ARCHIMEDE LA SCIENZA SECONDO ITALIA 1/ La camminata sulla luna, le atmosfere dei pianeti e la lotta tra Maori e Shaolin. 17 giugno 2012

- La Redazione

E andata in onda ieri sera la quarta puntata della trasmissione Archimede-La scienza secondo Italia 1, che attraverso la iena Niccolò Torrielli ci conduce attraverso scoperte scientifiche

televisione_r439
Fotolia

Archimede la scienza secondo Italia 1, riassunto puntata 17 giugno 2012 – E andata in onda ieri sera la quarta puntata della trasmissione Archimede-La scienza secondo Italia 1, che attraverso la iena Niccolò Torrielli ci conduce attraverso un viaggio ironico e divertente nel tentativo di dare risposta a diversi interrogativi scientifici: in questo nuovo appuntamento si è parlato dei misteri dell’universo, ci si è chiesto cosè a far perdere l’orientamento agli animali marini facendoli piaggiare, e si è poi ricostruita una della battaglie impossibili in cui un guerriero Maori ha affrontato un monaco Shaolin. Inoltre lo scienziato Greg Foot ha cercato di riprodurre il modo in cui si cammina sulla luna e altri principi fisici. Dean Kamen e Joanne Colan (un miliardario inventore e una anchorwoman) hanno invece svolto un “esperimento profumato” col letame degli animali. Olav Alvestad e Rune Nilson (conduttori norvegesi appassionati di scienza) sono alle prese coi loro pericolosi esperimenti “domestici”, che riguardano in particolare le uova. Morgan Waters e Brendan Callaghan “giocheranno” con delle mentine immerse nella Coca Cola, i cui effetti saranno sperimentati da una cavia. Continua poi il documentario sulla “seconda orribile vita degli avanzi”, che oramai sono giunti in decomposizione da più di un mese. Il primo servizio è quello di Greg: lo studioso cerca di riprodurre un salto fatto sulla luna dove la gravità, come spiega, è 6 volte inferiore. Per condurre il suo esperimento si serve di alcuni palloni riempiti di elio, scoprendo di riuscire a saltare a ben 2 metri di altezza. Poi, sull’onda dei suoi test bizzarri, proverà a starnutire ad occhi aperti cercando di contrastare il riflesso involontario delle palpebre. Successivamente, come ogni puntata, porterà la resistenza del suo corpo al limite immergendosi in una piscina a 12 gradi sottozero per mostrare i meccanismi che il corpo sfrutta per risparmiare energia e mantenersi in vita. Infine, l’ultima curiosità soddisfatta riguarda il movimento del boomerang: Foot ne studierà l’aerodinamica per capire come mai è capace di tornare indietro, scoprendo alla base il principio fisico della “precessione giroscopica”. Per Dean Kamen e Joanne Colan è arrivato il momento di capire come il letame degli animali possa essere trasformato in energia. Andranno alla scoperta della Enertech, un impianto americano in grado di ottenere elettricità dagli escrementi sfruttandone il metano contenuto e trasformandolo in E-fuel, un combustibile non nocivo. Olav e Rune provano a cuocere un uovo nel forno a microonde, scoprendo che le istruzioni a riguardo delle case produttrici sono esatte quando avvertono che potrebbe esplodere. Poi, fanno la stessa cosa con degli ovetti di cioccolato, scoprendo che invece non succede nulla. Ma il clou si avrà cuocendo un uovo di struzzo che farà addirittura aprire, con la sua esplosione, l’elettrodomestico. Nel secondo esperimento, invece, i due preparano degli “spaghetti alla norvegese”, cercando di scoprire cosa succede nel mettere delle scatole di alluminio sui fornelli. Si divertiranno con vari tipi di spaghetti in scatola, ottenendo sempre e solo un risultato: l’aria contenuta all’interno, riscaldandosi, si dilaterà fino a far esplodere il coperchio. In studio il conduttore realizza poi una “lampada vintage” servendosi di acqua, olio e vari coloranti. 

Waters e Callaghan passano al loro esperimento con le mentine e la Coca Cola: inserendo in una bottiglia sempre più caramelle mostreranno le varie altezze del getto che la bevanda assume. Ogni volta, una cavia di nome Eric (amico dei due) verrà sollevata sempre più in alto per venire colpita dal getto: non sarà in salvo neanche a 5 metri di altezza. Nel documentario “la seconda vita degli avanzi”, il cibo in decomposizione è stato attaccato dai batteri di escherichia cohli, e sono cominciate a giungere delle mosche. Inoltre, le muffe proliferano sul pane e su altri cibi. La cucina lasciata a marcire è un campo di battaglia: giungono anche le larve, e sia queste che i mosconi aumentano esponenzialmente. Ma anche questi soccombono quando la carne e il cibo da mangiare finiscono: compaiono i “dermestidi”, alcuni piccoli insetti simili a formiche, onnivori. Il documentario astronomico della trasmissione parla oggi delle atmosfere dei pianeti, mostrando Mercurio (unico pianeta a non averne una), Giove (con la sua densa atmosfera di metano liquido), Saturno (pieno di fenomeni atmosferici violenti, fulmini e scariche elettriche) e Plutone (coi suoi venti a 1000 chilometri orari). Molti i dettagli raccontati durante il documentario, che conclude parlando di viaggi nello spazio: rivelerà infatti alcuni progetti che la NASA sta tentando di portare a termine per diminuire il costo delle missioni, come ad esempio il riciclo di acqua e il progetto di astronavi meno costose e maggiormente durature. Brendan Callaghan poi mostra uno scherzo tirato a un suo amico giornalista (Aaron): assieme a un team di esperti organizza un vero e proprio incontro ravvicinato del terzo tipo, con tanto di marziano che spunta davanti a lui, convinto di aver fatto il reportage del secolo. A concludere la serata vi sono poi le battaglie “impossibili”, che vedono oggi fronteggiarsi un monaco Shaolin equipaggiato di armi taglienti (puntali, catena a frusta e bastone) e un guerriero Maori, altrettanto armato (possiede una mere, specie di martello gigante, una taiaka e una lancia di pastinaca). Le analisi non destano dubbi: gli Shaolin risultano imbattibili per la maestria con cui usano le armi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori