C’E’ POSTA PER TE (?)/ Video, il fake di due studenti blocca l’Università Bicocca

- La Redazione

Due studenti universitari sono stati denunciati a piede libero per aver interrotto con scherzi alcune lezioni presso l’Università Bicocca di Milano

scuola-zoo
Gli scherzi di Scuola Zoo

Due ragazzi di 21 anni sono stati denunciati perché interrompevano le lezioni universitarie mettendo in atto degli sketch. I protagonisti, entrambi incensurati, sono uno studente dell’UniversitàBocconi di Milano, originario di Sondrio, mentre l’altro ha origini romane e frequenta l’Università di Pavia. Gli scherzi sono stati ripresi e i video sono stati caricati sul canale YouTube del sito ScuolaZoo. I video incriminati sono quattro, ma la polizia non esclude che possano essere di più. Inoltre non si esclude la presenza di altri complici. Il primo scherzo risale ai primi di marzo, in cui un ragazzo ha interrotto una lezione di statistica, portando una torta con le candeline e inscenando il compleanno della professoressa. Nel secondo sketch uno dei due studenti è entrato in un’aula vestito da prete, dando la benedizione ai presenti. La terza scenetta è una dichiarazione d’amore a una ragazza seduta a lezione e conosciuta la sera prima in discoteca. L’ultimo episodio, infine, è la parodia del programma C’è posta per te di Maria De Filippi. Uno dei due ragazzi denunciati si aggira in bicicletta, vestito da postino, per i corridoi dell’Università Bicocca, entra in un’aula e consegna la busta alla professoressa durante la lezione di psicologia della comunicazione. stata l’Università a segnalare gli episodi alla polizia, che ha convocato i due studenti, denunciandoli a piede libero per interruzione di pubblico servizio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori