LA GRANDE MAGIA – MASTER OF ILLUSION/ Teo Mammucari e le esibizioni dei maestri della magia. 7 febbraio 2013

- La Redazione

Questa sera la rete ammiraglia Mediaset manderà in onda alle 21.10 Master of Illusion. Alla conduzione del programma ci sarà ancora Teo Mammucari: una serata nel segno della magia

mammuccari_teo_neroR439
Teo Mammuccari (Infophoto)

Dopo lavvincente gara a colpi di magia e illusionismo che per quattro settimane è stata protagonista su Canale 5 con La grande Magia – The Illusionist, questa sera la rete ammiraglia Mediaset manderà in onda alle 21.10 Master of Illusion. Alla conduzione del programma ci sarà ancora Teo Mammucari, ma stavolta non presenterà giovani maghi, provenienti da tutte le parti del mondo, in gara per conquistare la ribalta e un importante contratto per esibirsi a Las Vegas. Ci saranno infatti dei veri e propri maestri di questarte. A Saint Vincent si è infatti tenuto lundicesimo congresso dedicato alla magia, cui hanno partecipato oltre 1.500 maghi provenienti da tutte le parti del mondo e di tutte le età. Basti pensare che in tutto ci sono stati circa 50mila numeri di prestigio e oltre 100 ore di magia tra illusionismo, lettura della mente, manipolazione e close-up. Stasera vedremo quello che è stato il galà conclusivo di questa manifestazione. Quindi il meglio del meglio della magia.

Intanto, come detto, qualcuno è riuscito a conquistare il contratto per esibirsi a Las Vegas nello spettacolo del grande Paul Stone: si tratta del giovanissimo (ha solo 15 anni) Sos Petrosyan Junior tedesco di origine russe. La scorsa settimana lo abbiamo visto battere nella finalissima il concorrente coreano Han Seoul Wi. Sos Petrosyan Junior è stato giudicato il migliore tra 36 concorrenti, tutti di età compresa tra i 13 ai 28 anni. Il verdetto (non solo nella finale, ma anche nelle varie eliminazioni precedenti) è stato dato da cinque tra i più prestigiosi nomi dellillusionismo, del mentalismo, dellipnosi, dellescapologia e del trasformismo. Da Uri Geller, famoso per la sua capacità di piegare i cucchiaini con la forza del pensiero a Franz Harary, celebre mago americano, che nel 1984 fece lievitare e sparire Michael Jackson sul palco del Victory Tour per farlo riapparire con i suoi fratelli. In giuria anche Ed Alonzo, uno dei più grandi maghi comici degli Stati Uniti, Max Maven, considerato il miglior mentalista di tutto il mondo e Topas, campione mondiale di manipolazione più giovane nella storia della magia.

Figlio di Sos e Victoria, due celeberrimi trasformisti, il ragazzo vantava già il record di più giovane “manipolatore” al mondo. Nel 2009 aveva già vinto il Merlin Award. Inoltre, si era anche già aggiudicato il terzo premio al Festival del Circo di Montecarlo. Ha iniziato a esibirsi in tenera età e per farlo ha avuto bisogno di mazzi di carte realizzate appositamente in un formato ridotto in modo da poterli ben maneggiare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori