ZELIG 212/ Carlo Verdone propone un film a Paola Cortellesi. Gli incontri di Giovanni Vernia su Twitter (video)

- La Redazione

Zelig 2012: Carlo Verdone propone un film a Paola Cortellesi. Gli incontri di Giovanni Vernia su Twitter (video). Riassunto della puntata di ieri sera venerdì 2 marzo 2012

zelig_bisio_cortellesiR400
Paola Cortellesi e Claudio Bisio

Zelig 2012: Carlo Verdone propone un film a Paola Cortellesi – video – tornato ieri sera il carrozzone della risata su Canale 5, tra sketch, imitazioni, mimi, gag esilaranti: Ale e Franz fanno i duri, Giovanni Vernia racconta le sue esperienze su Twitter, Giancarlo Kalabrugovic, il “filosofo metropolitano” racconta il suo incontro con Mara Maionchi. E ospite speciale della serata è Carlo Verdone che presenta il suo nuovo film, Posti in piedi in Paradiso. E tra le special guest della serata anche la nazionale italiana di ginnastica artistica che offre al pubblico una splendida performance.
Subito dopo la sigla iniziale Claudio Bisio e Paola Cortellesi salutano il pubblico, con tanto di citazione trabocchetto di Claudio sul suo film “Benvenuti al nord” . Verranno subito interrotti da “Rocco il gigolò”: “donne! siete brutte brutte di faccia? con un extra di 5 euro porto anche il cuscino!”. Dopo tale annuncio, viene invitato un “piccolo nero”. Si tratta del mimo Simone Barbato, il quale ripercorre alcuni classici dal suo repertorio.
Poi, un siparietto musicale è offerto da Ennio Marchetto, noto trasformista e comico che interpreta varie canzoni con i rispettivi travestimenti.
A fine esibizione, i conduttori saranno accompagnati da una musica “noir”: è il preludio per il duo Ale & Franz. Il primo si fa recapitare letteralmente “in busta chiusa”. Scartato, dirà: “me l’hai detto tu di venire qui spedito”.
Durante la presentazione del prossimo ospite, una sorpresa interromperà Claudio Bisio: si tratta di Jonny Groove (Giovanni Vernia). Il “ragazzo delle discoteche” oggi parla di Twitter, facendolo sempre a suo modo. Tra le sue nuove conquiste del social network vi sarà anche “una tipa che si è invaghita di me. Mi scrive il tempo che fa, le notizie, di tutto. Si chiama ANSA”. Il comico è giunto a presentare anche il suo film, in uscita nei prossimi giorni, dal titolo “Ti stimo fratello”.
Poi, un’inviata del tutto particolare di nome Mara (Paola Cortellesi) è nei backstage dello “Zeling”, per intervistare, come dirà lei, “nani e saltimbanchi”. Ma entrando in teatro, tra il pubblico incontrerà nientemeno che “Carlo Verdone”. Tenterà di far uscire “il marcio di lui”, nello stile de “La vita diretta”. Poi, il comico presenterà il suo film, nelle sale attualmente: “Posti in piedi in paradiso”. Verdone non riesce a nascondere il suo “amore” professionale per la Cortellesi: “suggelliamo un patto pubblico: vorrei che fosse partner nel mio prossimo film”.
Dopo l’intervento dell’ospite, è la volta di Leonardo Manera, che impersona il tipico imprenditore Battista da “cavaion Veronese”.
Altro ritorno gradito è, per la prima volta nell’attuale edizione, Giancarlo Kalabrugovic, il “filosofo metropolitano”. Il comico racconta di un incontro con Mara Maionchi, in occasione dell’inaugurazione del “bar dei Palazzi”. E’ proprio il comico ad annunciare i prossimi ospiti: si tratta delle Farfalle d’oro della nazionale italiana femminile di ginnastica ritmica, 3 volte campionesse mondiali, che si esibiscono in varie coreografie a corpo libero e con l’ausilio di hula hoop.
Quindi arrivano sul palco di Zelig 2012 i Pali & Dispari, nel ruolo, per la seconda volta in questa edizione, di due muratori del nord Italia.
Anche stasera poi, non manca l’interruzione del “maniaco”, affiancato ancora una volta da Umberto Bossi. Il politico mal comprenderà il consiglio a fare un urlo di terrore, facendone uno di “terrone”.

Il comico successivo viene annunciato come “uno che parla italiano aulico in endecasillabi”: è Maurizio Lastrico, alle prese col racconto di un water intasato e di un idraulico troppo costoso. I conduttori, poi, chiamano in studio Rocco il Gigolò, oggetto a loro dire di una lunga serie di mail da parte del pubblico. Egli darà le sue risposte caratteristiche a problemi di varia natura.
Un’altra vecchia conoscenza fa la sua comparsa a Zelig: si tratta di Gene Gnocchi. Come ogni edizione, egli presenzia in alcune puntate coi suoi monologhi satirici su politica e spettacolo.
Un ulteriore momento musicale fa parte degli spettacoli stasera: è ancora una volta Paola Cortellesi con le sue “Wooden Chics”(aljas WC), in un brano dal titolo “Non mi chiedermi”(scritto da Rocco Tanica). Nell’occasione, Claudio compare a metà canzone lanciandosi in un rap spedito.
Ospite sempre più fisso di questa edizione, Max Pisu interpreta se stesso(definendosi un “bambino anziano”) in un monologo che ironizza sui cantieri e sul lavoro in nero.
Il segmento a seguire vede i Sagapò lanciarsi in un bizzarro speed dating, tra rime in stile hip hop e preti mascherati che scoprono le proprie suore all’appuntamento.
Ancora un monologhista tra i più longevi della trasmissione calca il palco dell’Arcimboldi: è Paolo Migoni col suo classico occhio nero. Tema di stasera: problemi con la moglie e con la famiglia a tavola.
Il consueto messaggio promozionale vede Paola Cortellesi che pubblicizza “Kattivia”. L’ultimo intervento è di Paolo Labati, che porta in scena il suo “ubriaco”. La chiusura, musicale, è a cura dei conduttori e della band del programma. Clicca qui per il video



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori