SANTORO/ Mentana: Servizio pubblico andrà in onda su La7

Secondo Enrico Mentana che ne ha dato l’annuncio in diretta, Michele Santoro avrebbe firmato con il canale tv La7. Servizio pubblico dunque  andrebbe in onda su quella tv

05.07.2012 - La Redazione
santoro_servizio_r439
Michele Santoro (Infophoto)

Michele Santoro finalmente approda a La7. Dopo le fallite trattative di qualche tempo fa che già sembravano averlo portato al terzo polo televisivo, fallite non si è mai capito perché (Santoro parlò di ricatti commerciali da parte di Berlusconi a La7) e l’esperienza su Sky, adesso l’ex conduttore Rai dovrebbe avercela fatta. A dirlo pubblicamente non è stato lui, ma uno dei massimi sostenitori di Santoro a La7, e cioè l’attuale direttore del tg, Enrico Mentana. Lo ha detto in diretta televisiva affermando che Santoro aveva da poco firmato un contratto. Servizio pubblico dunque approda a La7. Siamo a poco tempo (domani) dalla presentazione dei palinsesti televisivi del canale, dunque la firma di un contratto ci sta. Lo stesso Santoro in realtà era intervenuto sull’argomento, dicendo che una trattativa con La7 c’era, ma che era “laboriosa”, proprio come l’altra volta. Parlando alla manifestazione “Ideona” a savona, aveva aggiunto: “Insieme ai miei collaboratori ci siamo abituati a produrre televisione attraverso una piattaforma che fa capo a diverse tv private in Italia e che ha avuto il suo battesimo quest’anno con il programma Servizio Pubblico”. Aveva poi detto che è abituato a fare una televisione che è criterio di libertà di espressione e questa cosa non sempre viene accettata. Non si tratta però, ha aggiunto ancora, di un problema di natura economica. Nel precedente tentativo di portare Santoro a La7 si era fatat anche questa ipotesi, la mancanza cioè di un accordo economico tra il conduttore e la televisione. Su La7, poi, è già in onda il programma del suo ex collaboratore Corrado Formigli, un programma abbastanza simile nei contenuti. Ma lo stesso Formigli parlando al programma radio Un giorno da pecora aveva spiegato che per lui l’eventuale arrivo di Santoro era una notizia positiva. “Mi ha insegnato a fare questo mestiere. Lui è un grande autore e un grandissimo artigiano della tv” aveva detto. Dunque non ci sarebbe pericolo di avere due programmi cloni sullo stesso canale.

 Bisognerà dunque attendere domani per sapere davvero alla presentazione a Milano del palinsesto tv di La7 se Servizio pubblico andrà veramente in onda su quel canale. Canale che diventa sempre di più la sede di tutti gli espatriati dalla Rai.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori