CHI L’HA VISTO?/ Roberta Ragusa: un incendio per far sparire le tracce? Melania Rea, una fiaccolata per ricordarla

- La Redazione

La sintesi della puntata del programma condotto da Federica Sciarelli su Rai Tre. I nuovi aggiornamenti sulle mamme scomparse di Somma Vesuviana e San Giuliano

parolisinuova_R400
Salvatore Parolisi, foto Infophoto

Roberta Ragusa: un incendio doloso per nascondere le tracce? E il ricordo di Melania Rea con una fiaccolata. Chi lha visto?, il programma condotto da Federica Sciarelli, ha affrontato di nuovo i casi di Roberta Ragusa e Melania Rea, rivelando eclatanti novità. Il primo servizio della puntata è dedicato a un nuovo caso di scomparsa. Loretta Mansueto, 38 anni, scomparsa di casa l 11 aprile scorso di mattina presto. Viene mostrata un intervista al fratello in lacrime, e poi cè un servizio dalla casa dove Loretta vive con il convivente, Antonio Triscari Barberi. Uscendo di casa aveva lasciato delle candele accese. Il compagno ha chiamato al lavoro, dove non era andata, senza avvisare. Qualche ora dopo, alle 14, la macchina di Loretta, unAlfa Romeo Mito Bianca viene ritrovata sotto lufficio. Loretta vive a Rozzano, ma lavora a Pero, in Via Petrarca. La macchina era in folle senza freno a mano tirato. Non si sa se sia stata Loretta a parcheggiare lì la macchina. In casa, è stata trovata la borsa con i cellulari, che sono entrambi spenti. Antonio, il giovedì, manda una mail a Loretta. Verso sera accede alla mail di lei e vede che il messaggio da lui mandato non era ancora stato letto, ma che tutte le mail dal martedì sera a quelle più vecchie erano state eliminate. Loretta era già stata sposata in passato, e stava per avere i documenti definitivi del divorzio, così da potersi sposare con Antonio. Durante le vacanze di Pasqua aveva mostrato a tutti l’anello che Antonio le aveva regalato, che però era rimasto a casa, perché Loretta aveva paura di indossarlo per andare a lavoro. Viene intervistata unamica di Loretta che confessa che cera qualcuno che la donna aveva conosciuto e che le faceva degli apprezzamenti insistenti, ma lei non era interessata. Il secondo servizio è dedicato al caso Claps. In collegamento la mamma di Elisa Claps e il fratello Gildo, dopo la riapertura a Potenza la Chiesa della Santissima Trinità, dove il corpo di Elisa è stato nascosto per 17 anni. Il vescovo Monsignor Superbo sostiene che in chiesa non è avvenuto nulla, per cui non si tratta di un luogo sconsacrato, ma la madre di Elisa è furiosa e si lascia andare a un invettiva, perché ancora non è venuta fuori la verità. Dopo il collegamento, cè la telefonata dellex marito di Loretta Mansueto, Luigino Turetta, a cui Federica Sciarelli che dice che lultima volta che lha sentita è stato a novembre. Va in onda poi il collegamento da Somma Vesuviana, per la fiaccolata in memoria di Melania Rea, a distanza di un anno dalla sua scomparsa. Su un maxischermo passano immagini di donne uccise per le quali va fatta giustizia, e viene poi mostrato un servizio sul dolore dei genitori. Si ritorna in studio con un appello per Massimiliano Pace, 39 anni, scomparso da Centocelle diretto al lavoro a Pomezia, due giorni fa. La macchina è stata ritrovata in via Tuscolana, in una zona che non centra nulla con il percorso che fa di solito. Tutti e tre i telefoni sono rimasti in auto nel cruscotto. Gli amici lo cercano e lo aspettano. A Chi l’ha visto? Il caso di Robera Ragusa, a 89 giorni dalla sua scomparsa. Le testimonianze portano sempre nella stessa direzione. La donna dopo aver scoperto che luomo laveva tradita era furiosa. Il 30 marzo si parlava di riprendere le ricerche, ma è stato appiccato un incendio doloso nella zona. Non si sa se sia stato appiccato apposta per far scomparire le tracce. Veniamo poi al caso di Angela e Barbara, le due donne che avevano sposato due fratelli collegati al giro della criminalità organizzata, scomparse tempo fa. La trasmissione torna sulla vicenda dopo che un pentito ha confessato che Angela Costantino, cognata di Barbara Corvi, è stata fatta scomparire perché tradiva il marito. Approfondimenti quindi anche su Barbara Corvi, scomparsa il 27 ottobre del 2009, che si suppone abbia subito lo stesso triste destino della cognata, scomparsa 16 anni prima. Non si sa con certezza se le due donne si siano conosciute tra loro. Negli atti dell indagine è uscito fuori che la condanna a morta di Angela era stata decretata in un consiglio di famiglia. La ragazza era colpevole di essersi innamorata di un altro uomo. Non ci sono dei collegamenti certi con la scomparsa della cognata Barbara Corvi, ma anche Barbara aveva un amante. E stato proprio lamante a chiamare in redazione a Chi lha visto?, il marito di Barbara invece non voleva che la trasmissione ne trattasse. In studio la sorella minore di Barbara, Irene, e suo padre, entrambi certi che la ragazza non sarebbe scomparsa volontariamente, come dice il marito. Continua alla pagina seguente.

A concludere la puntata, un servizio eclatante sul caso di Denise Pipitone. L’ inchiesta sul rapimento di Denise Pipitone sarebbe stata inquinata sin dal principio. A dare questo nuovo aggiornamento è il Consulente della Procura di Marsala, il Dottor Gioacchino Genchi. Genchi ha riferito che nelle ultime udienze , riguardo ai risultati delle analisi fatte sulle intercettazioni telefoniche eseguite in seguito alla scomparsa della piccola Denise, è venuto fuori che c’era qualcuno è inquinava le indagini, con una fuga di notizie per cui gli intercettati sapevano di essere sotto controllo. Un’amica di Anna Corona, una delle principali indiziate del caso Pipitone, l’aveva avvertita che il suo telefono era sotto controllo. L’amica, Stefania Letterato, aveva una relazione sentimentale, ed ad oggi è sposata, con il commissario di Polizia di Mazzara del Vallo. Per cui ad oggi non si sa quali delle intercettazioni siano reali o siano depistaggi messi in atto alla luce della consapevolezza di essere intercettati.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori