TIERRA DE LOBOS 2/ Anticipazioni quinta puntata: i tre fratelli Bravo contro Ugarte. Riassunto quarta

- La Redazione

La quinta puntata della seconda stagione di Tierra de Lobos, andrà in onda domenica 7 aprile: Cesar e Anibal, dopo aver scoperto di essere fratelli, si alleano contro Ugarte

TierradeLobosR439
Tierra de Lobos
Pubblicità

Ieri sera è andata in onda la quarta puntata di Tierra de Lobos 2. Dopo numerosi cambi di palinsesto la fiction spagnola torna alliniziale collocazione domenicale. Il quinti appuntamento, dal titolo Come fratelli, andrà in onda in prima serata su Rete 4 domenica 7 aprile. Prima di scoprire le anticipazioni della prossima puntata, rivediamo cosa è successo ieri sera. Cesar trova Almudena svenuta fuori dalla Quebrada, e la porta in casa. Quando la ragazza si risveglia, vede che in casa c’è ancora Ines e vuole andarsene, ma Cesar vuole scoprire come mai è arrivata lì. Ma arriva Felix che la riporta a casa. Lobo vuole incastrare Ugarte: affida una lettera di denuncia a Sebastian indirizzata a Madrid a un suo amico nell’esercito, ma il ragazzo, daccordo con Lobo, la recapita a Ugarte che minaccia Lobo e lo fa sorvegliare. Elena, Anibal e Roman si preparano per liberare i prigionieri. Cesar li scopre  cerca di dissuadere il fratello dall’intento. Anibal e Cesar lottano tra di loro, ma Cesar ha la meglio e così Elena e Roman restano soli nell’attuare il loro piano. Roman viene preso dai soldati e Cesar chiede a Ugarte di liberarlo, in cambio gli offre Anibal, che può  far passare come il colpevole della polveriera. I soldati perquisiscono casa di Lobo, ma Nieves ed Elena riescono a far scappare Anibal, che però viene ferito da Ugarte. Isabel, desiderosa di salvare Anibal, minaccia Ugarte e viene salvata da Cristina che la bacia. Nieves chiede a Elena di ritrovare Anibal, dicendole dove l’uomo può essersi nascosto. Elena lo trova e lo aiuta a nascondersi nella catacombe, sotto la chiesa. Lobo vuole scatenare una faida tra Ugarte e il suo tenente, sperando così di allontanare il capitano: ordina a Sebastian di pagare una prostituta per diffondere la voce che il tenente ha mandato un telegramma ai suoi superiori. Lesercito offre un doblone doro a chi consegnerà Anibal. Herminia e Anselmo intuiscono che Anibal possa essere nascosto nelle catacombe: si recano sotto la chiesa ma quando trovano l’uomo con Elena rivelano di averlo cercato non per il riscatto ma per aiutarlo a nascondersi. In carcere Roman scopre da Jean Marie e Lola che Cesar ha promesso a Ugarte la testa di Anibal in cambio della sua libertà. Cesar ha un incubo: Almudena gli chiede aiuto. L’uomo si reca a cercare la ragazza per capire se  è in pericolo, ma Almudena gli dice che l’aveva cercato solo per dirgli che lo perdona. Felix, pazzo di gelosia, comunica ad Almudena che faranno un viaggio da soli. Luomo la lega al letto e vuole drogarla. Alla porta bussa Rosa che annuncia al dottore di vedere macchie e luci. Felix dice alla moglie che se non partirà con lui farà in modo che Rosa perda la vista per sempre. Almudena cerca di convincere il padre ad ottenere un lasciapassare per lei e Felix per lasciare la città, ma Lobo impone ai due di partire dopo la nascita del bambino. Felix, furioso con la moglie, pensa a un’altro modo per lasciare Tierra de Lobos. I soldati non riescono a trovare Anibal e Cesar si mette a cercarlo per liberare il prima possibile il fratello. Al bordello sente il racconto di un soldato che narra a Ines la leggenda delle tre chiavi: tre uomini, di ritorno dalla guerra del Marocco, rubarono una fortuna e la seppellirono in un forziere che si apriva solo con tre chiavi decorate con rombi di ambra nera. Cesar realizza che la sua chiave è una di quelle della leggenda e capisce che Ines sa molto di più quello che lascia intendere. Elena continua a dire a Nieves che non sa dove sia Anibal, ma quando Nieves si accorge che gli abiti di Elena sono sporchi di sangue, la donna è costretta a dirgli dove Anibal si nasconde. Nieves corre a trovare Anibal e gli confessa il suo amore. Ma la ragazza è stata seguita da Cesar. Felix, dopo aver drogato Almudena, finge di averla trovata in stato catatonico e di doverla portare a Madrid da uno specialista. Ugarte fa confessare a botte Sebastian, ma una volta convocato Lobo, questultimo prende le distanze dal ragazzo. Al posto di blocco per uscire dal paese, Felix scende dalla carrozza e Almudena trova la lettera nella quale emerge chiaramente che Felix vuole farla chiudere in manicomio e toglierle per sempre il bambino. La ragazza riesce a fuggire, ma il marito si accorge subito della sua scomparsa. 

Pubblicità

Cesar trova Anibal e, dopo una lotta nelle catacombe, lo porta da Ugarte che rilascia Roman, deluso dal comportamento del fratello. Lobo ricorda il momento in cui aveva trovato la moglie con in mano una chiave ornata da un rombo di ambra nera, che gli annunciava di volerlo lasciare per raggiungere Fernando. Marito e moglie iniziano a litigare e l’uomo spinge la donna giù per le scale causandone la morte. Cesar si reca al bordello e ruba dalla camera di Ines la seconda chiave con il rombo nero. Alla Quebrada, mentre Cesar medita sul significato delle chiavi, arriva Lidia che gli rivela che Anibal è suo fratello, da parte di padre, e gli chiede di fare qualcosa per liberarlo. Almudena è riuscira ad arrivare a casa, ma Felix è già lì ad aspettarla. Il marito vuole drogarla di nuovo, ma la donna lo colpisce con un tagliacarte. Almudena chiama in aiuto le sorelle, che dopo aver letto la lettera del manicomio, prendono le sue difese. Nieves finisce Felix con un candelabro e le tre sorelle nascondono il corpo del dottore in un baule in casa. Cesar racconta a Roman che Anibal è loro fratello e il più giovane dei Bravo vuole liberarlo. Anibal viene torturato da Ugarte che fa capire a Nieves che se non si concede a lui, le cose per Anibal peggioreranno.

Trama puntata 7 aprile 2013 – Le sorelle Lobo seppelliscono il cadavere di Felix, ma Almudena teme di essere scoperta. Nieves si concede ad Ugarte in cambio della libertà di Anibal. Il soldato rimasto ferito nella polveriera si riprende e dice ad Ugarte che il colpevole è Cesar. Ugarte arresta Roman, Jean Marie e Lola: Cesar si consegna in cambio della loro libertà. Il capitano organizza un duello tra Anibal e Cesar, chi sopravvive sarà libero ma nessuno dei due uccide l’altro. I due fratelli cercano di fuggire

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori