LE IENE SHOW/ Gli ottici furbetti e i difetti visivi inesistenti per vendere occhiali (video)

- La Redazione

Uno dei tanti servizi che abbiamo potuto vedere nel corso della puntata di ieri sera di Le Iene Show, è stato quello della iena Matteo Viviani sulle truffe messe in atto da lacuni ottici

iene_vivianiR425
La Iena Viviani
Pubblicità

Le iene show, il servizio della iena Viviani del 25 aprile 2012 (video) Uno dei tanti servizi che abbiamo potuto vedere nel corso della puntata di ieri sera di Le Iene Show, è stato quello della iena Matteo Viviani che ci ha raccontato il mondo degli ottici: come avviene in ogni categoria e mestiere, cè sempre qualche furbetto che pensa di farla franca approfittando del cliente un po più ingenuo, così ecco linviato mostrarci qualche ottico che, approfittando della non competenza in materia dei clienti, diagnostica difetti visivi che in realtà non ci sono, in modo da poter vendere allignaro compratore degli occhiali, truffandolo. Linviato di le Iene Show ha quindi inviato una complice che senza ombra di dubbio ci vede benissimo presso diversi ottici che, per esempio allinterno dei centri commerciali, offrono visite per la vista gratuite. Il servizio ci mostra quindi che circa la metà degli ottici si dimostra onesto, mentre una buona percentuale prescrive alla ragazza dalla vista daquila occhiali da vista che in realtà non servono a niente. Non solo, perché luso di occhiali da vista su una persona che non ne necessita può anche essere dannoso alla salute degli occhi. In seguito alla messa in onda del servizio, lassociazione Federottica ha voluto attraverso un comunicato ribadire il sostegno nei confronti di tutti i colleghi onesti che volessero denunciare abusi simili a quelli mostrati dalle immagini, spiegando che «il servizio che abbiamo visto svela l’esistenza di molti, ripetuti e gravi abusi nel settore della commercializzazione dei prodotti ottici e rilancia l’urgenza di affermare principi di legalità e professionalità. E’ assurdo e inconcepibile che molti colleghi ricevano minacce e intimazioni per vendere a tutti i costi occhiali non necessari. Come ha ribadito nell’intervista il presidente Giulio Velati, Federottica non farà mai mancare il suo sostegno ai colleghi che volessero denunciare simili abusi, anzi lassociazione è disponibile ad offrire loro una consulenza legale gratuita, al fine di contribuire alla positiva risoluzione dei casi e allo smascheramento dei malfattori e dei disonesti. In una fase storica nella quale la nostra professione si interroga sul suo futuro e sulle sue prospettive professionali, occorre riaffermare i principi di tutela della salute e di presidio della legalità senza dei quali non si potrà mai diventare ottici optometristi di qualità.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori