YURI DANGELO/ A Pomeriggio 5 la storia delluomo scappato con il figlio di due anni e mezzo

- La Redazione

Pomeriggio 5 si è occupato di un caso di cronaca attuale. Un ragazzo, Yuri D’Angelo è scomparso da circa 15 giorni insieme al suo bambino di due anni e mezzo. La mamma è ospite in studio

domenica5_barbara-dursoR400
Barbara d'Urso, Domenica Live

Pomeriggio 5: la storia di Yuri, fuggito con il figlio di due anni e mezzo – La puntata di Pomeriggio 5 si è occupata di un caso di cronaca attuale. Un ragazzo, Yuri D’Angelo, è scomparso da circa 15 giorni insieme al suo bambino di due anni e mezzo. La mamma, Evangelista, che vive in Grecia, è stata ospite nel salotto di Barbara D’Urso e ha raccontato la sua storia. Si esclude l’ipotesi del rapimento, mentre è più accreditata quella di una fuga per nascondere il piccolo dalla madre. 15 giorni prima il tribunale di Ancona aveva infatti deciso che il bambino doveva essere affidato alla mamma e andare a vivere in Grecia. Dalle interviste dei conoscenti Yuri risulta essere un padre amorevole, presente e attento. Evangelista, la madre del bambino, è stata in studio insieme al suo avvocato e ha raccontato la sua storia con Yuri, conosciuto a Corfù di cui è rimasta incinta dopo soli 3 mesi. Durante il periodo della gravidanza si è trasferita a Valle Castellana ma le cose nella coppia non andavano bene. Dopo la nascita del bambino sono andati tutti e tre a vivere a Corfù. Circa un anno e mezzo fa sono ritornati in Italia per 2 settimane, e successivamente lei è costretta a rientrare in Grecia per problemi di salute del padre. Yuri ha promesso di riportare il bambino a Corfù ma ciò non è avvenuto. Il decreto del tribunale ha quindi disposto che il bambino doveva essere portato a Corfù per essere affidato alla propria mamma. Sembra infatti essere questo il motivo che ha portato Yuri a scappare, per non dover rinunciare a suo figlio. In diretta da Ascoli anche la zia di Yuri, Santina Mucci, che dà una versione diversa dei fatti. Santina accusa infatti Evangelista di essere una bugiarda e di non essersi interessata a suo figlio in tutto questo tempo. 

Si cambia argomento, e si parla della tragedia della Costa Concordia: sono stati infatti ritrovati altri 5 corpi. Il servizio mostra che erano a pochi metri dagli scogli e spiega come oramai il potenziale rischio ambientale non esiste più e che tutte le energie devono essere concentrate su come rimuovere la nave nei prossimi 9-12 mesi. 

Altra storia, quella di Pietro Mazzara, 27 anni, travolto ad un incrocio da una Bmw con a bordo quattro rom in fuga dopo una rapina. Due dei ragazzi rom a bordo erano minorenni e sono stati subito fermati. Il padre di Pietro, Salvatore Mazzara, ospite in studio, dichiara di volere solo che gli assassini di suo figlio scontino la pena che si meritano. Salvatore Mazzara, commosso e stanco, parla del figlio, dei suoi sogni e della sua rabbia verso i rapinatori che hanno travolto Pietro. L’unico desiderio di Salvatore è di avere giustizia per suo figlio. Un altro documento inedito riguarda invece il delitto di Melania Rea. Sul video scorrono le dichiarazioni In tribunale di Parolisi che racconta la sua doppia vita con Ludovica. Parla del rapporto con Melania e si difende. Viene mostrata inoltre la lettera di Ludovica mai arrivata a Parolisi in carcere, in cui lei esprime la sua solidarietà e il suo amore ma anche la sua delusione per la parole che Parolisi usa parlando di lei.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori