CE POSTA PER TE/ Marco Bocci e Giulia Michelini da Squadra Antimafia 4. Insieme nelultima puntata e non solo 10 novembre 2012

Reduci dal grande successo della fiction di cui sono protagonisti, i due attori sono stati gli ospiti dellultimo appuntamento con il people show di Maria De Filippi

11.11.2012 - La Redazione
sam4_regista-castR439
Giulia Michelini è Rosy Abate

Da Squadra antimafia 4 a Cè posta per te: gli attori Marco Bocci e Giulia Michelini, che interpretano Domenico Calcaterra e Rosy Abate nella seguitissima fiction in onda su Canale 5, sono stati ospiti dellultima puntata del people show di Maria De Filippi, che si è concluso ieri sera, 10 novembre 2012. Bocci e Michelini sono arrivati insieme al people show e secondo quanto riportato da alcuni rumors, pare che non siano insieme solo per lavoro, ma anche nella vita. Ma ripercorriamo gli emozionanti istanti di Cè posta per te in cui la coppia di Squadra Antimafia 4v è stata protagonista. Maria De Filippi ha mostrato un filmato dei due attori nelle scene più significative di Squadra antimafia 4, quindi Marco e Giulia sono entrati in studio mano nella mano, accolti affettuosamente dal pubblico. Sono tre donne a chiamare Cè posta per te, Patrizia, Mary e Tina. Patrizia è la madre di Veronica, mentre Mary e Tina sono le migliori amiche di sua figlia. A scrivere la lettera è proprio Patrizia, la quale vuole chiedere scusa a sua figlia Veronica per non essere stata una mamma modello, perché lei è cresciuta per strada, ha lavorato da sempre in una fabbrica tutto il giorno e non è capace di esprimere tenerezza nei suoi gesti quotidiani. All’età di quattordici anni Veronica si innamora di un ragazzo, dal quale a diciotto anni avrà un figlio e a 19 anni i due si sposeranno, ma nel 2007 succede qualcosa di irreparabile, sua madre Patrizia deve allontanarsi da casa per molto tempo e Veronica è costretta a dividersi tra la sua nuova famiglia, costituita da suo marito ed i suoi due figli, e la sua famiglia natale, finendo così per trascurare suo marito, il quale comincia a frequentare un’altra donna della quale si innamora e con la quale va a vivere dopo la separazione da Veronica. I due si separano e Veronica reagisce in modo esemplare, non se la prende con il suo ex marito e con la sua nuova compagna, bensì si concentra sui suoi figli, dando loro tutto l’amore e le attenzioni che solo una mamma può dare, permettendo loro di vedere tranquillamente il padre e la sua nuova donna. Alla consegna della posta, a Napoli, Veronica appare già visibilmente emozionata, così come quando entra nello studio, mentre Maria De Filippi cerca di metterla a proprio agio. Viene aperta la busta e appare un carillon con all’interno una bambina che pochi secondi dopo le porta una foto e le indica chi c’è dall’altro lato della busta: è sua madre Patrizia che le vuole dire che nonostante sia stata e continui ad essere una mamma imperfetta, che continua a sgridarla e ad essere ingiusta con lei, le vuole un mondo di bene e non smetterà mai di volergliene. Veronica è particolarmente emozionata e non smette di piangere, Maria De Filippi si siede vicino a lei e comincia a leggere la lettera che Patrizia ha scritto per sua figlia. Continua alla pagina seguente. 

Anche le due amiche di Veronica, Mary e Tina hanno scritto qualcosa per lei, le vogliono bene come se fosse una sorella, e deve essere più fiduciosa perché è giovane ed è una splendida mamma. A questo punto entra in studio un bambino che le porta una scatola in cui vi sono due nomi che Veronica legge ad alta voce, sono proprio i nomi di Giulia Michelini e Marco Bocci, i quali scendono e vanno ad abbracciarla. I due attori si sono molto emozionati durante il racconto della sua storia e di tutti i problemi che Veronica ha dovuto affrontare, sono contenti ed onorati di essere considerati come il “momento di gioia” per una persona, tutto ciò nobilita ancora di più il mestiere che fanno. Giulia Michelini e Marco Bocci hanno concluso la loro partecipazione facendo regali a Veronica, felicissima di poterli conoscere e abbracciare… 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori