ZELIG 2012/ Giacobazzi, Migone e il ritorno di Kruska dopo l’incontro con Madonna e Lady Gaga

- La Redazione

Sul palco dell’Arcomboldi apre lo show il disegnatore Al Valenti che dalle firme di Bisio e Cortellesi ricava simpatici disegni. Non può mancare Migone con la sua ironia sul matrimonio

zelig_bisio_cortellesiR400
Paola Cortellesi e Claudio Bisio
Pubblicità

Divertimento e tantissime risate per la penultima puntata dello show comico Zelig andata in onda ieri sera su Canale5. Il programma che racchiude gran parte del laboratorio di comici dei geni della risata Gino&Michele si è aperto con qualche accenno alla situazione politica italiana. I conduttori Claudio Bisio e Paola Cortellesi hanno fatto cenno allondata di caldo torrido che si abbatterà, specialmente su Roma e Milano, nei prossimi giorni; il riferimento è, in realtà, per gli ultimi avvenimenti che hanno scosso gli assetti della politica italiana e che, nei prossimi giorni, potrebbero provocare ulteriori terremoti.

La situazione cambia così velocemente che i due conduttori, ironicamente, chiedono al pubblico in sala se ricordano chi ha vinto San Remo o come hanno festeggiato lo scorso San Valentino (questo perché la puntata è stata registrata proprio il 14 febbraio). Ad Al Valenti è toccato aprire le danze con i suoi simpatici disegni che ieri sera ha coinvolto Bisio e Cortellesi. Dalle firme dei due conduttori, apposte sulla lavagna gigante, Valenti ha ricavato, per Paola, una bella cagnetta innamorata. Mentre, per Bisio solo una pantegana.

Sulle note della sigla del Tg5 arriva, poi, Salvatore Marino, che come sempre si improvvisa conduttore di un bizzarro telegiornale che fra sport, spettacoli ed steri, cita Hilary Clinton, Unesco io non esco, Barack Obama e burattini, chiosando infine sugli ultimi fatti di cronaca sulle ragazze dellOlgettina che si improvvisano, capitanate da Nicole Minetti, protagoniste di un musical dal nome curioso. Fausto Solidoro invece interpreta lo spiritoso Mario De Janeiro, coinvolgendo simpaticamente nella propria interpretazione anche i due conduttori. Solidoro tornerà dopo per un balletto con i ballerini di Zelig.

Pubblicità

E’ poi la volta di Giuseppe Giacobazzi che ironizza in maniera molto divertente, ma sempre educata, sulle visite porta a porta della domenica mattina effettuate dai Testimoni di Geova. Bisio annuncia poi la simpatica Kruska, la bionda pepata interpretata da Gabriele Cirilli, che intavolando con il conduttore uno spiritoso e divertente dialogo, non manca di parlare della mitica ‘Tatiana’, la sua amica un po’ cicciottella, raccontando poi alcuni assurdi episodi dei suoi incredibili viaggi in America, in qualità di stilista di Lady Gaga.

Quando fanno il loro ingresso sul palco Angelo Pisani e Marco Silvestri, conosciuti come i Pali e Dispari; i due sono ormai dei veterani del programma, e stasera recitano la parte di due operai che quotidianamente si devono scontrare con i loro problemi di una normale giornata di lavoro. La Cortellesi annuncia poi Giorgio Bertucci, che punta il suo sketch sugli elevati costi delle Banche e che molto prendono e…poco rendono!

Pubblicità

Fa, poi, il suo ingresso il simpaticissimo comico Paolo Migone, che racconta al pubblico il suo abituale risveglio ‘traumatico’ al rumore dell’aspirapolvere della moglie e racconta le proprie disavventure di una classica mattinata al supermercato. Poi è la volta di Francesco Damiano, con Gian Lorenzo, bambino disperatissimo per le polpette che a pranzo la terribile mamma gli ha servito con…la fionda!

Il comico Andrea di Marco, invece, canta un paio di brani di Claudio Baglioni, con alcune frasi da lui modificate e tendenti ad alludere a situazioni… vagamente piccanti. Un disinvolto Claudio Bisio, intrattiene poi qualche minuto il pubblico dando voce ad un brano tratto dal libro di Sergio Staino. Da Potenza, arriva il trio “La Ricotta” nella veste di tre figure pie anziane, seguito da Leonardo Manera, nel personaggio di Battista, l’imprenditore veneto.

Arriva poi Marco Guarena, che in maniera spiritosa, con la collaborazione dei due conduttori, con i suoi giochi di parole allude ad episodi che coinvolgono la sfera della sessualità. Claudio Bisio e Paola Cortellesi a questo punto, con il supporto di Rocco Tanica e di Paolo Jannacci, interpretano con bravura il brano “Pignorava”. La canzone rappresenta un vecchio successo di Elio e le Storie Tese. Il comico napoletano Antonio d’Ausilio parla poi, in tono ovviamente comico, sia della difficile situazione lavorativa presente nel Sud, sia di quella che lui definisce “separazione” tra le regioni del nostro Paese.

E’ poi la volta di Paolo Casiraghi, nella veste del simpaticissimo e un po’ stravagante spagnolo Manuel Garcia Chuparosa, che pare amare le donne ma…non solo! Entra poi in scena Annamaria Chiarito, nella parte dell’indiana Shanti, la quale offre pace interiore ma… perde spesso la pazienza.

A questo punto, tocca ad Andrea Sambucco e Claudio Lauretta, che imitano Vittorio Sgarbi e Umberto Bossi, per poi lasciare il posto al comico Massimo Bagnato e alla sua chitarra. Con l’esibizione dei due comici Pablo e Pedro in fuga dalla polizia termina la carrellata delle esibizioni. I due conduttori concludono quindi lo show cantando assieme una canzone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori