IL SEGRETO/ Video e Anticipazioni: Alberto è accecato dalla gelosia, sta mentendo sulla morte di Maximilano?

- La Redazione

Nella prossima puntata della soap Il segreto, in onda mercoledì 30 ottobre, Alberto convince il comandante Sanz che i segni riportati sul collo di Maximilano non conducono al suicidio

il-segreto-alberto
Alberto (Xosé Barato)

Nella soap Il Segreto cresce il mistero attorno alle casued della morte di Maximiliano. Tristan, Donna Francisca e Pepa sono a rischio? Carlos che fine ha fatto? Sul web i fan sono convinti che ci possa essere lui dietro al presunto omicidio dell’ex compagno d’armi del bel capitano, sarà vero? Non perdete le anticipazioni presenti in questo articolo, clicca qui. In attesa della puntata di oggi rivedi l’ultimo episodio online cliccando qui 

Nella soap Il Segreto Tristan è salvo e corre dalla ‘sua’ Pepa. Il loro amore è ancora più forte ma ancora una volta rischia di essere minato dalla gelosia di Alberto. Il dottore insinua dei dubbi sulla morte di Maximiliano e subito i sospetti ricadono su Donna Francisca e Tristan. C’è qualcosa di vero nel rapporto dell’autopsia di Alberto o solo una sua strategia? Non perdete le anticipazioni presenti in questo articolo, clicca qui. Vi riportiamo il bellissimo dialogo tra Pepa e Tristan del loro incontro pubblicato sulla pagina ufficiale di facebook delal soap Il Segreto ” Pepa: (piangendo) sei vivo. Non è un sogno sei vivo! Tristàn: si. Vivo come un uomo che vuole restare ancora in questo mondo. Pepa: non c’è mai stato un giorno più triste di oggi, perchè ti credevo morto. Pensavo che avrei passato il resto della mia vita senza di te. Ed ora provo la gioia più grande che avrei mai potuto ricevere. Una gioia così grande che non ho parole per descriverla. Tristàn: anche la mia gioia è indescrivibile. Quando mi stavano per fucilare i miei ultimi pensieri sono stati per te e per mio figlio. Pepa, avevo la certezza che fosse tutto finito. Che non ti avrei più rivista, baciata e guardata negli occhi. Ma il cielo ha voluto che non fosse così. Pepa: eh..come è successo? Sei riuscito a scappare o hai ottenuto l’indulto. Tristàn: no, è spuntata una lettera di confessione di Prieto in cui mi scagionava. Pepa: a quanto pare quella canaglia non ha sopportato il peso della sua coscienza. Tristàn: così sembra. Ma tutto questo è passato io voglio solo guardare al futuro. Un futuro con te, amore mio. Prendiamo Martìn e andiamocene lontano da qui, domani stesso. Pepa: senti, io…niente mi piacerebbe di più, ma entrambi abbiamo degli obblighi che ci trattengono. Io sono sposata con Alberto anche se non voglio e per legge è così. Tristàn: dopo essere sfuggito alla morte tutti questi obblighi perdono di importanza, non hanno senso. L’unica cosa che conta è il mio amore per te e per Martìn. Pepa: Tristàn, sono sicura che un giorno potremo vivere insieme, ma non ancora. Godiamoci il fatto che tu sia qui adesso. Che ci amiamo e che siamo vivi. Tristàn: e non è cosa da poco sapendo che stavo per perdere tutto. Ma sarà meglio che me ne vada. Stare qui ti mette in pericolo. Ma non potevo dormire senza prima rivederti. Senza farti sapere che sono vivo e che sono ancora al mondo solo per amarti. Pepa: ora sono io che non potrò più dormire. Per la felicità che mi pervade. Ma sarò felice durante la veglia.”

Nella soap Il segreto Tristan si è salvato dalla fucilazione, ma Alberto scopre che Maximiliano è stato ucciso ed è poi stato inscenato un suicidio: chi ha ucciso l’uomo? Prima di scoprire le anticipazioni della prossima puntata, vediamo quanto successo oggi a Puente Viejo. A Pepa (Megan Montaner) sembra incredibile trovarsi tra le braccia di Tristan (Alex Gadea) ma non è un sogno, questa volta il destino non è stato avverso nei suoi confronti. Tristan racconta alla levatrice che a salvarlo dalla fucilazione è stata una lettera trovata addosso a Maximiliano dove ritrattava le accuse di omicidio nei suoi confronti. Pepa e Tristan si baciano con passione. Alberto (Xosé Barato) fuori dalla finestra guarda rabbioso le tenerezze che i due innamorati si scambiano. Dolores (Maribel Ripoll) e Pedro (Enric Benavent) chiedono a Hipolito (Selu Nieto) chi sia Angelina. Il ragazzo gli spiega che è la figlia del comandante Cortez. Lui è stato esonerato dal militare non perché ritenuto affetto da una mancanza mentale, ma perché è stata la stessa Angelina a chiedere al padre di non mandarlo in guerra. Il comandante per assecondare il desiderio della figlia, lo ha licenziato con la storia del ritardo psichico.

Villa Montenegro è circondata da uomini armati e Gherardo teme che la sua identità venga scoperta. Sebastian (Pablo Castanon) gli dice che le guardie disperse su tutto il confine della tenuta, è dovuto dal fatto che è scoppiato un carro di nitroglicerina. Gherardo chiede a Sebastian di accompagnarlo alla Puebla, deve assolutamente incontrare delle persone, altrimenti le guardie possono individuare dove si nasconde e a quel punto sotto tortura sarebbe costretto a denunciare Sebastian come complice della sua latitanza.

Tristan incontra Soledad (Alejandra Onieva) che lo informa di aspettare un figlio da Juan (Jonas Berami). Tristan la convince a tornare a casa dove può avere tutte le cure indispensabili per portare avanti la gravidanza senza alcun rischio di salute per lei e il bambino, ma Soledad preferisce stare a casa dei Castaneda insieme al marito. Intanto Ramiro (Pablo Espinosa) e Alfonso (Fernando Coronado) continuano a cercare Tomas. Alcune testimonianze confermano che la famiglia del contadino ha lasciato il paese.

Alberto accecato dalla gelosia fa di tutto per mettere nei guai Tristan. Insieme al sindaco va sotto l’albero dove è stato trovato il corpo di Maxilimiliano e comunica al primo cittadino che il soldato non è morto per suicidio, ma dall’autopsia ha riscontrato che è stato ucciso e quindi è intenzionato a denunciare l’accaduto alla guardia militare, così che possano trovare i responsabili dell’estremo gesto. Raimundo (Ramon Ibarra) non vede e si ostina a non dirlo a Emilia (Sandra Cervera), non vuole ostacolare il suo viaggio per Madrid. Alfonso e don Anselmo (Mario Martin) non sono d’accordo sulla partenza di Emilia e convincono Raimundo ad assumere una donna per farsi aiutare alla locanda quando la figlia sarà andata via.

Sebastian comunica a Tristan che alcune voci di paese dicono che Maximiliano non si sia suicidato, ma è stato ucciso da qualcuno, probabilmente la mandante è Francisca Montenegro. Tristan va da sua madre a chiedere spiegazioni. Donna Francisca nega di aver fatto uccidere Maximiliano solo perché Mauricio non lo ha trovato in tempo per eliminarlo, comunque nonostante anche lei avesse ordinato ai suoi uomini di uccidere il soldato, per quanto riguarda la sua morte, non è responsabile. In quel momento viene a farle visita un ufficiale della guardia militare che comunica alla Montenegro che è indagata per il possibile coinvolgimento nella morte di Maximiliano Prieto.

Trama puntata 30 ottobre 2013 – Il comandante Sanz inizia le indagini sull’omicidio di Maximiliano Prieto. Il dottor Alberto gli lascia il suo rapporto dell’autopsia e lo convince che i segni riportati sul collo della vittima non conducono al suicidio. Sebastián confessa a Emilia che sta proteggendo Virtudes e Gerardo e lei gli dice che dovrebbe aprire gli occhi e non farsi sfruttare da loro. Così, quando Virtudes gli chiede di aiutarli ancora spedendo delle lettere in codice di Gerardo, Sebastián le strappa. Ramiro e Alfonso cercano in tutti i modi di convincere Raimundo a trovare una ragazza che sostituisca Emilia alla locanda, ma per lui nessuna è idonea. Dolores e Pedro incitano Hipólito a mandare via Angelina e lui cerca di farla desistere, raccontandole di aver avuto un grande amore per Emilia. La ragazza, infastidita, va in cerca di Emilia e l’avverte che non le potrà portare via il suo fidanzato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori