ANNOZERO/ Michele Santoro lascia la Rai. Risolto il rapporto

- La Redazione

Rai e Michele Santoro hanno deciso di definire  il complesso contenzioso che altrimenti sarebbe stato demandato alla sede giudiziaria. In sostanza, Santoro abbandonerebbe la Rai. 

annozero_santoroR400
Immagine d'archivio

Alla fine è giunta la conferma. Da alcune ore stava circolando il rumor secondo il quale la trasmissione condotta da Michele Santoro, Annozero, fosse stata cancellata. Secondo quanto riferito da Corriere.it e Repubblica.it, nei palinsesti allesame di Viale Mazzini di Raiuno, Raidue e Raitre del programma non vi era traccia. Il talk politico di Santoro, con il vignettista Vauro e il giornalista Marco Travaglio, sparito nel nulla. Tra le ipotesi, la possibilità che Santoro avesse deciso di traslocare a La 7 con tutto il suo programma. Alla fine, è stato Viale Mazzini a fare chiarezza in merito alla questione. Lo ha fatto in un comunicato in cui ha spiegato che «Rai e Michele Santoro hanno inteso definire transattivamente il complesso contenzioso altrimenti demandato alla sede giudiziaria. Si è ritenuto infatti di far cessare gli effetti della sentenza del Tribunale di Roma, confermata in appello, in materia di modalità di impiego di Michele Santoro, recuperando così la piena reciproca autonomia decisionale. A tal fine le Parti hanno altresì convenuto di risolvere il rapporto di lavoro, riservandosi di valutare in futuro altre e diverse forme di collaborazione. Quindi? rimane aperta lipotesi di collaborazione, anche se non è certo ne si può dire che modalità assumerà. Rimane aperta, del resto, lipotesi di passaggio a La 7. 

Sembra, tuttavia, a quanto riporta Dagospia, che l’addio sia dipeso dal probabile rifiuto futuro della Cassazione a mandare in onda Annozero per via giudiziaria. Come buona uscita Santoro otterrebbe 3 milioni di euro. Dopo aver fatto due calcoli deve aver pensato che gli conveniva togliere il disturbo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori