KAROL UN UOMO DIVENTATO PAPA/ Anticipazioni della puntata in onda stasera, 30 aprile 2011, ore 21.10 Canale 5

- La Redazione

Karol un uomo diventato papa Anticipazioni della puntata in onda stasera, 30 aprile 2011, alle 21.10, su Canale 5. La fiction sul Pontefice polacco che sarà beatificato domani

Wojtyla_MessaR400
Giovanni Paolo II (Foto Ansa)

Karol un uomo diventato papa Anticipazioni della puntata in onda stasera, 30 aprile 2011, alle 21.10, su Canale 5 – Non sono passati molti anni dagli orrori della Seconda Guerra Mondiale. Karol Wojtyla ha poco più di trentanni. LUnione Sovietica e il governo polacco stanno imponendo lo stalinismo togliendo ogni libertà e con inaudite violenze. Il Cardinale Stefan Wyszinsky Primate di Polonia non vuole riconoscere la totale sottomissione della Chiesa al potere comunista. Viene arrestato. Il Tygodnik Powszechny, una delle più importanti pubblicazioni cattoliche e rifugio letterario di Wojtyla viene chiuso. Altri sacerdoti e attivisti cattolici vengono arrestati e alcuni di essi condannati a morte. Wojtyla ormai sacerdote viene incaricato dellinsegnamento di etica alluniversità di Lublino, lunica università cattolica tollerata dal regime. Kordek invia una giovane spia alle sue lezioni per poter indagare sulle sue possibili attività anticomuniste. Il governo comunista poi libera Wyszinsky che nomina Karol vescovo. Così alla morte dellarcivescovo di Cracovia, il governo esclude la candidatura di Wyszinsky, troppo apertamente ostile al regime ed elegge Wojtyla. Siamo nel 1967. Kordak preoccupato continua a controllarlo, ma non riesce a sventare in tempo il sostegno di Wojtyla agli operai di Nowa Huta. Nowa Huta sarebbe dovuta rappresentare la città nuova per luomo nuovo, un uomo che non ha più bisogno di Dio, più di duecentomila abitanti e nessuna chiesa.

 

Kordak alla scoperta della sua celebrazione della messa di Natale, nel nuovo quartiere operaio di Nowa Huta, manda l’esercito e la polizia, nel tentativo di far sgomberare la folla, pronto a far sparare e  a far tacere Wojtyla. Il tentativo però fallisce, i soldati non sparano. Wojtyla tra le tante iniziative organizza anche un seminario clandestino per i giovani preti in fuga dalla vicina Cecoslovacchia. Alla morte del Papa Giovanni Paolo I, il Sinodo Vaticano non trova subito un successore. Il cardinale Koenig propone la candidatura di Wojtyla che vince con un’ampia maggioranza di voti. E’il 16 ottobre 1978. Inizia il pontificato di Giovanni Paolo II.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori