QUARTO GRADO/ Le fasi finali del processo a carico di Parolisi e la scomparsa di Angela Celentano. Anticipazioni

- La Redazione

Allindomani della battaglia in aula tra i periti per stabilire lorario della morte di Melania Rea, che non ha portato ad alcun risultato, Quarto Grado si occupa del processo a Parolisi

melania_rea_parolisi_r439
foto:Infophoto

Il processo a Salvatore Parolisi è al centro della nuova puntata di Quarto Grado, il programma Mediaset in diretta dal centro Palatino di Roma, questa sera in prima serata alle 21.10, su Rete 4. Allindomani della battaglia in aula tra i periti per stabilire lorario esatto della morte di Melania Rea, che non ha portato ad alcun risultato, Quarto Grado si occupa del processo a Salvatore Parolisi. La sentenza si avvicina. Cosa succederà? Tutto questo ma non solo, la trasmissione di approfondimento condotta da Salvo Sottile e Sabrina Scampini torna sull’omicidio di Yara Gambirasio continuando a seguire la pista del Dna, sul caso della piccola Angela Celentano scomparsa ormai sedici anni fa e della morte di Sarah Scazzi. Salvatore Parolisi, il marito di Melania Rea uccisa con 35 coltellate nei pressi di Somma Vesuviana è infatti tornato in aula per la fase dibattimentale del processo a suo carico. Un momento cruciale del processo che vede come punto cruciale la stima dellorario della morte di Melania Rea, che la difesa dellimputato, Salvatore Parolisi, ritiene punto debole dellaccusa. Questultima, attraverso il consulente tecnico Adriano Tagliabracci, la colloca in un lasso di tempo preciso del 18 aprile 2011, sulla base dei tempi di assimilazione della caffeina e sulla valutazione del contenuto gastrico. Questo spazio temporale, sempre secondo laccusa, coincide con lo stesso in cui lalibi di Parolisi non regge. La difesa, invece, sostiene che non è possibile stabilire il lasso di tempo della morte. Da qui la richiesta, accolta, di una superperizia nei fatti divisa in tre relazioni e affidata al medico legale Gianluca Bruno, alla genetista Sarah Gino e allentomologo forense Stefano Vanin. Spazi anche alle novità sull’omicidio di Yara Gambirasio e proprio in queste ore il giudice vuole andare a fondo sulla questione del dna ritrovato sul corpo della ragazzina, prima di archiviare le accuse a Mohammed Fikri, per ora unico indagato. Per questo, il pm dovrà depositare i verbali delle operazioni del ritrovamento del corpo della ragazza; quello riguardante l’estrazione di tracce del Dna, riconducibile all’assassino, trovato sul corpo di Yara e sui suoi vestiti. Giunge, invece, alle fasi finali il processo per l’omicidio della piccola Saha Scazzi a carico di Cosima Serrano e Sabrina Misseri. 

Sale la tensione, per l’udienza del processo fissata per il 23 ottobre prossimo, quando madre e figlia, accusate di omicidio, sequestro e soppressione di cadavere, saranno chiamate a testimoniare. “Quarto grado” torna, poi, sul caso di Angela Celentano, la bambina scomparsa sedici anni fa durante una gita con la famiglia sul Monte Faito. La famiglia è stata infatti contattata da una donna di nome Celeste che vive in Messico e che dice di esser Angela. La pista ha portato alla riapertura del caso su cui lavorano la polizia italiana in collaborazione con quella messicana.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori