LUCIO DALLA/ Fiorello canta Caruso. Gli omaggi di Jovanotti e Vasco Rossi

- La Redazione

In omaggio a Lucio Dalla Fiorello canta Caruso. Gli omaggi di Jovanotti e Vasco Rossi. Poi a Pomeriggio Cinque si parla della Costa Concordia  e l’incidente probatorio e di Melania Rea

dallasaluto_R400
Lucio Dalla (Infophoto)

Lucio Dalla: Fiorello canta Caruso – In attesa dei funerali di Lucio Dalla che si terranno domani pomeriggio in San Petronio a Bologna, tantissime persone si sono strette attorno alla famiglia, come mostrato dalle telecamere di Pomeriggio Cinque nella trasmissione di ieri: gente comune che porta il suo omaggio nella casa a Bologna e tanti vip che cantano le sue canzoni, da Fiorello a Jovanotti, da Vasco Rossi a Laura Pausini.
Viene mostrato in un servizio il trasporto della salma di Lucio dalla,dalla Svizzera (Losanna) a Bologna, la sua città. La casa è circondata dalla folla, ma la famiglia chiede che nessuno si avvicini alla cappella, a parte i familiari e conoscenti.
A pochi passi da piazza maggiore, oltre alla gente, vi sono vari oggetti: fiori, parole e ultimi omaggi alla sua grande figura. Nella strada in cui abitava, tutti i negozianti hanno esposto un cartello di cordoglio. Alcuni di loro raccontano la sua vita quotidiana.
Su Twitter, i tributi sono numerosissimi: per lui anche famosi cantanti hanno postato video e parole di omaggio. Fiorello ha realizzato un filmato amatoriale in cui canta Caruso. Jovanotti e Vasco Rossi, anche loro vicini, hanno omaggiato il cantautore. La Pausini ha cantato una sua canzone, postata poi su internet. La gente comune, intervistata da un’inviata, ha realizzato un tributo musicale per lui, cantando una frase a testa.
L’inviato Gianluigi Armaroli è a Bologna, dove si attende il rientro della salma: il rientro del “maestro” avverrà fra circa 2 ore, come ricorda l’inviato.
Un video ripercorre gli esordi della sua carriera, con foto inedite della sua gioventù, comprese alcune parti cinematografiche: vengono infatti mostrate le pellicole “Questo pazzo, pazzo mondo della canzone” e “Little rita nel West”: quest’ultima vedeva la partecipazione di Rita Pavone.
Il saluto viene anche tributato dagli utenti del blog della trasmissione, con alcune testimonianze lette con il sottofondo di “Caruso”, eseguita da Dalla allo stadio S.Paolo di Napoli.
Cambiando pagina, si passa alle altre notizie di cronaca: la prima notizia riguarda 750 scimmie destinate alla vivisezione che sono state salvate. Michela Vittoria Brambilla del Pdl è il politico che si è speso in questa vicenda: “la sperimentazione sugli animali è crudele oltre che dannosa per l’uomo. Infatti i farmaci cambiano i loro effetti tra animali ed esseri umani”. E sempre in tema di animali, si racconta anche il recupero di un cavallo, Astro, il quale era rimasto imbrigliato nelle sabbie mobili.
Un aggiornamento flash giunge anche dalla Val di Susa: gli scontri continuano, ma l’opera non si ferma.
E sempre di diritti, parla la notizia a seguire: una coppia, rea di aver insultato pesantemente un omosessuale sulle sue inclinazioni, è stata condannata a pagare un’ammenda di 1200 euro.
Altri aggiornamenti giungono poi dallomicidio di Melania Rea: si continua a perquisire la casa in cui la donna viveva con Salvatore Parolisi, in cerca di ulteriori prove. Riaffiorano anche i bigliettini di auguri che la vittima scriveva a suo marito.
Parlando di Costa Allegra, alcune immagini della trasmissione mostrano l’accoglienza degli ospiti della nave, rientrati a Milano con un volo speciale dalle Seychelles. Tutti quanti, a parte la voglia di dimenticare quei 3 giorni in condizioni di disagio, si complimentano con Costa Crociere per il salvataggio, e riportano le condizioni difficili che, nella nave, la mancanza di elettricità ha creato.
Al telefono dalle Seychelles, Davide Loreti riporta la voce di coloro che hanno continuato la vacanza nei resort prenotati dalla compagnia. Ma oltre a loro, c’è anche chi ha deciso di denunciare la compagnia per i disagi. I marò (guardie esperte internazionali di leggi marittime) hanno contribuito al rientro in maniera molto meno traumatica: infatti pare che tali autorità siano stati in grado di tenere lontano ogni possibile caso di “pirataggio”, diffuso in quella zona.

Barbara D’Urso passa quindi a occupari della Costa Concordia: ci sarà infatti l’incidente probatorio. Domani, a Grosseto, tutto l’equipaggio sarà riunito per le testimonianze, in un processo giudiziario e mediatico senza precedenti.
In studio ci sono Cosimo Nicastro(Comandante e portavoce della guardia costiera) e Giuseppe Lanzafame(superstite di Costa Concordia).
A Grosseto, assieme a Nick Pisa (corrispondente del Daily Mail) è inviata Alice Pedrini, che spiega come domani, i GIP, ascolteranno i superstiti, gli ufficiali indagati, i tecnici e l’equipaggio. Pisa racconta l’eco internazionale della vicenda: “per noi già l’inchino era incomprensibile”. Poi parla di un’intervista a Dominicka, intervistata da loro, che ha ammesso proprio per il Daily la sua relazione per la prima volta: “Schettino ha provato a negare, ma la ragazza con noi è stata inequivocabile”.
Delle immagini subacquee della guardia costiera mostrano le operazioni di recupero: riprese mostrano le “scole”, parte esatta della nave che ha impattato col fondale. Nicastro mostra le immagini dei soccorsi di quella tragica sera, e spiega come dalla “scatola nera” emergeranno tutti i dati relativi alla gestione della nave, comprese le comunicazioni verso l’esterno della nave. Giuseppe Lanzafame ricorda quei momenti: “il motivo che ha fatto ritrovare la maggior parte della gente al ponte 4, é la posizione della nave: tentando di risalire, molte persone sono ricadute in fondo”.
Poi, la conduttrice mostra alcune telefonate ai Carabinieri da parte di passeggeri in quella tragica serata: il panico prende il sopravvento quando il transatlantico è inclinato a più di 70 gradi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori