THE VOICE OF ITALY/ Dal 7 marzo la musica torna a battere su Rai 2

- La Redazione

Arriva su Rai 2, dal 7 marzo, “The Voice of Italy”, la versione italiana del talent show che spopola in America. I giudici sono: Raffaella Carrà, Piero Pelù, Noemi e Riccardo Cocciante

the_voice_of_italy
The Voice (info photo)

Dal 7 marzo, per 13 puntate, arriva su Rai 2 “The Voice of Italy” la versione italiana del famoso talent show della società olandese TALPA. In America il programma, che va in onda dal 2011, è già giunto alla quarta stagione ed è diventato uno dei programmi di punta della NBC. Il format è costituito da tre fasi: un’audizione al buio, una fase di gara a due, e una serie di esibizioni live in diretta televisiva. La fase delle audizioni al buio è la più caratteristica del programma: quattro allenatori/coach, cantanti noti al grande pubblico, devono scegliere 16 talenti per la loro squadra. Seduti su delle grosse poltrone rosse munite di un pulsante “I want you”, danno le spalle ai concorrenti che si esibiscono dal vivo sul palco e solo ascoltando la loro voce decidono se farli entrare nella propria squadra, schiacciando il pulsante e girandosi per vedere in faccia “la voce”. Se più giudici si contendono lo stesso concorrente sarà proprio quest’ultimo a scegliere il suo coach, mentre se nessuno preme il pulsante il candidato lascia automaticamente la gara.

Nella seconda fase il coach sceglie due membri della propria squadra facendoli scontrare l’uno contro l’altro nell’interpretazione della stessa canzone. Alla fine dell’esibizione il coach a sceglie chi dei due concorrenti merita di accedere alla terza fase dove le squadre sono composte da 8 concorrenti. Infine, la fase del live show: i membri di ciascuna squadra si esibiranno sul palco in veri e propri concerti, con band dal vivo e corpo di ballo. Durante i live, saranno gli spettatori e i coach a determinare chi andrà avanti nella competizione. Alla finale arriverà un solo concorrente per squadra e sarà il voto del pubblico a determinare il vincitore assoluto di The Voice of Italy. I giudici delle prima edizione di “The Voice of Italy” sono Raffaella Carrà, Noemi, Piero Pelù e Riccardo Cocciante (in America i coach delle prime tre edizioni sono stati Adam Lavine dei Maroon 5, Blake Shelton, Christina Aguilera e Cee Lo Green, questi ultimi sostituiti per la quarta edizione da Shakira e Usher). Il presentatore è Fabio Troiano, al suo debutto come conduttore, attore italiano noto sul piccolo schermo per il suo ruolo di Daniele Ghirelli nella serie “R.I.S. – Delitti imperfetti” (e anche della più recente “R.I.S. Roma”). 

Al suo fianco, nei panni di V-Reporter, Carolina Di Domenico, ex-volto di MTV, che interagirà con i fan sul sito ufficiale e sulle piattaforme dei social network. La musica torna protagonista nella prima serata di Rai 2 dopo le quattro edizioni di X Factor, andare in onda tra il 2008 e il 2010, e la fallimentare edizione di Star Academy nel 2011. “The Voice of Italy” conquisterà il pubblico italiano, ottenendo lo stesso successo delle edizioni straniere del format? Per quanto riguarda la concorrenza sulle reti Rai, il talent show avrà a che fare con la seconda stagione di “Che Dio ci aiuti“, la fiction con Elena Sofia Ricci, da giovedì 21 febbraio alle 21.10 su Rai 1.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori