NO PROBLEM/ Trama del film in onda stasera, domenica 22 maggio 2011, su Canale 5 alle 21.10

- La Redazione

Questa sera su Canale 5 verrà trasmesso alle 21.10 il film in prima visione televisiva No problem, per la regia di Vincenzo Salemme, che ne è anche sceneggiatore e protagonista

Salemme_VincenzoR400
Vincenzo Salemme (Foto Imagoeconomica)

Questa sera su Canale 5 verrà trasmesso alle 21.10 il film in prima visione televisiva No problem, per la regia di Vincenzo Salemme, che ne è anche sceneggiatore, oltre che attore protagonista. Nel cast del film ci sono anche Giorgio Panariello, Sergio Rubini, Giulio Maria Furente, Aylin Prandi e Leonardo Bertuccelli.

No problem è lultimo film (è uscito nel 2008) diretto dal regista napoletano che ha, dopo questa pellicola, recitato anche in Ex, Baaria, La vita è una cosa meravigliosa, A Natale mi sposo, Baciato dalla fortuna e Senza arte né parte. Nel 2009 ha inoltre condotto con Anna Falchi il programma tv trasmesso da Raiuno Da Nord a Sud…e ho detto tutto, senza dimenticare che lanno scorso è stato a teatro con Lastice al veleno.

Nato nel 1957, Salemme è entrato a 20 anni nella compagnia di Eduardo De Flippo. Negli anni Ottanta ha recitato nei film di Nanni Moretti Sogni doro, Bianca e La messa è finita. Il suo primo film da regista esce nel 1998. Si tratta de Lamico del cuore, cui seguono Amore a prima vista, A ruota libera, Volesse il cielo!, Cose da pazzi, Sms – Sotto mentite spoglie e, infine, No problem.

Ma vediamo la trama del film No problem: Arturo Cremisi (Vincenzo Salemme) è un attore protagonista di una fiction televisiva intitolata “Un bambino a metà”. Un giorno, fuori dagli studi di registrazione, si presenta un bambino di sette anni, Mirko (Leonardo Bertucelli), che lo chiama papà. Il bambino ha perso il padre e ha deciso quindi di sostituirne la figura con quella del protagonista della fiction tv. Enrico (Sergio Rubini), agente di Arturo, cerca di sfruttare la vicenda di Mirko per fini pubblicitari, ma Irene (Aylin Prandi), la madre del piccolo, si oppone.

Un giorno Mirko fugge di casa e ritorna con suo zio Antonio (Giorgio Panariello), che soffre di schizofrenia. Grazie a Mirko, Arturo ottiene un importante contratto pubblicitario, ma il bambino scappa con la madre e quando l’uomo riesce a ritrovarli…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori