POMERIGGIO 5/ La duplice esecuzione a Milano, la protesta Alcoa e il dibattito sull’eutanasia. 13 settembre 2012

- La Redazione

Una nuova puntata di Pomeriggio Cinque è andata in onda oggi, 13 settembre 2012, ovviamente trattando i maggiori casi di cronaca e attualità. Il riassunto della puntata

barbara_urso_r439
Barbara D'Urso (Infophoto)

Pomeriggio 5, riassunto puntata 13 settembre 2012 – Una nuova puntata di Pomeriggio Cinque è andata in onda oggi, 13 settembre 2012, ovviamente trattando i maggiori casi di cronaca e attualità: in particolare i principali temi di discussione di oggi hanno riguardato il caso Alcoa e la protesta degli operai, l’esecuzione della coppia a Milano, l’omicidio dei coniugi di Lignano Sabbiadoro e il delicato tema dell’eutanasia. Il primo argomento viene approfondito grazie al contributo di due ospiti in collegamento da Cagliari, Antonello Casula e sua moglie, due operai Alcoa che come tanti altri chiedono risposte precise sul loro futuro. Cambiando poi argomento, si parla poi dell’esecuzione avvenuta in pieno centro a Milano alle 20 di lunedì 10 settembre, della giovane coppia composta da Massimiliano e Carolina, 43 anni lui e 22 anni lei, che quella sera si trovavano in strada con la loro piccola bambina, fortunatamente uscita illesa dagli spari. Si cerca di fare luce sul movente dell’omicidio che pare sia collegato ad un traffico di droga, ma gli inquirenti tendono a sottolineare che il tutto è ancora ampiamente da confermare. Si passa poi ad un altro omicidio avvenuto pochi giorni fa, quello dei coniugi Burgato avvenuto a Lignano Sabbiadoro. Molti sono gli interrogativi che permangono su questo caso: a rispondere ad alcune domande a riguardo ci sono Rosa Teruzzi, esperta di gialli, giornalista e scrittrice, e Ezio Denti, criminologo investigativo, in collegamento telefonico. Viene inoltre mostrato un servizio esclusivo del portavoce del figlio dei coniugi, Stefano Trabalza, avvocato di Michele Burgato, il quale difende l’integrità della coppia di anziani. Nella seconda parte del programma, intitolata “Da che parte stai?” viene affrontato un argomento molto delicato: l’eutanasia. Lo spunto per affrontare questo tema è il film del regista Bellocchio, “Bella addormentata”, presentato al Festival del cinema di Venezia, che affronta il tema dell’eutanasia ed del caso di Eluana Englaro. Gli ospiti in studio sono Morena Zapparoli Funari, la quale sostiene che la decisione di interrompere la propria vita dovrebbe essere soltanto personale; Emilio Coveri, presidente e fondatore exit Italia, che si è dichiarato pro eutanasia. 

Marchisio Neri, paziente di Emilio Coveri, che ha firmato il testamento biologico perché ha paura che qualcuno possa decidere per lui; Stefano Zecchi, scrittore e filosofo, il quale sostiene che il testamento biologico rappresenta un segno di grande civiltà e che il problema è il diritto alla cura quando diventa un problema di coscienza; Fulvio De Nigris, direttore centro studi per la ricerca sul Coma, il quale è per la libertà di scelta; infine, in collegamento da Roma c’è Mina Welby, vedova di Pier Giorgio Welby, che ha fornito una testimonianza molto forte riguardo il tema dell’eutanasia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori