Uomini e Donne / Alessandro Pess dice la sua su Marco Bocci ed Emma Marrone (video)

- La Redazione

L’ex tronista di Uomini e Donne Alessandro Pess confessa la sua opinione sul rapporto appena nato tra Marco Bocci e la cantante salentina Emma Marrone

alessandro-pess
Alessandro Pess

Alessandro Pess, ex tronista di Uomini e Donne, è stato intervistato da Fanpage.it. Il bell’attore, ormai fidanzatissimo con Rossella Zingaretti, ha raccontai reali motivi che lhanno spinto a partecipare al programma di Maria De Filippi e poi a lasciarlo: Mi sono lasciato quando stavo girando Squadra Antimafia. Le persone si lasciano e vanno avanti. Non ci vedevo nulla di male ad andare in trasmissione. Ho sempre detto che non sono andato per trovare la donna della mia vita, era un modo di rimettermi in gioco. La redazione mi stava dietro da un po’ di tempo. Con la redazione sono sempre stato sincero, che stavo male. Non c’erano le basi per andare avanti. Da qualche settimana si vocifera che Alessandro Pess e la fidanzata aspettino un bambino, ma l’attore non ha voluto né confermare né smentire. A Uomini e Donne, Pess si è fatto conoscere per il suo temperamento irruento e per la sua sua schiettezza. Quando l’intervistatrice gli chiede cosa ne pensi delle scelte dei suoi compagni di trono, Pess dichiara di non aver seguito più molto la trasmissione. Secondo lui Eugenio Colombo ha scelto Francesca Del Taglia, perché la sua famiglia è ricca? La scelta che ha fatto sarà stata spinta da motivazioni giuste, risponde Pess che mostra qualche dubbio in più su Andrea Offredi e Claudia D’Agostino: Non li ho seguiti. Andrea è un bravi ragazzo, ma è piccolo. In quel contesto devi essere un genio per innamorarti. Io mi sentivo a disagio anche nella conoscenza davanti alle telecamere. E di Marco Bocci, suo compagno di set a Squadra Antimafia, ed Emma Marrone cosa ne pensa? Come si dice al mio paese: se i ragazzi si vogliono si pigliano. Se son contenti loro ben venga. Insomma sembra proprio che Alessandro Pess sia uno che si fa i fatti suoi!



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori