CHI LHA VISTO?/ Gli aggiornamenti e le testimonianze sulla scomparsa di Roberta Ragusa. 4 aprile 2012

- La Redazione

Nella puntata andata in onda ieri sera di Chi lha visto?, condotto come di consueto da Federica Sciarelli, sono stati approfonditi diversi casi di persone scomparse, come Roberta Ragusa

chilhavisto_sciarelliR400
Federica Sciarelli, Chi l'ha visto
Pubblicità

Chi lha visto? Riassunto puntata del 4 aprile 2012 – Nella puntata andata in onda ieri sera di Chi lha visto?, condotto come di consueto da Federica Sciarelli, sono stati approfonditi diversi casi di persone scomparse, come Roberta Ragusa, Patrizia Rognoni, Emanuela Orlandi, Silvana Pica, Melania Rea. Si inizia parlando di Roberta Ragusa, la donna scomparsa che, secondo chi la conosce bene, non progettava affatto una fuga. In diretta c’è in collegamento telefonico Annamaria, la cugina di Roberta Ragusa. La donna spiega che per come lei conosce Roberta, l’ipotesi della fuga volontaria non è affatto plausibile, anche perché Roberta sarebbe scappata senza portarsi dietro nulla. La scomparsa è avvenuta infatti di notte mentre Roberta stava scrivendo la lista della spesa. Ed anche questo è un dettaglio molto strano, perché non è possibile che una persona faccia la lista delle cose da comprare e poi scompaia all’improvviso di sua volontà. La cugina fa anche un appello agli inquirenti per chiedere che vengano riprese le ricerche sul territorio. Il suocero di Roberta ha dichiarato che se Roberta è uscita da sola, allora si può pensare che avesse perso la memoria, perché egli è convinto che suo figlio non abbia nulla a che fare con questa scomparsa. Intanto si stanno effettuando le indagini della scientifica su quanto prelevato nella casa di Roberta. Il popolo del web nel frattempo continua a muoversi e spunta qualche testimone che racconta di aver visto qualcosa quella notte. Si passa poi alla storia di Patrizia Rognoni, la donna che è scomparsa più di due anni fa, non presentandosi a prendere la figlia scuola come avrebbe dovuto. Per la donna si sta muovendo anche Enzo Iacchetti, suo ex compagno di scuola. Ora si è venuti a sapere che Patrizia aveva chiesto l’aiuto di un uomo. Parla un ex dipendente del marito della donna che racconta che quando Patrizia andava nella fabbrica del marito a prendere la bambina che era affidata a lui, portava sempre con sé un testimone, perché era molto intimorita dal marito, il quale si era dimostrato molto violento nei suoi confronti. Il legale di Patrizia, Corrado Viazzi, è stato l’ultimo a vederla prima della sua scomparsa e dice che i magistrati sono impegnati in altro e questo caso non interessa a nessuno. La redazione di Chi l’ha visto? ha però deciso di non smettere di seguire la vicenda. Silvana Pica, invece, è scomparsa in un momento tutto sommato molto positivo per lei, perché aveva appena avuto modo di riabbracciare suo figlio. Un conoscente racconta che Silvana aveva un carattere molto diverso rispetto a quello del marito e che la donna era alla ricerca di tranquillità. Il cognato di Silvana spiega che secondo tutti loro l’intento di Silvana era quello di fare un salto sociale, sposando quell’uomo che era un medico affermato. Lorenzo, suo figlio, era nato dopo 5 anni di matrimonio e ad un certo punto l’equilibrio mentale di Silvana divenne fragile. Il matrimonio si era trascinato faticosamente ancora per qualche anno, mentre Silvana si era poi ritirata dai suoi con il suo bambino. 

Pubblicità

In studio c’è ospite proprio Lorenzo, secondo cui la madre non se ne sarebbe mai andata perché era troppo legata a lui. Silvana non esternava i suoi sentimenti, ma si capiva che stava bene. Anche Marcello, il cognato della donna, dice che Silvana non avrebbe avuto motivo di allontanarsi spontaneamente. E poi c’è la questione del ritrovamento della borsa della donna, contenente il suo orologio fermo ad un orario ben preciso. E’ quella l’ora della scomparsa? Le dichiarazioni fatte dal marito sull’orario in cui Silvana sarebbe stata vista per la prima volta, contrastano tra l’altro con quelle della madre di lui e quindi la questione non è affatto chiara. La signora Giuseppa è scomparsa nello scorso mese di marzo. Le ultime di immagini della donna ce le fornisce una telecamera posta per strada. Con lei vivevano i due figli ed il loro cane. Giuseppa è conosciuta da tutti come Pina e soffre di diabete, per cui assume ogni giorno insulina. Il giorno in cui è scomparsa era andata a portare fuori il cane. Sempre quella mattina, Giuseppa aveva preparato il caffè a sua figlia e poi sarebbe dovuta andare con il figlio nella casa di campagna. Invece Giuseppa è uscita subito dopo la figlia, come mostra la telecamera, e Andrea, suo figlio, verso ora di pranzo era andato a cercarla con il motorino. Tutto questo è documentato dalla medesima telecamera, dopo di che abbiamo diversi avvistamenti in luoghi differenti, che potrebbero aiutare a ricostruire gli spostamenti della donna. Alla Basilica di Sant’Apollinare a Roma c’è il fratello di Emanuela Orlandi. Si parte dalla telefonata di un anonimo arrivata a Chi l’ha visto nel 2005, per poi spiegare dove è situata la Basilica e qual’era il portone dal quale uscì quel giorno del 1983 Emanuela, dopo aver terminato la sua lezione di musica. Ed è proprio da questo punto che si sono perse le tracce della ragazza. Maria, la mamma di Emanuela, ha accettato di parlare ai microfoni di Chi l’ha visto ed ha raccontato che lasciava sempre la chiave nella toppa della porta, nella speranza che sua figlia potesse tornare. La donna dice che ogni volta che ci sono novità spera che qualcosa di buono possa venire fuori, ma questo non accade mai. Maria ritiene che sua figlia sia viva e si augura anche che stia bene, ma soprattutto non crede affatto che possa essere sepolta a Sant’Apollinare nella cripta. Ci sono novità anche sul caso di Melania Rea, perché si stanno indagando tre macedoni. Ci si chiede allora quale possa essere stato il ruolo di Parolisi. La decisione del giudice di sottoporli al test del DNA nasce comunque proprio da una dichiarazione del militare. Intanto i tre operai rischiano di non lavorare più in seguito a questa vicenda.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori