DISTRETTO DI POLIZIA 11/ E morto Luca Benvenuto (Simone Corrente). Il ritorno di Anna Gori. Anticipazioni terza puntata e riassunto seconda

- La Redazione

La sintesi del secondo appuntamento della fiction di Taodue. Drammatico finale per luscita di scena del personaggio interpretato da Simona Corrente. Laccaduto

distretto-di-polizia10-correnteR375
Simone Corrente

Luomo sbagliato al posto sbagliato, così lha definito il cattivo di Distretto di Polizia 11, Antonio Corallo, prima di sparare a Luca Benvenuto (Simone Corrente) uccidendo lormai ex commissario del Decimo Tuscolano. Ora indagini e responsabilità a Leonardo Brandi (Andrea Renzi), e lundicesima stagione del Distretto di Polizia entra nel vivo. Attimi drammatici subito allinizio della seconda puntata della fiction Mediaset-Taodue in onda su Canale 5. Gli uomini del Decimo ricevono la chiamata del ritrovamento di un cadavere allacquedotto: è Luca Benvenuto ed è Ugo Lombardi (Marco Marzocca) ad arrivare sul posto e a scoprire che lamico e il capo di una vita non cè più e si dispera. Man mano arrivano tutti i colleghi, Barbara Rostagno (Lucilla Agosti) e Brandi e il nuovo commissario: nonostante il profondo dolore cè la rabbia per iniziare subito le indagini per scoprire la verità su questa morte. Gallo frena gli entusiasmi dicendo che non è il Decimo che deve occuparsene, ma Leo insiste e i suoi uomini iniziano ad indagare.Luca è stato ucciso dopo aver cercato di sfuggire a Corallo. Dallautopsia emerge che Benvenuto ha avuto una straziante agonia prima di morire; la cosa distrugge tutti, in particolare Pietro Esposito (Dino Abbrescia) che reagisce malissimo. Leo va in carcere da Liverani perché Luca era sulle sua tracce quando ha cercato la escort Caterina Ratnikova. Per far parlare luomo Brandi gli dice che gli fa vedere Alice sua figlia. Luomo nega di conoscere Caterina. Mentre Valentina (Valentina Cervi) occupa da sola il nuovo appartamento, Leo cerca conforto dalla sua famiglia, che lo ospita per la notte. Il Distretto deve affrontare un drammatico caso: Riccardo, un bambino, viene rapito mentre gioca a calcio con gli amici. Per la morte di Luca torna a Roma Anna Gori (Giulia Bevilacqua): a lui Luca aveva lasciato unintensa e struggente lettera che Leonardo legge a tutti i colleghi. Arriva la telefonata della scomparsa del bambino di otto anni; indagano Pietro e Barbara. Il cellulare di Luca si riattiva, Leo e gli altri seguono le cellule. Per ora è lunica pista che potrebbe condurli agli assassini. Il telefono è nelle mani di una ragazza. Rostagno e Esposito iniziano le indagini sulla scomparsa di Riccardo interrogando i dipendenti del padre, un ricco imprenditore; scoprono che è pieno di debito e che tra lui e la moglie ci sono forti incomprensioni. Il telefono di Luca è stato bloccato da Angelo Sanna, detto Pulcino, uno spacciatore pregiudicato. Ma sorgono i primi guai perché le indagini del Decimo sulla more di Luca si incrociano con quelle della Squadra Mobile. Gallo circa di mediare, Brando non vuole perdere il caso, ma lindagine è molto vasta. La mamma di Riccardo avverte i poliziotti che il marito se nè andato di casa. Riccardo è nelle mani di un uomo che conosce il padre, chiuso in un furgone. Si indaga su un concessionario e Pietro lo fa parlare con modi rudi e su una telefonata che Fabio Baldani, il padre del bambino, ha ricevuto. Nel frattempo Leo e Pietro seguono le tracce di Baldani, che si incontra con il rapitore del figlio. Un uomo che vede i due, che si aggrediscono, segnala la cosa alla Polizia. I poliziotti intervengono e fermano Baldani, che ha ucciso luomo. Fabio racconta che era stato il morto a rapire il bambino, ma non sa dove sia Riccardo. Anna Gori torna al commissariato per prendere gli oggetti di Luca, Barbara lo accompagna: è il loro modo per dire addio allamico. attraverso foto, oggetti e indelebili ricordi. Anna trova un misterioso foglio che potrebbe essere utile per le indagini. Leo i suoi uomini trovano il furgone in cui è stato tenuto in ostaggio Riccardo, ma del bambino nessuna traccia. (continua alla pagina seguente)

Alla fine lo trovano, sta bene ed era nella casa di un ricettatore che aveva rubato il furgone e si era accorto del bambino, che era stato tenuto in casa dalla moglie. Alla fine lo lasciano andare. Anna ha trovato la ricevuta di un’officina che risale al giorno della sua morte. Non torna il conto dei chilometri: il luogo del ritrovamento del cadavere di Benvenuto non corrisponde al luogo in cui è stato ucciso. Leo torna da Liverani e gli porta Alice, in cambio riceve indicazioni per far parlare Pulcino: deve cercare l’ “indiano” Gelo. Antonio Corallo intanto apprende dal telegiornale che le indagini del Decimo sulla morte di Luca verso gli affari criminali che lui gestisce. Gallo e Brandi indagano sul killer “Gelo”, Giovanni Ielo. Al club dove tramano i criminali legati a Corallo e lavora la escort Mara Fermi (Miriam Leone), compare Valentina la misteriosa ragazza che occupa l’appartamento che voleva acquistare Leonardo. Anche lei è una ecort? Legati alla criminalità ci sono esponenti della politica e del mondo imprenditoriale: Cayard, un armatore e un uomo del Ministero degli Interni. Pulcino viene minacciato da da un uomo e viene intercettato da Gallo. In realtà non si tratta di Gelo, ma di Leonardo. Gallo si prepara a intervenire con la Mobile. Cosa accadrà?

 

Anticipazioni terza puntata: L’operazione va a buon fine, ma le indagini sono solo all’inizio. Una escort viene uccusa ed è legata ai criminali che fanno capo a Corallo. Intanto Mara e Valentina entrano in contatto, lavorando per i criminali, con gli uomini del Decimo. E’ nel giro delle escort che si dovrà indagare per scoprire chi ha ucciso Luca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori