VERISSIMO/ Il racconto dei sopravissuti al naufragio della Concordia, puntata 4 febbraio 2012

- La Redazione

Puntata, decisamente, sopra le righe, quantomeno nella prima parte, quella andata oggi in onda di Verissimo. In apertura, ha tenuto banco la storia di una coppia gay.

nave-costa-concordia-r400
Foto: InfoPhoto

Puntata, decisamente, sopra le righe, quantomeno nella prima parte, quella andata oggi in onda di Verissimo. In apertura, ha tenuto banco la storia di una coppia gay. Eduardo e Alessandro, sposatisi a Dublino il 13 settembre dello scorso anno, dove sono ammessi i riti civili di questo genere. Immediato il rimbalzo allattualità politica, con la proposta molto contestata del sindaci di Milano, Giuliano Pisapia, di aprire un registro per le coppie di fatto. Lospite successivo è stato il ben noto attore del mondo dellhard, Rocco Siffredi. L’attore ha raccontato come ha conosciuto la moglie: dopo averne visto un’istantanea ed essersi convinto che fosse un’attrice del mondo del porno, ha chiesto di averla accanto per un film. Quando ha scoperto che, in realtà, non aveva nulla a che fare con quel mondo, ma che si trattava semplicemente dellex miss Ungheria, l’ha voluta conoscere, convinto che fosse la donna per lui. Ed infatti così è stato. Siffredi ha raccontato  anche il rapporto con la sua famiglia di origine. Si è soffermato, in particolare, sul rapporto con la madre con la quale si sentiva ogni giorno, fino alla sua morte, e che era stata capace di difenderlo dalle chiacchiere del paese. Siffredi ha ricordato anche la morte del fratello, avvenuta quando aveva 12 anni e di come la madre ne fosse rimasta sconvolta tanto da non essere più capace di crescerlo con serenità. Dopo che Siffredi ha lascito lo studio si è parlato del naufragio della Concordia, con una coppia sopravissuta al naufragio, la giornalista Marianna Aprile che ha intervistato la moglie del comandante Schettino e il comandante di fregata della Guardia Costiera Filippo Marino. In collegamento da Ragusa il signor Vincenzi la cui moglie risulta dispersa. Quest’ultimo ha spiegato che nelle prime fasi dopo il naufragio gli avevano comunicato che la moglie era viva ed era sbarcata, ma che poi era stata inserita nella lista dei dispersi. La donna intorno alla mezzanotte del 13 aveva provato a chiamarlo, ma lui non aveva sentito il telefono. Così aveva chiamato un amico per dirgli di riferire al marito di stare tranquillo perché era riuscita a far salire la figlia 17enne su una scialuppa e di essere in fila per salirvi anch’essa. Ma durante la telefonata l’uomo aveva sentito il tonfo della caduta in acqua e il telefonino della donna non era stato più raggiungibile. Chiuso l’argomento Concordia, è stata la volta di Marta Cicchetto, la moglie di Luca Toni in attesa di un bambino del quale non ha ancora deciso il nome, ma che sarà comunque italiano. La donna ha spiegato di essere la compagna del calciatore da 14 anni e di essere in procinto di seguirlo a Dubai dove giocherà. Accanto a lei Jonathan che come di consueto ha dispensato i suoi consigli di look. Il servizio successivo si è occupato delle adozioni internazionali, in calo dopo il boom degli anni ’80. In collegamento, Barbara Palombelli, madre di 4 figli, di cui 3 adottati, ha parlato della propria esperienza. 

L’argomento successivo è stato la morte della contessa Francesca Augusta; Susanna Torretta, in studio, si è detta convinta che si sia trattato di un incidente, così come stabilito anche dagli inquirenti che si sono occupati del caso. In conclusione Signorini ha parlato della storia tra Albano e Romina. In collegamento telefonico Albano ha affermato che si è trattato di una grande storia d’amore, ma che oggi i rapporti con la ex moglie si sono deteriorati ancor di più dopo il reciproco scambio di accuse mediatiche.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori