CHE TEMPO CHE FA/ Chi sono i Negramaro, la band salentina che canta Lucio Dalla

- La Redazione

Questa sera, domenica 22 dicembre, a “Che tempo che fa” i Negramaro cantano come augurio due brani di Lucio Dalla tra i più noti, “Futura” e “Lanno che verrà”

infophoto_negramaro_giuliano_sangiorgi_R439
Concerto Negramaro

Uno dei più grandi gruppi rock-pop italiani in scena al momento sarà ospite d’onore della puntata del programma televisivo “Che tempo che fa” di domenica 22 dicembre alle 20.10 su Rai Tre. Parliamo ovviamente dei Negramaro, la band di Giuliano Sangiorgi. Il gruppo ha appena concluso una serie di dodici concerti chiamati “Una storia semplice tour”.  La band prende il nome dal Negroamaro, ovvero un vitigno che si trova nella zona della Puglia da dove vengono i membri che la compongono. Questi sono: Ermanno Carlà, che suona il basso, Andrea Mariano, che si occupa delle tastiere, Andrea De Rocco, che sta al campionatore, Danilo Tasco, alla batteria, Emanuele Spedicato, il quale suona la chitarra, e Giuliano Sangiorgi, ovvero la voce e il leader del gruppo.  I Negramaro nascono nel 2001 e da subito si fanno conoscere nel vitale e dinamico circuito musicale alternativo pugliese. La band gira tutta la regione in festival e concerti, dimostrando di riuscire ad affascinare e a coinvolgere il proprio pubblico. Dopo due anni di musica “itinerante”, i Negramaro riescono a pubblicare il loro primo lavoro in studio. In realtà, si tratta di un album autoprodotto, che ottiene comunque un discreto successo. Bisogna però aspettare il lavoro successivo, ovvero “000577”, pubblicato l’anno successivo, che li impone definitivamente nell’ambiente musicale. Il disco viene prodotto anche da Corrado Rustici, con il quale si instaura un rapporto che durerà a lungo nel tempo. Ma non è l’album registrato in studio il vero biglietto da visita della band. Quel che i sei ragazzi salentini amano fare è suonare e cantare in pubblico. In questo periodo, infatti, i Negramaro non perdono neanche uno dei principali appuntamenti musicali organizzati in tutta Italia. Giuliano e soci si esibiscono infatti al concertone del Primo Maggio, all’Heineken Jammin’ Festival, all’Arezzo Wawe e all’MTV Day. Nel 2005 esce nei negozi il terzo album del gruppo. Si tratta del lavoro che darà la conferma che i Negramaro sono una band che non ha nulla da invidiare a quelle più navigate e conosciute. Il primo singolo tratto da questo lavoro si intitola “Mentre tutto scorre” e viene presentato alla 55esima edizione del Festival di Sanremo nella sezione giovani. Il brano non passa alla fase finale del concorso riservato ai giovani esordienti, ma viene comunque fregiato dal “Premio della Critica Radio e Tv”. Il brano resta nella classifica nazionale dei singoli più venduti per ben venti settimane. Il secondo brano estratto dal disco è intitolato “Estate”. Questo pezzo viene presentato e suonato al Festivalbar del 2005, arrivato alla sua 42esima edizione. Qui la band viene insignita del titolo di miglior “rivelazione italiana”, mentre nell’edizione successiva dello stesso evento i Negramaro presentano il brano “Nuvole e lenzuola” (il quarto singolo preso dall’album, dopo “Solo tre minuti”), e vincono il premio “Best Performer”. Questo album è uno dei più apprezzati a livello nazionale e internazionale della band. Oltre a rimanere quasi novanta settimane nella classifica degli album più venduti nel nostro Paese, il lavoro vince anche il “Premio Lunezia” per il valore “musical-letterario”. 

Il lavoro successivo della band (il quarto), visto il grande successo del precedente, ha bisogno di un lavoro di produzione molto superiore per reggere il confronto. E’ per questo che nei primi mesi del 2007 l’intera band si trasferisce per qualche mese negli Stati Uniti. In particolare, i Negramaro si recano a San Francisco, dove ci sono i “Plant Studios”. E’ lì che producono i brani che andranno a comporre l’album “La finestra”. Questo disco verrà invece masterizzato a New York, nel famosissimo Sterling Sound. Il quarto disco dei Negramaro è prodotto da Corrado Rustici, che ha contribuito anche all’arrangiamento. Sia le melodie che i testi, invece, sono stati scritti dal frontman Giuliano. Appena uscito, l’album “La finestra” entra direttamente al primo posto in classifica dei dischi più venduti della settimana. Il primo brano scelto tra i quattordici a disposizione è “Parlami d’amore”. Questa canzone diventa subito un grande successo, che rimane per ben 29 settimane di fila all’interno della lista dei singoli più venduti. Nell’estate del 2007 la band salentina presenta il film documentario intitolato “Dall’altra parte della luna”. Lo fanno nel corso della 64esima “Mostra internazionale d’arte cinematografica di venezia”. La pellicola, curata dai registi Marengo e Baldi, racconta la storia del gruppo musicale dagli inizi fino ai successi più recenti. Nello stesso anno il gruppo partecipa ad una nuova edizione del Festivalbar. Si tratta della 44esima, e la band pugliese si dimostra una delle migliori band italiane in circolazione, sbancando l’arena di Verona con la hit “Parlami d’amore”. 

In questi ultimi anni di attività, i Negramaro si dimostrano molto attratti dal mondo del cinema: dal 2007 al 2010 firmano infatti molte canzoni che vengono usate in svariati film come colonna sonora. Possiamo fare l’esempio di “La febbre”, “Cemento armato”, “Una notte blu cobalto”, “Italians” e “Gli angeli del male”. Tutti film prodotti e girati in Italia e che hanno avuto un grande successo di pubblico. Il 16 novembre del 2010 la band pubblica “Casa 69”. Come per il precedente, anche questo lavoro viene prodotto all’estero. Questa volta, però, i Negramaro non si trasferiscono per qualche mese negli Stati Uniti, ma in Canada, nei “Metalwork Studios” di Toronto. Il produttore scelto per la realizzazione di questo album è tra i migliori: si tratta di David Botrill, lo stesso di band internazionali di grande successo come i Muse. Purtroppo però il 2011 non sarà un anno fortunato per la band, in quanto il cantante Giuliano sarà costretto a chiedere alla band di annullare il tour che sarebbe partito a marzo a causa di un problema alle corte vocali che necessita di un intervento chirurgico. Il gruppo salentino riprenderà la serie di concerti precedentemente rimandata (“Casa 69 Tour”), il primo ottobre del 2011. Questo tour durerà sette mesi. L’album che viene pubblicato successivamente è, in realtà, un greatest hits che raccoglie tutti i più grandi successi firmati e interpretati dai sei. In poche settimane questo lavoro diventerà disco d’oro e, poco dopo, disco di platino. Da poco si è concluso “Una storia semplice Tour”, ovvero la serie di concerti previsti per il 2013. Partiti da Milano hanno percorso tutta l’Italia grazie anche alla collaborazione di un network come Radio Italia. Il viaggio è stato molto fruttuoso, tant’è che Giuliano ha dichiarato che la band ne è uscita ricca “di canzoni e stimoli nuovi”, e che è proprio questa “la fortuna di essere una band”, perché “farne parte ti permette di provare emozioni nuove e intercambiabili”. I Negramaro si esibiranno a “Che tempo che fa” con due brani di Lucio Dalla tra i più noti,  “Futura” e “L’anno che verrà”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori