QUINTA COLONNA/ I risultati delle elezioni regionali siciliane e gli effetti della legge di stabilità (video). 29 ottobre 2012

- La Redazione

Una nuova puntata di Quinta Colonna è andata in onda ieri sera. Il talk show televisivo condotto come sempre da Paolo Del Debbio torna dunque ad affrontare i temi più caldi

Fotolia_telecomando_R439
Fotolia

Quinta Colonna, riassunto puntata 29 ottobre 2012 – Una nuova puntata di Quinta Colonna è andata in onda ieri sera, lunedì 29 ottobre. Il talk show televisivo condotto come sempre da Paolo Del Debbio torna dunque ad affrontare i temi più caldi del panorama politico, economico e sociale italiano. In questa puntata si è ovviamente parlato maggiormente dellesito delle elezioni regionali in Sicilia e di tutto ciò che legge di stabilità comporterà per le famiglie italiane. In studio sono presenti Rosario Trefiletti, presidente dellassociazione Federconsumatori, lesponente del Partito Democratico Sara Biagiotti, il deputato dellItalia dei Valori Francesco Barbato, lesponente del Popolo della Libertà Michaela Biancofiore e in collegamento da Roma ecco invece il sottosegretario allEconomia Gianfranco Polillo. Le piazze collegate in diretta sono invece quelle di Roma, Bergamo e Palermo. La prima parte della trasmissione viene dedicata alle condizioni economiche in cui gli italiani si ritrovano in questo momenti di grande difficoltà: si cerca soprattutto di calcolare quale possa essere limpatto della Legge di Stabilità qualora dovesse restare nella sua forma originale, vale a dire quella approvata qualche settimana fa dal consiglio dei ministri dopo una riunione durata otto ore. Come viene sottolineato in studio, bisogna considerare che tutti coloro che hanno un reddito oppure una pensione inferiore agli 8 mila euro allanno non sono soggetti allIrpef, quindi neanche al suo abbassamento stabilito dal governo. Il secondo punto cardine della legge è quello che prevede a partire dal mese di luglio del 2013 un aumento di un punto percentuale dellIva, mentre un ulteriore punto è la misura che fissa a un tetto massimo di 3 mila euro limporto detraibile con conseguenze molto pesanti soprattutto per quanti sono alle prese con un mutuo di una certa entità. Il quarto punto, che dovrebbe essere positivo per il rilancio della crescita delle imprese, prevede degli incentivi sotto forma di sgravi fiscali alle aziende in cui viene raggiunto un certo livello di produzione. Trefiletti fa presente come leffetto complessivo di tutta la legge sia un maggiore carico per le famiglie italiane che, nella media, viene quantificato intorno ai 200 euro lanno e che soprattutto penalizza i redditi più bassi. Dati che grosso modo vengono confermati dagli studi fatti da diverse associazioni e che parlano di un risparmio per gli italiani dovuto allIrpef pari a circa 4 miliardi di euro, che però viene compensato da un maggiore esborso dovuto allIva che porterebbe a costi e quindi entrate per lo Stato per circa 6 miliardi e 500 milioni di euro. A questo punto vengono mandati un paio di servizi che mettono in luce come la situazione sia grave e difficile per molti italiani che presto saranno alle prese con il saldo finale dellImposta Municipale Unica. Gli inviati evidenziano come ci siano sempre più tasse sulla pelle dei cittadini mentre di tagli per la casta, dopo un anno di governo Monti, ancora non se ne vede ancora lombra. 

Una parte della trasmissione viene dedicata anche all’esito delle elezioni regionali in Sicilia che hanno visto la vittoria del candidato Crocetta sostenuto dal Partito Democratico e dall’Unione di Centro. Una vittoria storica che vede per la prima volta dal dopoguerra la Sicilia essere governata da una amministrazione di centrosinistra. Viene sottolineato anche il risultato ottenuto dal Movimento Cinque Stelle che insieme ad un astensionismo record pari a quasi al 53%, evidenzia una forte disaffezione da parte degli elettori nei confronti dei partiti politici. In collegamento dal proprio quartier generale, arrivano ai microfoni dell’inviata di Quinta Colonna, il neogovernatore siciliano Crocetta che oltre sottolineare l’enorme soddisfazione per il risultato conseguito, conferma la sua forte volontà di ribadire una lotta concreta alla mafia e come le prime operazione che verranno fatte saranno quelle di tagliare le tante e costosissime nonché ingiustificate consulenze esterne che i suoi predecessori avevano istituito. Inoltre, Crocetta promette che gli stipendi dei consiglieri regionali che nel caso della Sicilia essendo una regione a statuto speciale sono a tutti gli effetti dei deputati, saranno tagliati in maniera netta a partire proprio dal suo. Infine, arriva in collegamento il sottosegretario Gianfranco Polillo al quale ovviamente vengono poste tantissime domande riguardanti la legge di stabilità e sulle previsione sul quale potrebbe essere il periodo verosimile nel quale riuscire a vedere un po’ di luce. Polillo indica come la prossima primavera dovrebbe portare con sé segnali molto chiari in tal senso. PER IL VIDEO MEDIASET. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori