AMICI 2013/ Chi sono gli Human Evolution, crew guidata da Simone Landini

- La Redazione

Anche le crew potranno farsi ammirare quest’anno ad Amici 2013. Tra queste, c’è anche il gruppo degli Human Evolution, guidato da Simone Landini. Scopriamo qualcosa in più su di loro

landini_human_evolution_r439
Simone Landini, frontman del gruppo Human Evolution
Pubblicità

Anche le crew potranno farsi ammirare quest’anno ad Amici 13. Questa apertura ha permesso anche agli Human Evolution di ritagliarsi la loro possibilità e il gruppo guidato da Simone Landini non si è fatto trovare impreparato, cogliendo al volo l’occasione per avere il suo banco nella classe della trasmissione di Maria De Filippi. L’esibizione si è rivelata trascinante e ha divertito molto il pubblico, anche per effetto dell’affiatamento regnante tra i vari componenti che ha tolto di mezzo eventuali sbavature, rivelando a prima vista gli ottimi frutti di anni passati ad allenarsi. Una prestazione che è stata resa possibile dal fatto che la crew si muove come un corpo unico, pur riconoscendo la guida di Simone Landini, il carisma che ne ha fatto una sorta di frontman. 

Pubblicità

Simone Landini è originario di Ladispoli, un grosso centro costiero in provincia di Roma, ove è nato nel dicembre del 1991. Ha iniziato a ballare ormai undici anni fa e per sostentarsi ha svolto molti lavoretti. Non esita a definirsi leale, schietto e cinico. Tra i suoi principali difetti annovera invece l’impulsività e la permalosità, inoltre vorrebbe avere qualche centimetro di altezza in più. Per lui il ballo è una grande passione che sconfina in uno stile di vita. Fidanzato con Serena De Angelis ormai dall’inizio di aprile del 2011, non ha alcuna paura di esternare i suoi sentimenti. Basta recarsi sulle bacheche Facebook di ognuno di due per trovare una lunga serie di foto in cui la coppia è ritratta in pose tenere. 

Pubblicità

Per quanto riguarda gli altri componenti, Stefano Medici ha ventiquattro anni e vive in famiglia. Dichiara di odiare la falsità degli altri e la pasta e fagioli. Il ballo per lui rappresenta tutto, ma lo ha capito solo quando lo ha mollato, per poi tornare precipitosamente sui suoi passi. Affronta la vita con grande sicurezza e non nasconde le sue ambizioni leaderistiche, pur avendole delegate stavolta a Simone Landini. José Antonio Carrasco è nativo di Santo Domingo, dove è venuto alla luce trenta anni fa. In Italia è arrivato all’età di dieci anni e attualmente vive in casa della ragazza, coi suoceri. Si definisce come persona laboriosa, ma ha il vizio di arrivare sempre in ritardo. Tra i grandi rimorsi della sua vita, il non aver curato le sue doti di ballerino iscrivendosi ad una vera accademia. Tra le cose che detesta, la mancanza di impegno degli altri nelle cose che intraprendono. 

Dario Bacci è nato nel 1986 e da quando ha compiuto i quattordici anni svolge piccoli lavoretti al fine di mantenersi. Fidanzato, dichiara di non sopportare la mancanza di pulizia. Si definisce troppo buono e tra le maggiori qualità personali elenca la capacità di concentrarsi e la grande pazienza che dimostra ogni giorno. Inoltre non riesce a dire bugie o rifiutarsi di fronte alle richieste avanzate con cortesia.

Daniele Ingrassia, a sua volta, ha ventisette anni e da cinque lavora in una gelateria. Tra le cose che non sopporta elenca i ragni e gli One Direction, oltre alla falsità degli altri. Ama invece la schiettezza e la sincerità. Si dichiara permaloso e vorrebbe smussare questo aspetto della sua personalità. Naturalmente il suo sogno è la felicità, anche se non sa dire in quale modo vorrebbe realizzarla. Amante della musica di qualsiasi genere, il suo artista di riferimento è Usher. 

Infine, Alessio Diana, diciassettenne di Civitavecchia dove abita con madre e sorella. Non ama la scuola e passa tutto il suo tempo ballando. Ha iniziato a muovere i primi passi sin dall’età di otto anni e ormai balla dalla mattina alla sera. Si dichiara persona poco responsabile e ha grandi difficoltà nelle occasioni in cui bisogna vestire in modo formale. Tra le sue maggiori doti, l’assoluta incapacità di dire bugie. 

La crew è stata varata ufficialmente nel 2012, con un organico ridotto ed è il risultato della fusione tra gli Shiverz e i Final Shock, i gruppi in cui militavano i vari componenti. Il loro affiatamento non è solo di carattere artistico, ma si è allargato ben presto alla vita di tutti i giorni. Adesso non resta loro che dimostrarlo in maniera compiuta sul palco di Amici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori