Roberta Ragusa/ Supertestimoni e depistaggi, il giallo continua

- La Redazione

Loris Gozi ha preso parte alla trasmissione intervenendo direttamente in studio. Il super testimone ha invitato “chi sa” ad uscire allo scoperto e a raccontare quanto accaduto quella notte

ragusa_R439
Roberta Ragusa

Venerdì 4 ottobre, come da programmazione, è andata in onda in prima serata alle ore 21.10 su Rete Quattro, un nuovo appuntamento con Gianluigi Nuzzi, volto di Quarto Grado, accompagnato nella conduzione dalla debuttante Alessandra Viero. Molti i casi affrontati, con una parentesi molto ampia dedicata a Roberta Ragusa,  la donna scomparsa alla sua abitazione di Gello di S.Giuliano Terme (in provincia di Pisa) il 13 Gennaio 2012. Il marito è tuttora indagato per omicidio e occultamento di cadavere. Si facciano avanti, chi sa deve parlare. Ormai siamo alla fine. Qualcuno sa le parole di Loris Gozi il super testimone intervistato in studio che dice di aver visto qualcosa in quella notte. Quella notte tornando a casa afferma di aver visto una station wagon scura ferma sul ciglio della strada con Antonio, marito della Ragusa, alla guida. Pochi minuti dopo assiste alla lite tra un uomo e una donna non meglio identificati davanti alla macchina: la donna urla e luomo la carica dentro. Ma Gozzi dice di più: non è lunico ad aver assistito alla scena, invitando a parlare chi sa. Quarto Grado si reca allora nel paese e raccoglie un secondo racconto estremamente interessante: un uomo è convinto di aver visto Roberta uscire in pigiama dal cancello della sua abitazione nella notte della sua scomparsa, mentre un auto era ferma allaltro lato della strada. Ci si interroga sulla credibilità della testimonianza e sui motivi per i quali non ne ha parlato agli inquirenti. Ma ecco la sorpresa: pochi giorni dopo luomo è stato arrestato con laccusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. I testimoni non sono finiti qua: cè una terza persona che avrebbe assistito alla scena, ma arriva secca la smentita dal diretto interessato: Avete sbagliato persona. Il giallo, ad oggi, continua a  rimanere irrisolto e, anzi, si intrica ancora di più. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori