BAILA!/ Eliminati Kristian Ghedina e Susana Werner. Le polemiche non faranno s-bailare gli ascolti? Puntata 10 ottobre 2011

- La Redazione

La terza puntata del format tanto discusso condotto da Barbara D’Urso. Le liti indiretta risolleveranno i risultati? E viene eliminata la prima squadra di vip e nip

baila_dursoR425
Barbara D'Urso

Baila!: eliminati Kristian Ghedina e Susana Werner. La terza puntata, 10 ottobre 2011. Baila… rischia di s-bailare con gli ascolti? Le liti con cui si aperta la diretta della terza puntata potrebbero aver dato quel ritmo per far ripartire il tanto discusso format di Canale 5. Dopo la roboante sigla iniziale Barbara D’Urso apre le danze con l’annuncio dello scontro diretto tra le squadre in gara. L’ultima classificata sarà eliminata senza prova d’appello, vip e nip. E prima di dare il via alla sfida ha mandato in onda un rvm da cui si è poi scatenato l’inferno. Nelle sale prove si sono scatenate critiche feroci contro Marcella Bella, peraltro vincitrice delle prime e uniche due puntate insieme a Max Laudadio (anche l’inviato di Striscia la notizia non si è risparmiato in botta e risposta): il j’accuse verteva sulla facilità delle corografie della Bella rispetto a quelle di Martina Colombari e Luca Marin, prime coppie con relativi ballerini nip allo scontro diretto. E così si sono ribaltate le parti e i vari paso doble, tanghi e rumbe sono diventate l’intermezzo tra una polemica e l’altra. Ad aggiungere fiele Costantino Vitagliano, che per qualche minuto ha rivestito i panni del tronista “rissoso” alla Uomini e donne. Polemica o no, poco è cambiato e Marcella Bella con Laudadio e i loro ragazzi si sono aggiudicati lo scontro diretto e accederanno direttamente alla prossima puntata. Le polemiche, più o meno ampiamente mostrate, risponderanno alla “legge” secondo la quale gli ascolti in tv sono direttamente proporzionali alle risse. Secondo atto, o meglio secondo round visto il clima più da boxe che da balletto: Kristian Ghedina e Susana Werner vs Costantino Vitagliano ed Elisabetta Gregoraci Briatore. Anche in questo caso le parole hanno sovrastato i passi di danza. Vitagliano in un rvm ha detto chiaramente che Ghedina non avrebbe dovuto essere a Baila!. Ergo è partita la polemica. Completamente oscurata la “mission” del format: realizzare il sogno di uno dei concorrenti non famosi. Ma se lo ricorda Costantino. Grande impegno da parte della poderosa giuria, Rossella Brescia, Al Bano, Arianna Bergamaschi e le “tecniche” Caterina Arzenton e Simona Fancello, di ritagliarsi uno spazio, ma non è stato facile. Si ritorna al ballo con l’innata esuberanza di Costantino, abilmente assecondato da Elisabetta Gregoraci e con le posizioni da discesa libera di Ghedina, stemperate dalla naturalezza nel ballo di Susana Werner. Vincono il secondo scontro diretto Elisabetta Gegoraci e Costantino Vitagliano e passano direttamente alla prossima puntata. Terzo scontro diretto: il team di Paolo Seganti e Marianna De Micheli sfida la squadra di Raffaella Fico e Gianmarco Pozzecco. E anche in questo caso i passi di danza cedono il passo alle polemiche. Ma la signorilità di Seganti e De Micheli abbinata alla simpatia di Pozzecco spengono i focolai di ipotetica lite. In forma breve. Poi via con il tango… Si salva la squadra di Marianna De Micheli e Paolo Seganti. (continua alla pagina seguente)

Arriva la sfida finale: le tre squadre perdenti, Colombari Marin, Ghedina e Werner, Fico e Pozzecco scendono di nuovo in pista. L’ultima classificata lascerà il programma, facendo così perdere la possibilità ai rispettivi ballrini non famosi di poter realizzare il sogno. Il primo verdetto spetta alla giuria, che deve salvare una delle tre squadre. Ma prima di decidere vogliono rivedere la coppia nip di Pozzecco e Fico. I giurati salvano Colombari, Marin e squadra, che approdano direttamente alla quarta puntata. Lo scontro per l’eliminazione è tra Susana Werner e Kristian Ghedina contro Raffaella Fico e Gianmarco Pozzecco. Viene eliminata la squadra di Kristian Ghedina e Susana Werner per volontà del pubblico del televoto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori