingaretti, attore cinematografico, televisivo e teatrale, famoso soprattutto nel ruolo del commissario Montalbano. Nel corso di Che tempo che fa, Zingaretti ha parlato del suo ritorno in teatro, dopo 14 anni, con il reading La Sirena, tratto dall’ultimo racconto di Giuseppe Tomasi di Lampedusa e pubblicato postumo col titolo Lighea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori