POMERIGGIO CINQUE/ Nella giornata contro la violenza sulle donne si parla di Yara e Melania Rea

- La Redazione

Come preannuncia la conduttrice, una parte di questa puntata sarà dedicata alla giornata contro la violenza sulle donne, che cade proprio oggi 25 Novembre

Durso_BarbaraR400
Barbara D'Urso (Foto Imagoeconomica)

Pomeriggio Cinque, Puntata del 25 Novembre 2011 – Come preannuncia la conduttrice, una parte di questa puntata sarà dedicata alla giornata contro la violenza sulle donne, che cade proprio oggi 25 Novembre. Non mancheranno gli aggiornamenti sui fatti di cronaca, tutti al femminile. Per terminare, una piccola sorpresa targata Walt Disney. 
Si comincia con la storia di una bambina che non ha fatto in tempo a diventarlo: si tratta della piccola Yara. Il caso sembrava risolto sin da subito con l’intercettazione di una frase di Mohammed Fikri. Ma si trattava di un buco nell’acqua, che ha fatto riaprire il caso, tuttora irrisolto. Tre mesi dopo il suo corpo è stato ritrovato in un cantiere vicino casa sua, senza che si siano trovate tracce dell’assassino. 
Un’altro omicidio ancora irrisolto è quello di Melania Rea: nuove analisi sul Dna di una traccia di sangue, ritrovata sulla coscia destra della moglie, potrebbero scagionare Salvatore Parolisi. E inoltre, tracce di una giacca potrebbero migliorare ancora la sua posizione, visto che egli, il giorno dell’omicidio, indossava una maglia a maniche corte. 
Si passa poi a qualcosa di più leggero. Barbara manda in onda delle curiose immagini sulla tangenziale di Parma: un toro sembra aver bloccato il traffico. Delle altre immagini inedite ritraggono Renato Zero, divenuto nonno. Sembrano oramai lontani anni luce gli anni in cui il re dei “sorcini” calcava i palcoscenici tra lustrini e paillettes. Ora, col suo look sobrio, viene visto per le strade di Roma mentre passeggia con le sue nipotine. Si è svolto, in una cornice magia, il ballo delle debuttanti, serata da fiaba che si tiene alla Reggia di Venaria Reale di Torino. Qui, le debuttanti sono state guidate dalle braccia dei cadetti. Le telecamere di Pomeriggio 5 hanno curiosato nell’evento. Altre immagini esclusive parlano di Nina Moric e Pasquale Granada: la modella sembra di nuovo innamorata dell’imprenditore, e i due sono stati visti passeggiare insieme per le vie di Milano. 
Nella vicenda Albano-Romina, altri tristi risvolti: con una nota diffusa dal suo avvocato, la Power ha attaccato Albano, chiedendogli di non diffondere più notizie video attinenti alla loro storia. In giro per alcune trasmissioni, Romina continua a insistere sul fatto che il suo ex marito trattasse male Ylenia. 

E’ il momento di parlare di lotta alla violenza sulle donne: quest’anno, come spiega Barbara, sono state uccise 100 donne. Un servizio di Rossella Russo, parla di alcune vittime di questa strage continua. Accanto a casi eclatanti avvolti nel mistero, vi sono altri in cui gli assassini confessano: a loro è dedicata una carrellata di immagini. Tornati in studio, Barbara, molto legata da anni a questo tema, ha alcuni ospiti in studio: si tratta della signora Camilla, Leonardo e Giovanna, le cui figlie sono state vittima di assassini. Daniela Santanchè, Paola de Micheli del PD e Marco Meloni sono presenti per un dibattito su questo tema. La d’Urso comincia leggendo una lettera pervenuta in studio: è una figlia disperata, che giorno per giorno vede la mamma picchiata e che non è in grado di reagire. 
La prima a parlare in studio è la signora Camilla, madre di Anna Rosa. Essa spiega tutte le fasi del “baratro” che ha portato all’uccisione di sua figlia. In un sottile gioco psicologico, l’omicida teneva sotto scacco sua figlia, vittima di molte violenze. Per evitare che essa andasse via di casa, l’uomo la privava di tutte le cose necessarie per vivere, e lo stesso faceva con il figlio avuto assieme. Dopo varie peripezie, non digerendo il fatto che il bambino avuta con Anna Rosa fosse stato affidato alla nonna, il ragazzo massacra con 18 coltellate la donna. Inoltre, il marito “orco”, prima di commettere quest’omicidio, aveva persino minacciato la suocera di morte, non rispettando gli arresti domiciliari impostigli dopo una denuncia per stalking. La Santanchè parla delle nuove leggi sullo “stalking”, spiegando che, allo stato attuale, quell’uomo sarebbe stato subito arrestato. Il vero problema, dice l’ex ministro, sono i magistrati, i quali non si immedesimano in alcun modo nelle vittime. 
A seguire, un servizio dell’omicidio di Simona, figlia di Leonardo e Giovanna, uccisa con un colpo di pistola dall’ex(un Carabiniere) e gettata poi in un fiume. Il giudice, in questo caso, ha chiesto l’ergastolo per l’uomo. Paola de Micheli del PD, spiega come a maggior ragione, i rappresentanti delle forze dell’ordine debbano essere puniti per i loro reati. 

In studio, Aldo Berardinelli, uno “stalker” che è riuscito a confessare il suo reato. E’arrivato infatti a seguire la sua donna in preda alla rabbia, per confessare poi l’entità dei suoi problemi psicologici ai Carabinieri. L’uomo suscita un’accesa reazione nella Santanchè, che accusa l’uomo con parole dure: “le persone come voi non mi fanno pietà”, taglierà corto la donna. Stesse parole severe usa la conduttrice: “non si può far passare per amore la violenza e il possesso”. Poi, commossa, è proprio lei a leggere una poesia pervenuta in redazione, che racconta l’argomento della violenza in poche ma significative frasi. 
Terminata la pausa, una piccola sorpresa per i bambini: direttamente dal Disney Live, il personaggio dei cartoni “Tigro” fa la comparsa in studio con un sontuoso balletto. Arriva poi il momento del Tg5, la seconda parte del programma sarà dedicata come di consueto al Grande Fratello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori