MILANO-PALERMO IL RITORNO/ Trama del film in onda stasera 3 agosto 2011 su Canale 5 ore 21:20

- La Redazione

Questa sera Canale alle 21:20 manda in onda il film Milano-Palermo: il ritorno, datato 2007, sequel di Palermo-Milano solo andata del 1995

Milano_Palermo_RitornoR400
Una scena del film Milano-Palermo: il ritorno

Questa sera Canale alle 21:20 manda in onda il film Milano-Palermo: il ritorno. Non si tratta di una prima visione tv, anche se la pellicola risale al 2007 e quindi non è datata. Si tratta del sequel di Palermo-Milano solo andata, film del 1995. Entrambi sono diretti da Sergio Fracasso e in entrambi troviamo gli stessi attori nei ruoli principali.

In primis Raoul Bova che molto deve al primo film. Il suo personaggio, il Commissario Nino di Venanzio aveva avuto allora il compito di capitanare una squadra con il compito di scortare in auto da Palermo a Milano Turi Arcangelo Leofonte, un pentito di mafia che doveva deporre in Tribunale contro il boss Scalia, membro del clan dei Casalesi. A interpretare Leofonte cera Giancarlo Giannini, che ritroviamo anche nel sequel. Così come ritroviamo Romina Mondello (nei panni di sua figlia Chiara)  e Ricky Memphis (lagente Remo Matteotti).

Non rivedremo quindi attori del calibro di Rosalinda Celentano, Stefania Sandrelli, Tony Sperandeo, Valerio e Mastrandrea, Paolo Calissano e Stefania Rocca che avevano recitato nel primo film. Tuttavia nel sequel ci sono alcuni volti noti al pubblico come Simone Corrente (che ha recitato nella serie Distretto di polizia) e Gabriella Pession (che ha vestito i panni di Rossella nellomonima serie tv).

Ma vediamo, nella pagina successiva, la trama del film Milano-Palermo: il ritorno.

Il pentito di mafia Turi Arcangelo Leofonte lascia il carcere dopo undici anni. Grazie alle sue confessioni che hanno permesso l’arresto di molti membri del clan Scalia, gli viene permesso di trasferirsi all’estero dove incominciare una nuova vita sotto altro nome. Inoltre, ha ancora tutte le chiavi di accesso ai conti correnti della mafia e le affida a suo nipote Stefano, un ragazzino autistico. Non ha però fatto i conti con Rocco Scalia, figlio del boss che cerca vendetta e che fa rapire Stefano per portarlo in Sicilia.

Una parte della squadra che portò Leofonte a Milano dodici anni prima si riunisce e, insieme a nuovi elementi, comincia una caccia al giovane Scalia per salvare il bambino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori