ROBERTA RAGUSA/ Chi l’ha visto: nella notte della scomparsa strane telefonate tra il marito e l’amante, che vivono insieme. Puntata 5 dicembre 2012

- La Redazione

Gli aggiornamenti sul caso della scomparsa della giovane mamma di San Giuliano Terme. Il corpo della donna non si trova. Intanto il marito e l’amante convivono… 

ragusa_R439
Roberta Ragusa

A Chi l’ha visto nuovi inquietanti retroscena sulla scomparsa di Roberta Ragusa. E si affievoliscono le speranze di trovarla ancora in vita. Nella puntata di Chi l’ha visto, in onda il 5 dicembre 2012, Federica Sciarelli ha dato novità e aggiornamenti sul drammatico caso: il quotidiano Il Tirreno ha reso noto che Antonio Logli, il marito di Roberta Ragusa, nonché iscritto nel registro degli indagati per la scomparsa della moglie, e Sara, la sua amante (ed ex baby sitter dei due figli di Roberta e Antonio) vivrebbero insieme, sotto lo stesso tetto, proprio a Gello. E se la convivenza non fosse proprio ufficiale, pare che Sara Calzolaio resti comunque fissa a casa di Antonio nel fine settimana. A Chi l’ha visto è stato mandato in onda un servizio dedicato a Sara, dove viene spiegato che la Calzolaio era stata inizialmente assunta da Antonio come baby sitter, e successivamente, come impiegata nella scuola guida, ma la giovane ragazza è ormai l’amante di Antonio da ben sette anni, fatto che pare Roberta Ragusa non abbia scoperto per molto tempo. Nell’ultimo periodo, prima della scomparsa della donna, pare che la giovane amante abbia fatto pressione su Logli, affinché questo si decidesse a metter su famiglia con lei, abbandonando Roberta. Sara l’avrebbe messo alle strette, lasciandolo prima di Natale 2011 e tornando in seguito a frequentarlo poco prima della scomparsa di Roberta. A Chi l’ha visto è poi andato in onda un servizio con protagonista Antonio Logli. Nel video il marito della Ragusa racconta gli ultimi momenti passati con Roberta, riferendo che che il giorno della scomparsa, precisamente nella notte tra il 13 ed il 14 gennaio del 2012, lui portò i suoi figli a letto verso le undici, per poi recarsi in autoscuola a sbrigare delle pratiche, quindi si sarebbe recato in soffitta a riparare un vecchio computer vecchio, e infine, verso la mezzanotte, Logli racconta di aver salutato la moglie e di esser andato a letto, scoprendo la mattina successiva, verso le sette, che Roberta era scomparsa. Antonio Logli aveva lanciato l’ipotesi che la moglie potrebbe essersi allontanata a causa di un’amnesia dovuta ad un incidente avvenuto pochi giorni prima della scomparsa. Roberta era caduta dalle scale e aveva battuto la testa. Alcune parti delle dichiarazioni di Antonio non coinciderebbero con la realtà dei fatti. Pare infatti che l’uomo abbia parlato in diverse telefonate con Sara nelle ore pare immediatamente precedenti e successiva alla scompasa di Roberta: proprio questo avrebbe spinto gli inquirenti a sospettare dell’uomo, il quale non ha più rilasciato dichiarazioni né agli inquirenti, né tanto meno ai giornalisti, mentre gli stessi inquirenti hanno prima cercato Roberta Ragusa come persona ancora viva, grazie anche alle testimonianze di diverse persone, e successivamente, come persona deceduta, facendo verifiche sia in casa di Logli che nei terreni della sua amante ed addirittura, mediante alcuni robot subacquei, in alcuni pozzi. Ma le ricerche non hanno dato e continuano a non dare, il risultato sperato, ovvero il ritrovamento della donna. Continua alla pagina seguente. 

A Chi l’ha visto gli aggiornamenti sulla scomprsa di Angela Celentano. In studio è intervenuto l’avvocato Ferrandino, legale della famiglia Celentano, il quale ha spiegato che la Procura ha deciso di riesaminare attentamente tutti i fascicoli riguardanti il caso, compreso l’ultimo video girato dalla famiglia Celentano prima della scomparsa della figlia, aggiungendo che tramite quest’attento esame, sarà possibile capire quale potrebbe essere stato il percorso che avrebbe condotto Angela in Messico.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori