SFOOTING/ La Pollinesia, le Moldive e Trinidad & Tobacco: le mete più chic dellestate 2012

- Comic Astri

Mentre si appropinquano le vacanze estive, molti italiani non hanno ancora scelto una destinazione dove trascorrerle. I COMICASTRI ne consigliano alcune che potrebbero rivelarsi sorprendenti

Valigie_Borse_PartenzaR439
Infophoto

Si appropinquano le vacanze estive e litaliano si gode la crisi, vista la situazione economica del nostro Paese; molte famiglie non hanno ancora scelto destinazione alcuna. Per venire incontro alle loro esigenze, e per muovere un po le acque rispetto alla nostra sistematica carenza di cash, che ci rende sempre meno appetibili agli occhi delle nostre rispettive consorti, abbiamo deciso di lanciarci nel business del turismo, con una società nuova di pacca: il tour operator ComIncAstri bene i giorni di ferie. Obiettivo dichiarato è aiutare le famiglie italiane a trovare nuove mete a prezzi convenienti, mettendo daccordo grandi e piccoli, riuscendo a conciliare gli impegni di tutti: di lavoro del marito, domestici della moglie, sportivi del figlio maggiore, sentimentali della figlia mediana, festaioli della figlia minore, senza sottovalutare limpegno, preso come al solito alla fine delle ultime vacanze con la nostra dolce metà, di doversi sobbarcare il peso della nostra amata suocera dovunque si decida di andare. Il nostro catalogo Estate 2012, con mete appositamente ricercate per tutti voi, seppur non ancora rinomate, tiene conto di tutte le variabili di cui sopra.

Pollinesia. Microscopiche isolette situate più o meno dallaltra parte del mondo (non vogliamo svelarvi troppo), sono il sogno di chi desidera una vacanza da veri galletti! Si parte, naturalmente, da Gallipoli, alle ore 4,30 in punto (lora del primo canto del gallo). Per raggiungere la nostra destinazione, la scelta è tra le seguenti opzioni:

1) Con lovovia Gallipoli-Fatu LHovu (la capitale): 50 posti tutti in piedi (tempo di percorrenza: 5 mesi andata e 5 mesi ritorno, costo: 1 euro per il biglietto di andata + 1 euro per il biglietto di ritorno; sconto del 20% se si compra un unico biglietto A/R valido 9 mesi; sconto del 75% se la suocera viene convinta a viaggiare fuori dallovovia attaccata con le unghie ai vetri). Una volta giunti in Pollinesia, il soggiorno durerà 36 ore e prevede la visita di 6 isole, senza pernottamento. Ritmo frenetico? Sì, ma esperienza che vi segnerà la vita. E statene certi, per sempre!

2) Con il volo diretto Gallipoli-Cova Cova (lisola più grande del piccolo arcipelago pollinesiano) con la compagnia aerea Ovo Maltina Airlines. Al check-in vi verranno gentilmente offerti assaggi di uova alla Cocque (piatto tipico dell isola forse più esclusiva di tutto lArcipelago) e viaggerete in chicken class, spaparanzati su funzionali sedili a guscio duovo in carbonato di calcio, disposti a filiera. Durante il volo sarete accuditi e coccolati dalle hostess della Ovo Maltina Airlines, facilmente riconoscibili dal cappellino con la cresta, dalla divisa fatta di piume e dai pantaloni a zampa di gallina. Una volta atterrati in Pollinesia, non perdetevi lescursione alla già citata Isola di Cocque, dove le spiagge riservano scorci mozzafiato. I vostri scatti fotografici potranno essere raccolti negli appositi albùme-ricordo che vi saranno gentilmente offerti dalla stessa Ovo Maltina Airlines.

Le Moldive. Sono piccolissime, quasi invisibili, isole che si trovano al centro della Repubblica di Moldova (o Moldavia), stato dell’Europa orientale racchiuso tra Romania e Ucraina e senza sbocchi sul mare. Ma allora dove stanno queste isole? Bella domanda! Le abbiamo individuate a stento sull’atlante geografico: sono talmente piccole che per trovarle occorre recarsi direttamente sul posto. Le Moldive (ci riportano entusiasti i primi turisti che sono riusciti a intravvederle) dovrebbero comunque trovarsi in un punto non ben precisato lungo il fiume Prut, lungo complessivamente 953 chilometri, di cui 771 costituiscono il confine con la Romania. Più turisti riusciremo a indirizzare verso queste isole non molto conosciute, e più precise indicazioni sapremo fornirvi.

In ogni caso, per quanti tra voi vogliono partire con la certezza di una meta sicura, consigliamo una guida turistica particolarmente accurata “Alla scoperta delle proprietà saluberrime dell’acqua borica delle Moldive” (Quo Vadis editore, € 69,25 a prezzo intero, in tutte le farmacie, € 13,02 pagando il solo ticket). L’acqua borica delle Moldive è un particolare fenomeno, riferibile alla cosiddetta “bora siberiana”, un vento che può raggiungere, in molti periodi dell’anno, raffiche superiori ai 230 km orari; perciò nuotare nel fiume Prut, mentre soffia la bora siberiana (da qui il soprannome di “acqua borica”), è un buon esercizio per le braccia e per i polmoni. È un po’ come nuotare sul posto: ci si sbraccia senza avanzare di un centimetro. Un’esperienza unica al mondo, che da sola vale una vacanza alle Moldive.

Per gli amanti dell’avventura, invece, il difficile rinvenimento di queste isole può trasformarsi da piccolo contrattempo in emozionante viaggio da veri esploratori, alla ricerca di situazioni difficilmente rintracciabili in altre parti del mondo. A tal proposito, ci piace segnalarvi un articolato intrigo di acerrime contese, rancori etnici, rivalse, probabilmente di origine tribale, finite talvolta nell’assoluta ostilità, che dividono gli abitanti degli 11 distretti attraversati dal Prut. Infatti, da nord a sud, i briceniti non sopportano gli edinettensi; quando entrate nel Rijscani non parlate mai del Glodeni; una volta giunti nel Falesti, attenti a non confonderlo con il Floresti; gli ungheniti diventano molto… “graffianti” se sentono parlare dei disporeniti, mentre quando varcherete i confini del distretto di Hincesti, non badate troppo alle cattive abitudini che intercorrono tra madri e figli. Più tranquillo, infine, il transito nei distretti meridionali di Leova, Cantemir e Cahul, ma a una sola condizione: non citate mai gli abitanti della confinante Gagauzia, i famosi “Gagaukazi”, considerati dai leovesi, dai cantemiresi e dai cahulesi molto insolenti e assai fastidiosi.

Trinidad & Tobacco. Isoletta che dovrebbe trovarsi vicinissima a Trinidad & Tobago, se solo non fosse perennemente avvolta da una densa nube di fumo, molto difficile da scorgere e molto pericolosa per l’approdo dei natanti. L’isola è ovviamente consigliata a chi ha problemi all’apparato respiratorio, in virtù della sua caratteristica aria dalle proprietà curative. Il clima dell’isola è caratterizzato dai tipici “cigarillos”, soffioni a forma di tubo allungato, da cui fuoriesce la celeberrima “fumèra de nicotinas”, un composto di gas, vapore e sostanze solide sospese, che può essere inalato standosene comodamente seduti sui balconi del proprio albergo, senza dover ricorrere all’apparecchio per inalazioni, comunemente detto aerosol.

Per un tour dell’isola, consigliamo il noleggio delle caratteristiche moto locali, le apprezzatissime, almeno a queste latitudini, “Bob Marley Davidson”: si tratta di motociclette che “reggae” qualsiasi peso, corredate di un motore bicilindrico così potente che, quando scatta il rosso, basta dare un po’ di gas per fumarvi senza problemi tutti gli altri automobilisti.

Un unico inconveniente può turbare una salutare vacanza a Trinidad & Tobacco: l’incertezza dei collegamenti aerei. Purtroppo, le rotte verso queste ambitissime mete sono di esclusiva competenza della Camel Trofie (compagnia aerea metà marocchina e metà ligure), nota purtroppo per la sua scarsa affidabilità: perciò, fino all’ultimo minuto, il viaggio, con la Camel Trofie può andare in fumo. A quel punto però, prima di protestare, andate a prendervi una bella boccata d’aria…





© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori