UN POSTO AL SOLE/ Anticipazioni: l’agguato a Vintariello. Morirà? Guido viene smascherato. Trama puntata 21 giugno 2012

- La Redazione

Il riassunto dell’episodio della soap opera di Rai tre andato in onda ieri sera: il nonno di Nunzio tradito dai “suoi”, che vogliono ucciderlo. Pessime notizie per Filippo e Roberto

programmitvR400
Fonte: Fotolia

Drammatico colpo di scena in Centovetrine: le anticipazioni della puntata di stasera, 21 giugno 2012, svelano che ci sarà l’agguato a Nunzio Vintariello, che si ritroverà con le spalle al muro. Ma prima di svelare cosa accadrà, ecco il riassunto dell’episodio di mercoledì 20 giugno 2012. Tommaso (Michele Cesari) riferisce a Filippo (Michelangelo Tommaso) la notizia che aspettava da tempo: il centro trapianti ha trovato un donatore compatibile con il suo gruppo sanguigno. Assieme al dottor Ferri (Riccardo Polizzy Carbonelli) giunge una dottoressa, con l’intento di portare Filippo in ospedale per tutti gli accertamenti del caso, prima di procedere alla donazione. Filippo vuole però sbrigare alcune faccende alla Starbox lasciate in sospeso: ma Tommaso, capendo che non c’è tempo da perdere, si offre di andare al posto suo. Roberto, mentre il figlio è già fuori, continua a umiliare Tommaso, dicendogli di rendersi utile, cosi almeno riesce a dare un senso alla sua presenza. Un ansioso Roberto e suo figlio giungono in ospedale. Mentre Filippo si allontana per cominciare gli esami, la dottoressa Ornella (Marina Giulia Cavalli) spiega a Roberto che, per confermare la donazione, dovranno essere positivi molti fattori. Roberto fa pressioni affinché il trapianto avvenga lo stesso. In ospedale arriva Tommaso, che aveva promesso di andare a trovare il cugino dopo aver sbrigato le sue faccende. Roberto gli inveirà contro: lo definirà un parassita e ora che non avrà più bisogno del suo rene, farà di tutto per farlo cacciare. Tommaso torna a casa con il morale sotto i piedi: le parole del dottor Ferri lo hanno colpito nell’orgoglio. E quando anche Filippo torna a casa e gli racconta che la donazione non sarà possibile, non ci pensa due volte: gli dice che sarà lui il donatore del rene. Angela (Claudia Ruffo) si sta allenando a boxe in terrazza, qualcosa la rende rabbiosa. Intanto Franco (Peppe Zarbo) torna da Stromboli, dove ha accompagnato il figlio Nunzio al sicuro dalla famiglia camorrista di Alfonso Vitale. Sul viale del rientro da casa, l’uomo incontra Raffaele (Patrizio Rispo) e Renato (Marzio Honorato), che stanno parlando del fatto che Manuela (Cristiana Dell’Anna) rimarrà la baby sitter di Viola. Infatti, dopo che Niko (Luca Turco) ha svelato l’arcano legato all’ incontro tra lui e la sua ragazza (si trattava solo di una strategia per ingelosirsi a vicenda), si è chiarita anche la posizione di quest’ultima. Franco chiede ai due come è stata Angela in questi giorni. Franco racconta di averla vista fare lunghe passeggiate con Bianca e di averla trovata serena. Rassicurerà Franco: tutto sembra stia tornando alla normalità. Ma non è proprio così: Franco ha portato un regalo ad Angela, e racconta lei di Nunzio e Katia. Pare che la permanenza a Stromboli sia un toccasana per tutti e due. Franco vede Angela un po’ preoccupata e gli propone una vacanza assieme proprio in quella località: solo loro due, col sole e col mare. Ma l’inquietudine di Angela spingerà lui a discutere in un secondo momento della proposta. Quando Franco tenta di accarezzarla, la donna si scosta e con una scusa si allontana. E’ chiaro che ancora non riesce ad avere approcci fisici dopo la violenza. Intanto a casa di Vintariello (Antonio Pinnarella), mentre il boss riflette sullo stato di prigionia e solitudine che in questi anni è stato costretto a sopportare per via delle guerre per i soldi e per le donne, “Carmine Santità” (altro boss) annuncia che farà visita da lui per portare delle novità: i Vitale vogliono trattare per mettere da parte le guerre. Ma Vintariello non è del tutto convinto: risponde di si solo perché quella di Carmine è una domanda dal “sapore” di un ordine. Ma Carmine sta tramando la peggiore delle congiure: sacrificherà Vintariello a Vitale per porre fine alla guerra tra clan. Continua alla pagina seguente.  

Guido (Germano Bellavia) si pavoneggia davanti a Otello (Lucio Allocca) del suo lancio con il paracadute, che in realtà non è mai avvenuto. Silvia (Luisa Amatucci) e Michele (Alberto Rossi) lo guardano con occhi di ammirazione e lo elogiano per il coraggio. Tanto che Guido, in un eccesso di spavalderia, promette di portare con sé anche una dipendente del bar Vulcano, che trascinata dall’entusiasmo gli chiede di poter provare l’impresa. Il guaio è che Guido non ha mai fatto nessun lancio: al posto suo, il temerario Otello si è prestato all’impresa, sia perché era uno dei suoi sogni, sia per mostrare il certificato dell’avvenuto salto nel vuoto. Ma proprio quest’ultimo, rimasto solo con Guido, non accetta il suo vantarsi in maniera spavalda e lo invita a un po’ di contegno, altrimenti sarà costretto a tradire il segreto. Ma Guido, furbescamente, lo tiene in pugno: anche a Teresa (Carmen Scivittaro) non farebbe molto piacere sapere il rischio che suo marito ha corso senza rivelare nulla a lei. La discussione avviene a voce alta sul viale di palazzo Palladini, a tal punto che Raffale, sentendoli alzare i toni, interviene a redarguirli. I due si dividono, ma Otello torna a casa indispettito: a Teresa, che pure lo vede “strano”, racconterà che si tratta di questioni di lavoro. Ma quando scoprirà che a casa la televisione non va per via dell’antenna, Otello avrà un idea: a sistemarla sul tetto, anziché il solito Raffaele, sarà il “coraggioso” Guido. E cosi, quest’ultimo viene fatto chiamare per poter svolgere il suo compito. Ma comincia ad accampare varie scuse, dicendo di avere un impegno con la fidanzata Loredana. Quest’ultima compare e afferma che non ci sono problemi: aspetterà che venga cambiata l’antenna. Ora Guido non può più sottrarsi.

 

Trama puntata 21 giugno 2012: Viola sarà al fianco di Filippo quando dovrà prendere un’importante decisione. A causa della “vendetta” di Otello, Guido è costretto a confessare il suo segreto, ma tra i due vigili non è finita. Vintariello riesce a sfuggire all’agguato di Sannitaro e dei Vitale, ma purtroppo si troverà con le spalle al muro.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori