IL CLAN DEI CAMORRISTI/ Anticipazioni: O Malese in “guerra” per il controllo del clan. Puntata 8 febbraio 2013

- La Redazione

La trama della fiction Il clan dei camorristi sembra arrivata a uno snodo importante. Francesco Russo, O Malese, è un passo dal prendere il comando del clan che fu di Vescia

clan_camorristi_2_r439
O' Malese e i suoi uomini

La trama della fiction Il clan dei camorristi sembra arrivata a uno snodo importante. Francesco Russo, O Malese (Giuseppe Zeno), e i suoi fedeli uomini – Ciccio Capuano (Francesco Di Leva) e Vincenzo De Marchi (Salvatore Striano) – sono pronti a mettere le mani sullintero clan, dopo la morte di Antonio Vescia (Massimiliano Gallo). Il boss è stato ucciso da Antonio Ruggero (Carmine Recano), manovrato a sua insaputa proprio dal Malese. Infatti aveva fatto credere a Vescia di essere stato tradito da Domenico Ruggero. Il boss aveva quindi ordinato luccisione del giovane e Russo gli aveva servito la vendetta su un piatto dargento: lo avrebbe aiutato a eliminare don Antonio e a metterlo a capo del clan. Per questo, mentre Ruggero compiva la sua vendetta, il Malese e i suoi si erano occupati di uccidere Paride, nipote di Vescia cui era stato affidato il comando, e i fedelissimi del boss. Tuttavia alla carneficina è riuscito a sfuggire Luigi Marino (Antonio Pennarella), che si è subito recato nella caserma dei Carabinieri chiedendo di parlare con il giudice Andrea Esposito (Stefano Accorsi). Nelle prime battute della sua deposizione, il criminale ha fatto subito sapere che Marco, il fratello di Esposito, non è stato ucciso per ordine di Vescia. Infatti, a sparargli era stato O Malese, ma Andrea non è ancora arrivato a scoprire questa verità. Lo farà questa sera magari grazie alle dichiarazioni di Marino?

Tornando a Russo, sicuramente non si farà sfuggire loccasione di prendere il comando del clan. Anche se ha stretto un patto con Ruggero, non esiterà a romperlo e a togliere di mezzo chiunque si frapponga tra lui e il potere. Tanto più che gode ormai della fiducia dellavvocato Scalzone (Alfonso Postiglione) che fa le veci del ministro Scala (Alfredo Pea). Inoltre ha permesso al candidato De Martino di ricevere molti voti alle elezioni comunali di Castello, così da fargli ottenere il posto di Assessore allurbanistica, importante ruolo visto gli appalti che ci sono da assegnare. Dovrà fare, però, attenzione: non solo perché il Sindaco di Castello è Ernesto Vescia, fratello di Antonio, ma anche perché riceverà un chiaro avvertimento sul fatto che qualcuno intende tradirlo. Chi sarà?

Non dobbiamo poi dimenticare che Patrizia Teduccio (Serena Rossi), dopo aver visto il padre cedere il suo caseificio proprio a Russo dopo le intimidazioni sfociate in un incendio della struttura, dovrà fare attenzione a suo fratello Gennaro (Alessio Marino): De Marchi ha sentito fare infatti il suo nome dal giovane Ciro, poco prima di sparargli. Tra poco sapremo come procederà la trama della fiction.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori