LE TRE ROSE DI EVA/ Rocco Giusti: Matteo forse non saprà chi è il suo vero padre. E con Marzia…

- int. Rocco Giusti

In queste ultime tre puntate della fiction, in onda su Canale 5, sta emergendo il misterioso personaggio di Matteo Monforte. Ce ne parla il suo interprete, ROCCO GIUSTI  

trerose_nona-fratelli-w450
Matteo Monforte con i fratelli

Le tre rose di Eva sta regalando un colpo di scena dietro l’altro: stasera Canale 5 manderà in onda la decima e terzultima puntata della fiction e anche in questo episodio non mancheranno sorprese mozzafiato. Tra i personaggi della serie sta emergendo in modo sorprendente Matteo Monforte, l’ultimogenito di questa tormentata famiglia. Nel precedente episodio è stato svelato che Matteo in realtà non è figlio di Luca Monforte, ma il frutto di un inquietante tradimento della madre Livia con l’avvocato Scilla. E non è tutto, perchè il giovane “Monforte” non è l’eroe reduce di guerra che tutti credevano fosse, ma un “assassino”… Questa settimana ad accompagnarci tra “Le tre rose di Eva” è proprio Matteo, o meglio, Rocco Giusti, il giovane attore che lo interpreta. Rocco, come gli altri attori che l’hanno preceduto in questa serie di interviste de ilsussidiario.net dedicate alla fiction, propone inedite anticipazioni di ciò che succederà: scoprirete che a Matteo Monforte e a Villalba dovranno ancora accadere molte cose e forse non tutto verrà alla luce…

Lei è un giovane attore emergente: come si è preparato al debutto nella grande fiction e in particolare per il ruolo di Matteo ne Le tre rose di Eva?

Quando mi hanno assegnato il ruolo ho letto attentamente le scene e ho visto alcuni film che avrebbero potuto ispirarmi per entrare meglio nella parte. Vi faccio un esempio: per prepararmi a girare la scena drammatica della roulette russa, in cui Matteo causa la morte di Roberto, ho rivisto Il cacciatore di Cimino. Poi ho cercato di entrare nelle parte lavorando su me stesso, anche in scene particolarmente complicate ho cercato di inserire la mia personalità provando e riprovando, e un grande aiuto mi è stato dato dai registi Raffaele Mertes e Vincenzo Verdecchi. E’ stato un lavoro impegnativo, perchè il personaggio non è affatto simile a me, se non in un aspetto: lasciare la casa e la famiglia per inseguire i proprio sogni. Io ho infatti lasciato Livorno, la mia famiglia e i miei amici per andare a Roma e intraprendere la strada della recitazione.

Matteo Monforte sta regalando inaspettati colpi di scena, ce ne saranno altri?

Tanti eventi sono già accaduti nella fiction e ciò che accadrà non posso svelarlo, altrimenti rovino la sorpresa ai telespettatori di Canale 5: ricordate cos’è accaduto nella scorsa puntata? E’ stato svelato che Matteo non è figlio di Luca Monforte, ma di Alfredo Scilla, l’avvocato di famiglia, con il quale Livia ha avuto una relazione. Fate attenzione, perchè questo filone della trama procederà, ma non è detto che Matteo venga a conoscenza della verità in merito a chi è veramente suo padre. Ve lo lascerò scoprire….

Leggi le anticipazioni della decima e terzultima puntata, stasera 

Interessantissime anticipazioni. Andiamo avanti: Matteo Monforte è stato trasferito a Roma per l’inchiesta sulla morte del commilitone, ma tornerà a Villalba…  

Certo, Matteo farà ritorno a Villalba, dove nel frattempo sono accaduti eventi drammatici, per stare al fianco e sostenere suo fratello Alessandro, che è stato incastrato dall’altro fratello, Edoardo, che ha ucciso Eva Taviani. Matteo Monforte, dopo aver raggiunto la punta più bassa e umiliante della sua esistenza, tenterà un percorso di risalita che lo possa riabilitare dopo tutto ciò che è stato rivelato su di lui.

Matteo Monforte si era invaghito di Marzia Taviani, ma poi la situazione è peggiorata. I due recupereranno il rapporto?

Diciamo che il rapporto complicato tra Marzia e Matteo resterà in sospeso… Ora la Taviani sta frequentando il brigadiere Antonio Mancini, Matteo si dimostra molto geloso di questo rapporto, ci saranno scenatacce (alcune i telespettatori le hanno già viste), ma per Monforte non ci sono né il tempo, né le condizioni mentali e fisiche per recuperare il legame con Marzia o anche solo per pensare di tentarci… Nei momenti di lucidità Monforte si rende conto di aver commesso un grosso errore nell’aver lasciato una ragazza come Marzia, ma un ritorno….

Un ritorno…?

Tenete conto che il finale resterà aperto, quindi potrebbe accadere davvero di tutto…. Se non nella prima, magari nella prossima stagione…

Parliamo del cast. Ha recitato al fianco di attori popolari e amati dal pubblico che segue le fiction: Luca Ward, Roberto Farnesi, Luca Capuano…

Mi hanno aiutato e sostenuto tutti, davvero, e mi sono trovato molto bene sul set. Ho girato diverse scene con Alfredo Pea, è un attore formidabile che mi ha sostenuto e da cui ho imparato moltissimo. Ma anche con i miei “fratelli” Roberto Farnesi e Luca Capuano ho lavorato molto bene, così come con Karin Proia e Fiorenza Marchegiani. Devo poi ringraziare anche Luca Ward, mi ha aiutato molto: abbiamo dovuto doppiare tanti dialoghi e Luca, grande e famoso doppiatore, è stato un maestro, mi ha dato numerosi consigli per il doppiaggio, che è difficilissimo perchè non è semplice rendere la scena così com’è in presa diretta. Peccato che con Ward ho girato poche scene…

Lei è stato nel cast de I mostri oggi: cosa le ha lasciato questa esperienza sul set cinematografico?

Devo ammettere che è stata una piccola partecipazione, ma è stata la mia prima esperienza con professionisti del cinema come Diego Abatantuono e Giorgio Panariello.

Le tre rose di Eva le sta regalando popolarità tra il vasto pubblico della fiction, ora cosa si aspetta da tutto questo?

Spero di essere piaciuto al pubblico, di essere apprezzato per quello che ho fatto e mi auguro di continuare a lavorare come attore. In ogni esperienza professionale che ho affrontato, ho cercato di rendere i personaggi assegnati al meglio; lho fatto per il pubblico e spero che questo venga riconosciuto e gli apprezzamenti che ho ricevuto sono il regalo più grande. Recitare è la mia vita e spero di poter continuare a farlo, non per questioni di fortuna, ma perchè spero di meritarmelo dando il massimo.

Ritroveremo Matteo Monforte nella seconda stagione de Le tre rose di Eva?

Sì, penso proprio di sì e ci saranno nuovi sviluppi… Anche se per ora nulla è ufficiale.

 

(Camilla Schiantarelli)  



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori