ZELIG 2011/ Video, ultima puntata 1 aprile 2011, Gioele Dix: non sopporto gli invadenti

- La Redazione

Zelig 2011. Video, ultima puntata 1 aprile 2011, Gioele Dix: non sopporto gli invadenti. Quelli che hanno la specialità di chiamarti nei momenti meno opportuni, sembra che abbiano il radar

Zelig_GraffitoR400
Zelig

Zelig 2011. Video, ultima puntata 1 aprile 2011, Gioele Dix: non sopporto gli invadenti – Tra i comici di ieri sera nellultima puntata di Zelig 2011 Gioele Dix che ha divertito il pubblico con uno sketch esilarante sugli insopportabili invadenti. Quelli che hanno la specialità di chiamarti nei momenti meno opportuni, sembra che abbiano il radar. Tu stai scaricando i bagagli dalla macchina, per farlo stai bloccando due linee degli autobus, piove e non hai neanche lombrello e lui: Pronto! Come stai? Ti disturbo. E tu Ecco guarda mi prendi in un momento un po. Non ti preoccupare ti rubo solo due secondi. Ti ricordi tre anni fa. Eh però come lhai presa larga. Cerchi allora di tirare fuori qualche scusa: Guarda sto per entrare in una riunione, dici. Non hai mai avuto un ufficio, ma speri che quello ci caschi, comunque lui continua, insiste e allora dici Scusa sto entrando in una galleria. E quello Scusa ma una riunione in una galleria?. Ah ma allora ascolti. E gli rispondi: Sì una riunione in galleria, dellAnas. Quello: Ah, perché adesso lavori allAnas?. Sì, sai ho fatto strada..!.

Non cè scampo, tipo i vicini di casa, quella che il radar ce lha proprio in cucina. Tu sei sul pianerottolo e lei esce fuori Ah buonasera!, come se non lavesse fatto apposta. Finge di bagnare le piante anche se sono di plastica. Tornato dal calcetto come tutti i giovedì sera?. Lei sa tutto di te. Poi vedi che allunga il collo per guardare dentro nellappartamento e dice: Ah, ha cambiato colore nellingresso, vero? Fatto bene aveva bisogno di una bella rinfrescata. Ti controlla: Mangiato le lasagne lei ieri sera? E stasera che cosa facciamo?. Guardi io non lo so ma le se si facesse una bella teglia (risate del pubblico) sì di quelli, signori! Sono ottimi! Ma il paradosso è che la volta che trovi la porta sfondata, il tuo appartamento svaligiato Toh! Lei non cè. Perché la regola dellinvadente è questa: mi faccio sempre gli affari degli altri, ma caso mai fosse utile, allora mi faccio i c. miei.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori