GIANRICO CAROFIGLIO/ Video: presenta “Il bordo vertiginoso delle cose” a Che tempo che fa

- La Redazione

Lo scrittore Gianrico Carofiglio è stato ospite di Fabio Fazio a Che tempo che fa per presentare il suo nuovo romanzo “Il bordo vertiginoso delle cose” 

fabio_fazio
Fabio Fazio

Nella puntata di “Che Tempo Che Fa”, andata in onda il 26 ottobre su Rai Tre, il primo personaggio presentato da Filippa Lagerback è stato lo scrittore Gianrico Carofiglio, intervenuto per presentare il suo ultimo romanzo dal titolo “Il bordo vertiginoso delle cose”, edito da Rizzoli. Carofiglio, professione magistrato, è anche un autore da quattro milioni di copie vendute in carriera. La sua ultima opera, come dichiarato dallo stesso autore durante la chiacchierata con Fazio, ha molto di personale e si può trovare più di un tratto autobiografico, tra le pagine del libro. Il protagonista del romanzo, Enrico Vallesi, è uno scrittore in piena crisi creativa che si trasferisce a Bari, sua città natale, per affrontare il particolare momento di difficoltà. Parallelamente, leggendo un evento di cronaca su un quotidiano, Enrico Vallesi compie un salto nel suo passato di adolescente e ricorda una sequenza di vicende, risalenti a un tempo che appartiene ormai d un’epoca remota. L’intreccio delle due storie, separate nel tempo, guida il protagonista attraverso una parabola avvincente che, spesso, dà modo all’autore Carofiglio di inserire aspetti personali della sua vita come, ad esempio, molteplici digressioni su violenza e arti marziali che riprendono la passione dell’autore, cintura nera quinto dan di karate. L’intervista con Carofiglio è stata, a tratti, una vera e propria lezione di scrittura creativa, nella quale l’autore ha parlato della costruzione dei suoi personaggi e dell’interazione di questi ultimi con gli eventi circostanti e le realtà in cui vengono calati. Una storia preziosa, quella proposta da Carofiglio, raccontata con lo stile fresco e brillante del narratore dal talento puro, per un romanzo assolutamente da non perdere.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori