LE TRE ROSE DI EVA/ Alessandro lascia Viola, ama ancora Aurora, ma è troppo tardi… Anticipazioni settima puntata

- La Redazione

La sintesi dell’episodio andato in onda della fiction di Canale 5 con Roberto Farnesi e Anna Safroncik. Un clamoroso colpo di scena: la Taviani non è colpevole, ma…

trerose_Farnesi-SafroncikR425
Alessandro e Aurora

Un grande colpo di scena in Le tre rose di Eva aprirà la settima puntata, ma prima il riassunto dell’avvincente sesta puntata, che ha mostrato ai telespettatori nuove brucianti passioni e forse ha iniziato a svelare i misteri che legano gli intensi personaggi della fiction. Edoardo (Luca Capuano) e Aurora (Anna Safroncik) decidono di trascorrere una giornata allo chalet al lago, ma devono fare i conti con un violento temporale che li costringe a trascorrere la notte allo chalet. La Taviani racconta per la prima volta la terribile esperienza del carcere ed è evidente che il sentimento che prova Monforte è sempre più forte. Ma Aurora non riesce a smettere di pensare ai momenti che aveva trascorso con Alessandro (Roberto Farnesi) in quella casa. Nel frattempo Alessandro cerca di convincere il brigadiere Mancini che tutti i tragici eventi sono collegati: la morte di Luca, Riccardo e Angela, la scomparsa di Eva e ora anche la scomparsa del maresciallo Corti (Edoardo Sylos Labini) che, fuggito con le carte che custodiscono i veri colpevoli dell’assassinio di Monforte, ricatta Ruggero Camerana (Luca Ward) e la setta dei viticoltori di Villalba. Alessandro e Viola decidono di concedersi una giornata al lago e sorprendono così Edoardo e Aurora. Tra i due fratelli c’è un violento scontro. Alessandro ha davvero dimenticato la Taviani?

Leggi le anticipazioni di Centovetrine

Monforte chiede all’avvocato Scilla di far riaprire l’indagine, ma l’avvocato evita e avverte Camerana. Intanto Matteo Monforte continua a essere ossessionato dalla morte dell’amico Roberto e neppure l’amore di Marzia (Karin Proia) riesce a calmarlo. Nel frattempo chiede di essere inviato in una nuova missione. In un momento di confidenza, racconta a Marzia com’è morto l’amico. In un perverso meccanismo simile alla roulette russa i due soldati, prigionieri dei terroristi, avrebbero dovuto spararsi a vicenda. Roberto si era rifiutato di sparare all’amico così è stato ucciso. Matteo riceve un nuovo incarico nel Mediterraneo e Marzia non ha modo di salutarlo. Sistemando Primaluce, Ottavia e le nipoti scoprono una riserva di pregiato vino del 1996, mille bottiglie nascoste dal marito di Ottavia (Paola Pitagora) per la tenuta: è l’occasione di ripartire e le Taviani partecipano a un concorso di vini, che vincono. Ma il consorzio dei viticoltori predispone il sequestro e la distruzione del pregiato vino. L’ordine è firmato da Alessandro. Edoardo fa in modo che le bottiglie vengano salvate, rischiando di essere schiacciato da un muletto. Alessandro chiede a Edoardo le ragioni del folle gesto e lui confessa di amare Aurora. Alessandro, crudelmente, gli dice che la Taviani non lo amerà mai. Alessandro scopre inoltre che è stata Viola (Victoria Larchenko) a falsificare la sua firma per vendicarsi e per gelosia nei confronti della Taviani. Edoardo torna da Laura (Elisabetta Pellini), ma le dice che non staranno insieme nonostante il figlio in arrivo. La donna, disperata, si provoca un aborto.

Amici 11: verso la finale…

Corti, Camerana e Scilla si incontrano per lo scambio della carte con i soldi, ma qualcosa va storto, Corti riesce a fuggire si salva dalle pallottole ma viene ferito a una spalla. Nel frattempo Bruno (Francesco Arca) e la figlia Clelia, dopo l’insistenza di Elena (Licia Nunez) si trasferiscono a villa Monforte. Ma la madre (Fiorenza Marchegiani) è contraria e non perde occasione di umiliare la figlia. Alessandro e Mancini cercano indizi nella proprietà di Corti e nel tragitto trovano una croce. Entrano nella casa e non si accorgono che dentro è nascosto Corti, ferito. La croce permette ad Alessandro di fare una clamorosa scoperta: appartiene a Krauss. Monforte lo affronta e gli rivela che ha scoperto tutto: era lui l’amante di Angela, era con lei al Ponte di Pietra quando hanno visto Aurora otto anni prima pochi istanti precedenti il delitto di Luca. Ma Krauss (Paolo Maria Scalondro) non poteva scagionare Aurora e ha costretto Angela a tenere il segreto perché la rivelazione della tresca avrebbe creato enorme scandalo.

Leggi le anticipazioni di Una grande famiglia

Krauss ascolta le parole di Monforte, respinge ogni accusa, ma Alessandro è convinto di aver scoperto una parte della verità legata al delitto del padre. Elena, sfruttando l’ascendente che ha su Clelia, cerca di sedurre Bruno, che però non cede alla sua corte e la respinge. Lei tenta di ucciderlo e promette di vendicarsi. L’uomo lascia la tenuta Monforte ed Elena si dispera. Continua alla pagina seguente.

Laura, che nel frattempo aveva rivelato a Tessa (Giorgia Wurth) che il bambino che aspettava è figlio di Edoardo, si salva ma perde il bambino. Tessa rivela a Viola che Edoardo e Laura erano amanti e che il figlio che la donna aspettava era suo. Alessandro, che trova le carte che dimostrano che il padre stava acquistando una misteriosa proprietà (la stessa citata nella lettera di Eva che aveva trovato Aurora) indaga su Krauss e scopre che il giorno della festa del patrono otto anni prima, quando è stato ucciso Luca, non era in chiesa come invece sosteneva. Alessandro lo affronta e gli dice che il motivo della sua assenza era perché si trovava con la sua amante Angela. Krauss ammette la relazione clandestina e dice di aver visto Aurora, ma che non ha potuto scagionarla perché avrebbe perso tutto. Edoardo dichiara il suo amore ad Aurora. I due si lasciano andare alla passione, ma vengono sorpresi da Alessandro.

 

Anticipazioni settima puntata: davanti al magistrato, Leonardo Krauss ammette che Aurora Taviani non è coinvolta nella morte di Luca Monforte. Alessandro vive un momento di grande crisi: si sente in colpa per aver testimoniato otto anni fa contro Aurora, nonostante lei  gridasse la sua innocenza. Era la donna che ha amato, e che forse ancora ama, ma non le ha creduto. Il matrimonio con Viola procede malissimo e Monforte comincia a pensare di aver commesso un grave errore a sposarla. Intanto i misteri intorno ai delitti di Villalba diventano sempre più intricati e pericolosi, ma Alessandro continua a indagare, deciso a scoprire la verità. Aurora litiga con Alessandro e gli dice che per loro è troppo tardi. Monforte si separa da Viola e lo scontro con Edoardo per il cuore di Aurora è sempre più acceso. La madre (che accusa Ruggero del delitto di Riccardo) somministra a Elena pericolosi psicofarmaci. Aurora scopre in una foto di Eva un simbolo: tre rose. E’ un segno della setta dei viticoltori? E potrebbe essere proprio Eva (Barbara De Rossi), a dare spiegazioni. E qualcuno corre un grave pericolo…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori