UN POSTO AL SOLE/ Anticipazioni: ore di angoscia per Gianluca, muore? Trama puntata 17 settembre 2012. Video

- La Redazione

Il riassunto della puntata andata in onda venerdì 14 settembre 2012 e le anticipazioni dellepisodio in onda lunedì 17 settembre. Sopravviverà il figlio di Alberto Paladini? La trama 

Fotolia_telecomando2_R439
Fotolia

In Un posto al sole (anticipazioni) muore Gianluca Paladini? E in coma e in gravissime condizioni, riuscirà a riprendersi? Lo scopriremo nella puntata di Un posto al sole in onda lunedì 17 settembre 2012 su Rai Tre (trama alla pagina seguente), ma prima il riassunto (e video Rai.tv) della puntata di venerdì 14 settembre. Nico e Manuela sono nel bel mezzo di una discussione molto importante e che potrebbe segnare per sempre il loro destino di coppia. Il motivo della discussione è la volontà di Nico di voler abbandonare il progetto Erasmus che da circa 1 mese e mezzo sta frequentando alluniversità di Madrid, per stare insieme a lei a Napoli. Manuela non si sente di influenzare così tanto la vita di Nico anche perché lErasmus era un qualcosa che fino ad un paio di mesi fa, lui voleva con tutte le forze. La situazione inizia a degenerare con lui che vedendo ed intuendo soprattutto nelle parole di Manuela una certa insicurezza dei sentimenti provati nei suoi confronti, propone di troncare il loro rapporto sentimentale. Renato insieme allex moglie e madre di Nico, Giulia, incomincia a fare le prove del discorso che deve fare a Nico per convincerlo a tornare sulle proprie decisioni e rientrare immediatamente a Madrid. Mentre i due sono alle prese con la ricerca delle giuste parole, rientra in casa uno sconsolato Nico che immediatamente li mette al corrente di quanto successo con Manuela e del fatto che presto tornerà in Spagna. Sembra tutto a posto per i genitori se non fosse per il fatto che il vedere così il proprio figlio li rattrista enormemente. Manuela affoga i propri dispiaceri mangiando pane e maionese. Serena rientrando, la trova in queste deplorevoli condizioni e una volta compreso il tutto, la invita a reagire. Serena le fa capire come evidentemente, se sta male vorrà dire che tiene tantissimo a Nico e quindi non deve fare altro che correre da lui, anche se sono luna di notte, chiarire tutto e riprendere il loro rapporto. Serena le dice questo perché è quanto avrebbe voluto fare con Filippo se non fosse per il fatto che se ne sia andato allimprovviso senza avvertire lasciandola sola a disperarsi per un amore perso. Manuela convita dalla sorella, si riveste e di corsa si dirige verso la casa di Nico. Bussa e facendosi aprire da un assonnato Renato, gli fa presente come deve parlare al ragazzo che di colpo esce dalla stanza. I due incominciano a parlare e a chiarirsi. Manuela vuole che Nico la stia a sentire molto attentamente quello che ha da dirgli. Lei non voleva dire che il loro rapporto non aveva futuro ma soltanto che gli sarebbe dispiaciuto che lui fosse costretto a rinunciare ad un proprio sogno che cullava da tanto tempo. La pace alla fine arriva con i due che si lasciano andare in un appassionante bacio che fa capire a Renato come molto probabilmente Nico non partirà più per Madrid. Tra Andrea e Arianna sta per nascere una furibonda discussione che li metterà uno contro laltro. Andrea dopo aver scoperto che Mimmo vuole portare a New York ad esibirsi con lui la moglie Arianna e non lui, va su tutte le furie e non vuole assolutamente acconsentire al viaggio. Arianna, indispettita decide di voler andare ad ogni costo a questa manifestazione. Andrea non la spunta e Arianna dà il proprio sì a Mimmo anche se i costumi che ha in mente di farle indossare non le vanno a genio visto che la vedrebbero nelle vesti della statua della libertà, di Wonder woman e di altri miti americani. Davanti palazzo Palladini, intanto, Michele e Silvia stanno rientrando dal supermercato quando squilla il cellulare di Michele. Al telefono è il magistrato Nicotera che lo informa di quanto combinato da Rossella. Rossella, infatti, sfruttando un attimo di distrazione dellagente di polizia posto a guardia del papà di Gianluca, si era intrufolata nella sua stanza di Alberto per parlargli del figlio e di tutto quanto gli sta succedendo. Immediatamente, Michele e Silvia si precipitano allospedale per andare a riprendere Rossella. Una volta giunti lì, il papà la rimprovera a dovere, anche se Nicotera ha deciso di sorvolare sulla questione sottolineando come questa sia una cosa che non si debba ripetere mai più. Continua alla pagina seguente. 

Dopo le dovute scuse da parte di Michele per il comportamento della figlia, i tre rientrano a casa. Nicotera invece, entra nella stanza di Alberto Palladini per proporgli uno scambio. Se lui parla e chiarisce come si sono svolti i fatti e chi sono quelli che hanno orchestrato il tutto, avrà in cambi dei benefici da parte del giudice e delle misure cautelative meno pesanti nei suoi confronti. Palladini si dice pronto a collaborare soltanto che teme per la propria incolumità e comunque si riserva un po’ di tempo per decidere. Nel frattempo Michele fa presente alla figlia Rossella come seppur si renda conto le giuste motivazioni per cui ha fatto tale gesto, gli deve promettere di non farlo mai più. Inoltre, le chiede se ha avuto più notizie di Gianluca che a quanto sembra è completamente sparito. Rossella allora cerca di telefonargli ma il cellulare è spento. Gianluca, non potrà mai rispondere perché è stato portato d’urgenza al pronto soccorso per via di alcune pillole di ecstasy ingerite insieme ad alcol e che hanno dato vita ad una miscela davvero nociva. L’unica fortuna per Gianluca è quella di aver trovato al pronto soccorso di turno Ornella. Ma è in coma e le sue condizioni sono gravissime.

 

Trama puntata 17 settembre 2012 – Le condizioni di Gianluca sono gravissime: è in coma dopo aver assunto sostanze proibite in discoteca. Ce la farà? La situazione tragica del figlio, risvegliano il senso paterno di Alberto, che inizia a reagire. A causa di Andrea, scatta un insolita competizione tra Angela e Franco. Renato Poggi è costretto a rendersi conto che forse ha confidato troppo nella sua prestanza fisica. 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori