IN QUESTO MONDO DI LADRI/ Trama del film in onda stasera 4 agosto 2011 su Canale 5 – ore 21:20

- La Redazione

In questo mondo di ladri è un film commedia italiano del 2004 diretta da Carlo Vanzina, con Valeria Marini, Carlo Buccirosso, Max Pisu, Biagio Izzo, Leo Gullotta e Ricky Tognazzi.

in_questo_mondo_di_ladri_valeria_mariniR375_17giu10
Valeria Marini (al centro) è ospite de La notte degli chef

In questo mondo di ladri è una commedia italiana del 2004 diretta da Carlo Vanzina, con Valeria Marini, Carlo Buccirosso, Max Pisu, Biagio Izzo, Leo Gullotta e Ricky Tognazzi. Di seguito la trama del film: Fabio, onesto impiegato di banca, Monica, amante di un uomo sposato, Nicola, proprietario di un cinema fallito, Walter, ristoratore indebitato, e Lionello, chirurgo plastico in crisi professionale a causa di un intervento malriuscito, sono cinque onesti lavoratori, accomunati dal destino nell’ acquisto di una multiproprietà, il Residence Miramonti, sito a Livigno. Arrivati sul luogo si accorgono che l’abitazione non esiste; dopo aver denuciato la truffa, si riuniscono nel ristorante di Walter per approfondire la loro conoscenza. Tornato al lavoro, Fabio scopre che il fondo di diamanti sudafricani su cui aveva investito 150.000 euro e che aveva consigliato a molti investitori è fallito; assalito dalle lamentele dei clienti e insultato dalla moglie, il bancario comincia a prendere in considerazione l’idea di reagire, truffando a sua volta la banca, presa a simbolo di un sistema in cui trionfa la disonestà. Con una scusa si reca da Gastone, truffatore esperto agli arresti domiciliari e suo vicino di casa, con il quale parla e si lascia convincere a mettere in atto una truffa, sfruttando la sua posizione di impiegato onesto e al di sopra di ogni sospetto. La scelta dei complici ricade sui compagni di sventura, persuasi dalla necessità di denaro e uniti dal comune senso di disprezzo verso il sistema. La prima fase del piano consiste in una truffa assicurativa con cui guadagnare i fondi necessari a mettere in atto il resto del progetto: il prescelto è Lionello, che dovrà simulare un trauma cranico.

 

 

 

Investito e ricoverato, il medico finge di non riconoscere i complici e si accontenta del malloppo assicurativo. Uscito di scena Lionello, entrano nel gruppo Gastone, che finanzia in cambio del 10% del bottino, e Leonardo, ex-colonello dell’esercito e suocero di Nicola. Trovati i fondi, scatta la fase principale del piano. Monica interpreta la parte di Maria Rossi, compagna di un ricco petroliere russo proprietario di una squadra di calcio interessato a comprare Shevchenko dal Milan. Monica/Maria apre un conto e organizza l’incontro fra il direttore della banca e Igor Rabinovic, il fantomatico miliardario russo interpretato da Nicola: il personaggio viene reso realistico dalla suite presidenziale in cui avviene il colloquio, e da Walter che recita la parte della sua guardia del corpo. Convinto il direttore ad accettare la transizione di 50 milioni di euro, Leonardo viene mandato alle Isole Cayman, dove apre un conto su cui versa 5.000 euro da trasferire sul conto di Maria Rossi; durante il trasferimento Fabio riesce a trasformare i 5.000 euro in 50 milioni. Nicola e Monica riescono a farsi dare un anticipo di 2.500.000 prima che il bonifico vada a buon fine ma, appena ricevuti i soldi, vengono arrestati assieme ai complici. Messi in una sala e rilasciati tre ore dopo, comprendono di essere stati raggirati con un falso arresto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori