NOTE DI NERO/ Iris (Mediaset) si tinge di “noir” italiano per otto sabati. Anticipazioni

- La Redazione

Per Note di nero si parte questa alle 21.10 con La cura del gorilla, un film di Carlo Arturo Sigon tratto dallomonimo romanzo di Sandrone Dazieri, che ne cura anche la sceneggiatura

infophoto_claudio_bisio_la_cura_del_gorilla_R439
Claudio Bisio

Le prime serate di Iris si tingono di nero. Da questa sera il canale digitale Mediaset manderà in onda un ciclo dedicato al cinema noir italiano dal titolo Note di nero che terrà compagnia agli appassionati del genere per otto settimane. Sabato, quindi, serata dedicata ad un genere molto amato nel mondo del cinema e che vede le sue origini negli Stati Uniti tra gli anni ’40 e ’50. Nei 250 titoli classificati come peculiari del genere, brillano autentici capolavori come Il mistero del falco, La scala a chiocciola e L’infernale Quinlan. In Italia, il noir ha trovato molti seguaci: da Michelangelo Antonioni di Cronaca di un amore e Il grido a Michele Placido di Romanzo criminale. Col passare del tempo, gli elementi distintivi del noir classico, con i forti contrasti di luci tra bianco e nero, in simbolica rappresentanza del conflitto tra bene e male, sono stati abbandonati per dare vita al neo-noir o noir postmoderno. Secondo la critica, il film manifesto dellultima evoluzione del prezioso sottogenere del giallo è il Blade Runner diretto da Ridley Scott, nel 1982. Per Note di nero si parte questa alle 21.10 con La cura del gorilla, un film di Carlo Arturo Sigon tratto dallomonimo romanzo di Sandrone Dazieri, che ne cura anche la sceneggiatura. Protagonista della pellicola un inedito Claudio Bisio, in un ruolo non propriamente comico, nelle vesti di un investigatore alle prese con omicidi in una cornive di sesso, droga e alcol. Il detective dovrà vedersela anche con la sua limitante malattia che gli procurerà sdoppiamenti della personalità. La rassegna prosegue il 17 luglio con “Quo Vadis, Baby?” di Gabriele Salvatores. Con Elio Germano e Angela Berardi che, grazie al ruolo di Giorgia Cantini, ha ricevuto un Pegaso doro ai premi internazionali Flaiano. La pellicola del 2005 racconta la storia dell’investigatrice privata Giorgia che passa le notti tra locali dove si ascolta musica e si beve. La donna, però, sente crescere l’inquietudine di aver gettato la sua esistenza e comincia a scavare nel suo passato, ma il viaggio nei suoi ricordi si rivelerà difficile e pericoloso. 

Ma ecco gli altri film previsti: il 21 luglio “In ascolto” di Giacomo Martelli. Con Michael Parks e Maya Sansa. il 28 luglio “La strategia della maschera” diretto da Rocco Mortelliti: tratto da un soggetto di Andrea Camilleri, che nel film recita nel ruolo di un archeologo. Il 4 agosto, “Sotto falso nome” (2004) di Roberto Andò, con Daniel Auteuil. Il 11 agosto, “Almost Blue” (2000) di Alex Infascelli, tratto dall’omonimo romanzo di Carlo Lucarelli. Con quest’opera, Infascelli ha ottenuto un David di Donatello, un Nastro d’argento e un Ciak d’oro come Miglior regista esordiente. Il 18 agosto, “Il cartaio” (2004) di Dario Argento, con Stefania Rocca, Liam Cunningham e Silvio Muccino. Infine, il 25 agosto, “Nonhosonno” del maestro dell’horror Dario Argento, con Rossella Falk e Stefano Dionisi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori